Cerca per genere
Attori/registi più presenti

HO RITROVATO MIO FIGLIO

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/1/17 DAL BENEMERITO MARCOLINO1

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Un film straordinario, quasi perfetto! a detta di:
    Iginio
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Noodles
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Marcolino1


ORDINA COMMENTI PER:

Noodles 9/9/19 20:39 - 424 commenti

Tanti bei sentimenti in questo film neorealista che di neorealismo ha davvero tanto. Sicuramente Ŕ un'opera molto rappresentativa del genere. Gli attori principali sono tutti molto bravi, compreso Henry Kinski, anche se il film si regge sulle spalle di Carlo Campanini, qui eccezionale. La storia per˛ Ŕ molto semplice, a volte cade nello scontato ed Ŕ raccontata molto lentamente. Ci sono momenti di noia, che si elevano solamente nel finale. Potabile.
I gusti di Noodles (Commedia - Drammatico - Horror)

Marcolino1 17/1/17 15:53 - 409 commenti

La parabola della pecorella smarrita qui Ŕ inserita in un contesto borgataro delineato per˛ in modo approssimativo, con una prevedibilitÓ degli eventi finalizzata a un messaggio altrettanto scontato di tipo cattolico-edificante (non per niente la distribuzione Ŕ della San Paolo Film). Risalta per bravura il piccolo Harry Kinsky, che a tratti ricorda Germania anno zero nel suo girovagare tormentato e disperato e che rappresenta il sacrificio dell'infanzia pura e l'intraprendenza nel superare egregiamente il male.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I dolci per i piccoli della prima comunione: un biscotto della salute e un bombolone a testa, logica che compensa golositÓ e morigeratezza.
I gusti di Marcolino1 (Documentario - Fantascienza - Musicale)

Iginio 28/5/17 3:27 - 1 commenti

Ottimamente sceneggiato e girato. Neorealismo aperto al trascendente e alla speranza. Ambientato nella Roma di periferia degli anni '50, quando c'era miseria ma anche valori sani, pur se disprezzati da bulli e delinquenti. Almeno all'epoca di questo film e nello spirito di chi lo promosse c'erano valori e speranze, non solo degrado e volgaritÓ come dagli anni '70 a oggi.
I gusti di Iginio (Avventura - Guerra - Peplum)