Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DARK WATER

All'interno del forum, per questo film:
Dark water
Titolo originale:Honogurai mizu no soko kara
Dati:Anno: 2002Genere: horror (colore)
Regia:Hideo Nakata
Cast:Hitomi Kuroki, Rio Kanno, Fumiyo Kohinata, Asami Mizukawa, Shigemitsu Ogi, Mirei Oguchi, Yu Tokui, Isao Yatsu
Note:Soggetto dall'omonimo racconto dello scrittore giapoonese Koji Suzuki, autore anche del ciclo di romanzi "Ringu", da cui sono stati tratti i fortunati film della serie "The Ring". Nel 2005 ne è stato fatto un remake Usa dal titolo omonimo.
Visite:655
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 1/1/10 20:37 - 10759 commenti

Celebre horror orientale diretto da Hideo Nakata, è un film in cui l'atmosfera conta più del contenuto. Attraverso una suggestiva caratterizzazione ambientale, il regista infonde un senso di reale inquietudine nello spettatore ma la vicenda non trova un adeguato sviluppo e la storia gira un po' intorno a sè stessa. Buona la prova degli attori.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Undying 30/5/07 18:24 - 3875 commenti

Dark Water non dice e (cosa ancor peggiore) non mostra assolutamente nulla. Un film che si protrae, per oltre 90 minuti girando a vuoto, presentando un dramma familiare ma senza alcuna grazia narrativa né tanto meno l'ombra di una cifra stilistica. Si tratta di uno (sic) dei più famosi horror orientali, mal distribuito (solo in home video) nella nostra nazione. Se il cinema occidentale, nel suo vuoto contenutistico, ha (da tempo) optato per un remake di questo film, c’è di che tremare sui prossimi titoli in arrivo dagli Stati Uniti. Frivolo.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Gobbo 9/1/08 23:26 - 3011 commenti

Ci vuole più di un'ora prima che il film decolli (venga a galla, dovremmo dire): a quel punto la sonnacchiosa attesa è ripagata con brividi genuini, ma il meccanismo di rarefazione e sublimazione orrorifica di angosce esistenziali e piccoli edipi con gli occhi a mandorla pare già avere fatto il suo tempo (per non dire delle bambine foltocrinite... ) Umido. Comunque, molto tempo prima, qualcuno aveva fatto di meglio con meno acqua...
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Lucius  3/11/10 11:00 - 2690 commenti

L'acqua, la terra, il fuoco. Di questi tre elementi il primo è protagonista indiscusso di una pellicola "umida" di terrore e ambientata in un quartiere limbo ai limiti della vivibilità. La protagonista si trasferisce a vivere in uno squallido palazzo dove avvengono i primi contatti tra la figlioletta e una immaginaria bambina. E al dramma della separazione si aggiunge il dramma del sovrannaturale. Cupo, intimista e drammatico in grado di trascinare lo spettatore in un'arcana realtà.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Ryo 19/1/19 14:16 - 1820 commenti

Horror d’atmosfera, come nel tipico stile giapponese. La trama è misteriosa, carica di suspense e di attesa (forse anche troppa). Bella l'interpretazione che riesce a creare la protagonista, che lascia lo spettatore sempre in dubbio sulla sua sanità mentale. Credibili gli attori, ottima la cura dei set. Pare sia ispirato a una storia vera. Eccessiva lentezza, ma visto a velocità 1,5x è godibilissimo.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Stefania 28/12/09 22:58 - 1600 commenti

Credo che il rapporto madre-figlia, denso com'è di ambivalenza, conflittualità e simbiosi, sia adattissimo ad una rivisitazione in chiave horror. E la simbologia dell'acqua qui è elementare, immediatamente comprensibile e perciò molto suggestiva. Ghost-story tipicamente nipponica, ambientazione metropolitana-periferica, dialoghi scarni, ritmo lento ma inesorabile che riesce a condurci verso lo straziante finale, se non col fiato sospeso, sicuramente con l'attenzione ben desta. Discreto.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Luchi78 10/2/14 16:06 - 1521 commenti

Film che cerca un suo perché nel trasmettere le giuste sensazioni evitando di far vedere nulla più del dovuto. Il risultato è altalenante, constatando che purtroppo i momenti di stanca superano quelli in cui la tensione emotiva prende il sopravvento. Non trascurabile è un giudizio negativo sull'interprete protagonista femminile, che sembra dare atto ad azioni isteriche fin troppo marcate. Qualcuno penserà di migliorarlo.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Jdelarge 10/1/19 2:46 - 685 commenti

Scialbo film di Nakata, il quale dà vita a un melodramma a tinte horror che ruota intorno a problemi legati alla famiglia, tema caro, questo, a molti registi giapponesi e in particolar modo proprio al regista di questa pellicola (vedasi Ringu). Il risultato è mediocre, perché oltre a un'ambientazione interessante che colpisce per la sua cupezza e per il suo grigiore non c'è molto altro da salvare. La trama è piatta e con meno spunti di riflessione di quanti il lento sviluppo della storia possa far immaginare.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Sadako 20/3/07 18:36 - 177 commenti

Dark Water è il primo racconto di una antologia scritta da Koji Suzuki. Nakata sembra avere un debole per Suzuki e, nella realizzazione di questo nuovo incubo acquatico (non dimentichiamo il pozzo di Ringu), modifica la storia ed elimina del tutto il lieto fine della novella. Claustrofobico e opprimente, il senso di terrore legato al condominio maledetto penetra lentamente nello spettatore ma non riesce a spaventarlo del tutto. Se non fosse per il finale chiarificatore, resterebbero molti dubbi.
I gusti di Sadako (Fantastico - Horror - Musicale)