Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UN AMORE RINNOVATO

All'interno del forum, per questo film:
Un amore rinnovato
Titolo originale:She's Having a Baby
Dati:Anno: 1988Genere: commedia (colore)
Regia:John Hughes
Cast:Kevin Bacon, Elizabeth McGovern, Alec Baldwin, James Ray, Holland Taylor, William Windom, Cathryn Damon, Reba McKinney, Bill Erwin, Paul Gleason, Dennis Dugan, Anthony Mockus Sr., John Ashton, Larry Hankin, Lili Taylor, Kirstie Alley (n.c.), Dan Aykroyd (n.c.), Matthew Broderick (n.c.), John Candy (n.c.), Stewart Copeland (n.c.), Ted Danson (n.c.), Woody Harrelson (n.c.), Magic Johnson (n.c.), Michael Keaton (n.c.), Bill Murray (n.c.), Olivia Newton-John (n.c.), Roy Orbison (n.c.)
Note:Rititolato per l'home video come "Tesoro... è in arrivo un bebè".
Visite:100
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/6/15 DAL DAVINOTTI
Neo coppia di sposi particolarmente imbambolata (Bacon/McGovern) alle prese coi prevedibili problemi di convivenza. Apprezzabile è il voler rimanere, da parte di Hughes (che dirige, sceneggia e pure produce!), in un ambito di credibilità lontana dalle esagerazioni che troppo spesso siamo abituati a vedere, con i due che qui si voglion bene – e si vede – ma senza mai indulgere in mielose smancerie o in litigate furiose. Una vita che potremmo anche definire “piatta” ma che è vicina a quella della maggioranza delle persone, in cui i problemi lavorativi e affettivi si sopiscono soprattutto col tempo. Gli eccessi sono confinati ai sogni ad occhi aperti di lui, che vede i vicini danzare in gruppo con le loro falciatrici, la ragazza del laboratorio di analisi della fertilità (Lily Taylor, al suo esordio su grande schermo) prenderlo in giro per l'esigua quantità di liquido consegnato o lui stesso schiantarsi esplodendo nel momento in cui gli viene detto che sta per nascergli un figlio. Piccole concessioni a una spettacolarizzazione tagliata fuori in favore di una conduzione fin troppo sobria, con i due che – come detto – sembrano costantemente assenti, poco partecipativi. Ben diverso l'estro dell'amico di lui (Alec Baldwin), cui spetta di destabilizzare il legame tra i due appena possibile instillando dubbi e scherzando maliziosamente. Ma non è così facile spezzare l'amore, anche quando non appare così travolgente come il cinema spesso mostra. Un messaggio positivo che però, quando in campo scende la maternità, finisce con l'annientare la già scarsa verve del film; l'ultima parte, sempre più debole, diventa così davvero insostenibile e ogni parvenza di humour (quasi sempre affidato ai quattro genitori dei due, come da tradizione nel genere) scompare, inventando persino un pericolo sulla linea d'arrivo che mina il realismo fin lì perseguito alla ricerca della lacrima facile. Bacon e la McGovern se la cavano senza brillare, chi gli sta intorno non fa granché meglio (Baldwin a parte). Carrellata di cameo sui titoli di coda: Aykroyd, Murray, Harrelson, Newton-John, Candy, Keaton, Danson, Copeland (il batterista dei Police qui autore della colonna sonora) e mille altri si avvicendano nel riquadrino a fianco dei titoli suggerendo i nomi da dare al piccolo per una chiusura all-star imprevista ma poco significativa. Da Hughes, all'epoca all'apice del successo dopo UNA PAZZA GIORNATA DI VACANZA e UN BIGLIETTO IN DUE, ci si aspettava di molto meglio.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Rambo90 16/4/19 22:52 - 5634 commenti

Gradevole, seppur con una trama piuttosto semplice che non coinvolge fino in fondo, ma con sprazzi di genialità in dialoghi e gag qua e là. Funziona molto bene Bacon con le sue espressioni di disagio, mentre la McGovern è penalizzata da un personaggio piuttosto passivo e Baldwin appare saltuariamente a fare da indisponente amico di lui. Si ride in varie occasioni e Hughes mantiene il ritmo molto svelto, con scene mai troppo lunghe. Inutile la parata finale di star, ma fa chiudere con un sorriso.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)