Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CAT SICK BLUES

All'interno del forum, per questo film:
Cat sick blues
Titolo originale:Cat Sick Blues
Dati:Anno: 2015Genere: thriller (colore)
Regia:Dave Jackson
Cast:Matthew C. Vaughan, Shian Denovan, Noah Moon, Rachel Rai, Hwee Hall, Cat Commander, Danae Swinburne, Meg Spencer, Jeni Bezuidenhout, Andrew Gallacher, James Arnold-Garvey, Rob Alec, Mahalia Brown, Tom Liddy, Kelly Neilsen
Visite:328
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/7/16 DAL BENEMERITO DEEPRED89

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Grande esempio di cinema a detta di:
    Schramm
  • Davvero notevole! a detta di:
    Hackett
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Deepred89, Bubobubo
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Jdelarge


ORDINA COMMENTI PER:

Schramm 26/11/18 17:30 - 2259 commenti

In 120 anni di cinema (e di Krafft-Ebing) mancava giusto alla conta dei peggio spostati un omicida epilettico naturalizzato felino, dal motivazionale bodycount di 9. Jackson rivoluziona il sk-movie da incattivito stilnovista e da deragliato neologista, inumando sotto sabbia agglomerante Lustig, Kargl, Buttgereit e Wakamatsu dei quali pure si abbevera, con un'ingestibile arma d’altri tempi e mondi. Miaolatissimo come rari, vanta 15’ finali di psico-branding che ridefiniscono l’aggettivo disturbante. Un tir addosso a 180 km/h: dopo, le gattocentriche pagine fb non vi sembreranno più le stesse.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Deepred89 19/7/16 16:40 - 3081 commenti

Bizzarria australiana in perenne bilico tra genialità e senso di rigetto, in cui commedia dal sapore indie e thriller ultraviolento confluiscono nel grottesco (tale solo dei contenuti, essendo confezione e recitazione complessivamente sobrie) più nero e ripugnante. Jackson spernacchia il concetto di pietas e getta tonnellate di acido sui suoi personaggi e sull'intero universo giocando con lo splatter, i mattacchioni alla Lars e una ragazza tutta sua, Cronenberg e gli animalisti. Non per tutti gli stomaci, ma estroso e imprevedibile.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Hackett 17/4/19 7:41 - 1592 commenti

Cinema indipendente di gran classe che utilizza i suoi mezzi fino all'osso e riesce a regalare un piccolo cult di efferatezza e nostalgia. La regia è asciutta e nel suo spiare la follia del protagonista (ma anche di chi gli sta intorno) pare impietosa e senza scrupoli. Tra ironia, follia e disperazione viviamo l'elaborazione di un lutto personale che sfocia nel desiderio folle di un sacrificio rituale. Situazioni al limite e un finale che ci regalerà un'emozione in più.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Bubobubo 8/9/18 0:20 - 763 commenti

Che sia l'occasione buona per verificare se davvero i gatti abbiano sette vite? Risponde a modo suo questo indie horror completamente sui generis, nello sviluppo narrativo, nella realizzazione e nella caratterizzazione dello psicopatico villain: sempre a un passo dal grottesco e dal camp, con almeno una zampa e mezza nello stivale di Rolf de Heer. I risultati però sono buoni e non manca qualche finezza in corso d'opera (la lunga sequenza onirica). Vale la pena ripescarlo e goderselo in una serata libera.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La protagonista femminile, costretta a bere sangue umano via imbuto, dimostra di non reggere al meglio le conseguenze...
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)

Jdelarge 24/10/18 13:32 - 694 commenti

La volontà di sorprendere, disgustando a tutti i costi lo spettatore, rovina un film che, invece, sarebbe stato un discreto slasher con il solito sociopatico come protagonista, qui in fissa con il suo defunto gatto Patrick. Le sequenze domestiche che immortalano la follia dello sporco e flaccido psicopatico ricordano per certi versi il Maniac di Lustig. La critica al mondo del web che crea dei veri e propri mostri riesce a rendere il film ancora più malsano. Qualche bella sequenza, ma anche troppe scempiaggini.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)