Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• CANDYMAN 3 - IL GIORNO DELLA MORTE

All'interno del forum, per questo film:
• Candyman 3 - Il giorno della morte
Titolo originale:Candyman: Day of the Dead
Dati:Anno: 1999Genere: horror (colore)
Regia:Turi Meyer
Cast:Donna D'Errico, Tony Todd, Leonardo Guerra, Mike Moroff, Mark Adair-Rios, Jsu Garcia, Wade Williams, Alexia Robinson, Lupe Ontiveros, Ernie Hudson Jr., Leonardo Guerra, Robert O'Reilly, Chris Van Dahl, Rena Riffel, Laura Mazur, Elizabeth Guber
Visite:437
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Ormai i confini tra Candyman e Freddy Krueger sono labili e il bel personaggio inventato da Clive Barker (sempre interpretato, al cinema, dal nero Tony Todd) si è imbastardito fino a perdere quasi del tutto la propria personalità. E questo CANDYMAN III è quanto di più irritante si possa incontrare, in campo horror: una banalità senza confini, che copia e ricalca a destra e a sinistra nell’esasperante tentativo di dare forma a un soggetto inesistente, riassumibile nel solito scontro tra l'eroina di turno (Donna D’Errico, gran fisico ma una recitazione non certo impeccabile) e il crudele uomo nero evocato col sistema classico: pronuncia cinque volte la parola Candyman di fronte a uno specchio e lui apparirà, col suo mantello nero, le pose ieratiche e l'immancabile uncino. Ah, e sempre preceduto dal suo sciame personale di api, naturalmente. Francamente di cadaveri appesi che crollano improvvisamente dall'alto, di spaventi annunciati che corrispondono sempre a un falso allarme e viceversa, di quadri che ritraggono il bis-bisavolo con le sembianze del discendente, di poliziotti che accusano regolarmente a vanvera non ne possiamo più. Qualcuno dica ai produttori americani che a tutto c'è un limite. Fa ancora più rabbia veder sprecate scenografie di classe, effetti speciali ben fatti, una fotografia dai colori cupi ma vivaci, per assecondare rimasticature così prive di idee. Tecnicamente ineccepibile eppure deprecabile. Turi Meyer sfoggia una regia derivativa in ogni senso possibile, già dai titoli di testa e la prima scena (che rimanda addirittura al finale del 2001 di Kubrick). Deludente persino sul versante splatter: sangue sì, ma senza fantasia!
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 13/8/08 1:45 - 3875 commenti

Arrivati a quota tre, come media impone, la fantasia e l'originalità sono ormai cosa lontana. A dispetto di una notevole messa in scena, garantita da ottimi professionisti (fotografia, costumi, effetti speciali), Turi Meyer infonde al tutto un ritmo ed un senso puramente piatto, asfittico, a-personale. Non è un caso che - dopo aver diretto l'altrettanto brutto Uomo di Sabbia (1995) - finirà a lavorare per serie con destinazione finale la televisione. C'è di buono una sola cosa (quindi buona, con la A) la D'Errico, che però verrebbe voglia di trattare alla De Sade per come recita...
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Cotola 11/5/09 1:10 - 6642 commenti

Ennesimo sequel dell’assassino delle api e punto più basso della serie. La regia è pressappochista, la sceneggiatura è priva di idee e semplicemente ridicola, gli attori sono quello che sono ed anche la confezione non brilla. Nessuna idea, nessuna tensione. Da evitare.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Ciavazzaro 2/5/09 11:49 - 4659 commenti

Rispetto agli altri due capitoli pessimo. Tony Todd si impegna discretamente, ma arrivati al terzo capitolo gli sceneggiatori rifilano allo spettatore una sceneggiatura straabusata, banale e senza grandi colpi di scena. Il cast non aiuta, qualche effettacio. Al di sotto della sufficienza.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Minitina80 24/11/17 8:04 - 1642 commenti

La serie si chiude nel peggiore dei modi con un capitolo assolutamente superfluo nei contenuti e poverissimo sotto qualsivoglia aspetto. Candyman è relegato a mera e ridicola comparsa, mentre in primo piano c’è sempre Donna D’Errico, rigorosamente in canottiera a risaltare il seno procace e sempre pronta a urlare ogniqualvolta si muove una foglia. Non c’è un’idea in grado di attirare per un attimo soltanto l’attenzione e colpa è anche della regia, di cui è difficile parlare per totale inconsistenza. Da vedere a stento per completezza.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Pumpkh75 14/10/12 22:16 - 1077 commenti

Trama convenzionale, effetti sanguinosi ma non curatissimi, un cast di statue dove non bastano certo le curve di Barbie D'Errico o le espressioni monolitiche di Tony Todd a salvare la nave, che affonda già dai primissimi minuti. Non serve neanche paragonarlo agli altri due capitoli, ne uscirebbe con le ossa sbriciolate. Debolissimo.
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)

Von Leppe 15/12/15 22:35 - 866 commenti

Al terzo episodio siamo tra i messicani e la festa dei morti, tanto che Candyman sembra fuori luogo (come è fuori luogo l'inespressiva attrice protagonista). La trama è striminzita, le uniche cose che si salvano sono riciclate dal primo film, come i murales. In quest'ultimo capitolo vengono mostrati i quadri del pittore maledetto Daniel Robitaille, ma risultano troppo fotografici e poco ottocenteschi. Neanche le apparizioni di Tony Todd e qualche effetto splatter sollevano la pellicola.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)