Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• L'ORA DEL MISTERO (13 EPISODI)

All'interno del forum, per questo film:
• L'ora del mistero (13 episodi)
Titolo originale:Hammer House of Mystery and Suspense
Dati:Anno: 1984Genere: fiction (colore)
Regia:Vari
Cast:Dirk Benedict, Frank Rowlett, Barbi Benton, Caroline Trent, David Carradine, Mary Crosby, Ann Preston, Susan George, Peter Graves, Vicar John Bray, Season Hubley, Dean Stockwell
Note:Serie televisiva in 13 episodi della durata di 70 minuti ca. Tra i registi: Val Guest, John Hough, Peter Sasdy, Paul Annett.
Visite:1066
Filmati:
Approfondimenti:1) "L'ORA DEL MISTERO" EPISODIO PER EPISODIO
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/8/15 DAL BENEMERITO UNDYING POI DAVINOTTATO IL GIORNO 8/1/16
Dopo l'esperimento largamente apprezzato dei RACCONTI DEL BRIVIDO la Hammer ci ritenta con 13 episodi in cui il comune denominatore sono il mistero e la suspence (questo almeno è quanto suggerisce il titolo originale). In realtà ciò che incuriosisce è che si passa con disinvoltura dal giallo classico (L'UOMO CHE DIPINSE LA MORTE, IL DOLCE POFUMO DELLA MORTE) al fantastico stile Ai confini della realtà (UN GIOCO DA BAMBINI, UN GRIDO LONTANO) arrivando senza problemi a tuffarsi nell'horror dai connotati soprannaturali (LA PARETE MALEDETTA, IL CAMPO DA TENNIS, IL MARCHIO DEL DIAVOLO) e persino nello spionaggio (ACCADDE A PRAGA). E' insomma impossibile prevedere il genere dell'episodio prima di vederlo e questo (almeno per chi non ne ha letto le trame) genera sempre un minimo di curiosità che spesso si prolunga fino alle conclusioni, a volte risolte con bei colpi di coda (UN GIOCO DA BAMBINI), altre con inattese esplosioni di sadismo (IL VIDEOTESTAMENTO), più spesso tirate via senza troppa voglia perché in fondo il bello sta nel procedere della storia; è qui infatti che la Hammer garantisce la necessaria professionalità, con sceneggiature di una certa levatura che purtroppo non sempre trovano nella regia l'assistenza giusta. I cast recuperano qualche volto minore noto ma nel complesso mantengono anche loro un buon livello medio consentendo alle storie di apparire credibili. La varietà degli argomenti trattati, in definitiva, ritrova una sua unità nella messa in scena professionale comune a tutti gli episodi. L'ambientazione è quasi sempre inglese naturalmente (le eccezioni sono pochissime: la trasferta oltrecortina di ACCADDE A PRAGA, l'incipit a Central Park di IL DOLCE PROFUMO DELLA MORTE...), la fotografia un po' cupa e opprimente, le musiche anonime. Un prodotto televisivo di discreto livello, trasmesso in Italia con buon successo (molti ricordano ancora certe storie viste qui) e che ha come ogni serie i suoi alti (UN GRIDO LONTANO, L'UOMO CHE DIPINSE LA MORTE, UN GIOCO DI BAMBINI...) e i suoi bassi (LA PARETE MALEDETTA, ACCADDE A PRAGA...), senza che tuttavia tra l'uno e l'altro si avverta una differenza abissale. La durata di un'ora e dieci pare comunque mediamente eccessiva: in quasi i tutti i casi qualche sforbiciata avrebbe giovato al risultato finale.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 5/8/15 20:44 - 3875 commenti

Ultima, non esaltante, produzione televisiva targata Hammer, in parte strutturata come la più riuscita I racconti del brivido (Hammer house of horror). Pur se alcuni episodi vantano un'ottima regia, il cast è decisamente minore e la produzione risente della carenza di budget, accentuata dalla pochezza degli effetti speciali. Alcuni racconti sconfinano "Ai confini della realtà" ("Un gioco da bambini" è addirittura ispirato all'episodio "Cinque personaggi in cerca di un'uscita"). Poco thriller, molta lentezza e dialoghi infiniti. Declino Hammer...
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Rufus68 14/4/19 16:38 - 2388 commenti

Una serie superiore, in media, ai Racconti del brivido. Se i Racconti anzidetti sono costantemente scialbi e privi di nerbo, L'ora del mistero alterna episodi trascurabili ad altri che vantano uno spessore degno di memoria. "L'eredità Corvini", soprattutto, cela una raffinata struttura doppia che coinvolge sfera personale, sovrannaturale e psicopatia (ottimo McCallum); buoni anche "Un gioco da bambini", dapprima enigmatico quindi sarcastico apologo sulla libertà e "Salto nel tempo" con un apprezzabile rimescolamento dei piani temporali.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)