Cerca per genere
Attori/registi più presenti

A GOOD MARRIAGE

All'interno del forum, per questo film:
A good marriage
Titolo originale:A Good Marriage
Dati:Anno: 2014Genere: thriller (colore)
Regia:Peter Askin
Cast:Joan Allen, Anthony LaPaglia, Stephen Lang, Cara Buono, Kristen Connolly, Mike O'Malley, Theo Stockman, Will Rogers, Pun Bandhu, Terra Mackintosh, Robert Hogan
Note:Aka "Stephen King's A good marriage". Tratto dal racconto "Un bel matrimonio" contenuto nell'antologia "Notte buia, niente stelle" di Stephen King, autore anche della sceneggiatura.
Visite:724
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/1/15 DAL BENEMERITO MYVINCENT

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 14/2/18 5:57 - 10483 commenti

Un contabile collezionista è anche un efferato serial killer; la moglie lo scopre e decide di concedergli una seconda possibilità! Basterebbe questa improbabile premessa a rendere implausibile lo spettacolo che segue: un racconto di King (da lui stesso sceneggiato) che conferma il non felice rapporto tra lo scrittore e il cinema. Dialoghi banali, regia incapace di gestire la tensione e due protagonisti non adatti (la Allen almeno si impegna, su LaPaglia stendiamo un velo) senza risultati apprezzabili. Evitabile.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Schramm 18/6/16 14:40 - 2107 commenti

Grande è l’impossibile e poco va bene quando si tratta di portare sotto il cielo cinematografico cosa qualsivoglia a firma King. Il madornale errore di pedissequi drag and drop della buccia trascurando il ben che minimo dosaggio di polpa è anche da questo film compiuto, si passi il paradosso, alla perfezione: la buona storia c’è, sintetizzata dalla cronaca più nera, ma tutto quanto in King è morbo vivificante è meticolosamente sterilizzato e ridimensionato microscopicamente in un diligente servizio da lavasecco della serie "fattela andar bene perché di più non posso". Good marriage, bad movie.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Daniela 31/5/16 7:21 - 7229 commenti

Cosa fareste se, dopo 26 anni di felice unione, scopriste che vostro marito è un serial killer che ha già torturato ed ucciso 12 donne? La protagonista pensa al futuro dei figli e decide di tacere, ma... Prova infelice di King in veste di sceneggiatore, con dialoghi a rischio di ridicolo involontario, né contribuiscono a risollevarne le sorti la regia piatta, prove poco memorabili da parte di attori pur di vaglia (Allen appena accettabile, LaPaglia mediocre), l'abuso di sequenze scioccanti che si rivelano incubi/allucinazioni e le tante incongruenze sparse: film fiacco e perdibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I bigliettini minatori seminati dappertutto (anche nel barattolo delle caramelle!): se non è crudeltà mentale questa...
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Hackett 2/10/16 7:19 - 1552 commenti

Prodotto televisivo dignitoso che non eccelle per originalità o suspence, ma riesce a intrattenere grazie a buone interpretazioni e una storia classica da thriller. La pecca maggiore è nella prevedibilitá della vicenda e nella piattezza di una trama per la quale ci si attende fino alla fine una svolta che non arriva. Anche la regia non aiuta, non riuscendo a trasmettere tensione. Per una visione serale senza pretese.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Pinhead80 26/12/16 11:53 - 2991 commenti

I racconti di Stephen King riescono sempre a farmi accapponare la pelle, quando li leggo. Raramente però la stessa cosa mi accade quando ne guardo la trasposizione cinematografica. Il film funziona molto bene sino a quando la moglie scopre la vera natura del marito, ma poi si perde il mordente e si finisce per sorbire un brodino tiepido fino alla fine. E' l'ennesima conferma che per il grande scrittore del Maine è più facile "bucare" le pagine di un libro che il grande schermo.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Myvincent 10/1/15 12:22 - 2056 commenti

Le cosiddette famiglie perfette nascondono sempre scheletri negli armadi e infatti anche in questo quadretto idilliaco si mimetizza addirittura un serial-killer. Il buono del film è che indugia sugli aspetti "interni" di un ambiente borghese e domestico, lontano da logiche a tutti i costi sanguinolente e poliziesche. Del resto, quando c'è dietro Stephen King, in genere la qualità contenutistica è assicurata. Poco male se il format è televisivo.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Didda23 25/7/16 16:38 - 1918 commenti

Opera deludentissima che funziona pochissimo soprattutto per la piattezza della sceneggiatura (scritta da King e tratta da un proprio racconto) che poggia su scene madri davvero poco efficaci e su un protagonista (LaPaglia) credibile - nel ruolo - come una banconota da tre euro. Qualcosina qua e là funziona (i bigliettini amorevoli nei posti più disparati), mentre la regia di Askin è anonima e priva di grinta. Così e così il cast tecnico (non riuscitissima nemmeno la fotografia). Era lecito aspettarsi di più, visto che il soggetto non era male.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il regalo di anniversario (degli orecchini a forma di pesce); L'acqua frizzante con limone; L'autorimessa.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Buiomega71 4/3/17 0:24 - 1786 commenti

La tensione regge per quasi tutti i 97 minuti. Sembra una sitcom, che man mano si sposta nei meandri dell'incubo e dell'angoscia (le visioni delittuose a occhi aperti della Allen, non ultimo quella della figlia uccisa e legata nuda, dal padre nella lavanderia) e nella villetta alla Amityville la mogliettina finge di passarci sopra e avere accanto una specie di Ted Bundy (per il futuro dei suoi figli). Pucci pucci amore mio e poi ti arriva un prefinale crudele e violento che non ti aspetti e si finisce col groppo in gola (il detective di Lang morente). Deliziosamente perfido.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Una troia che legge romanzi rosa"; La confessione pacata di La Paglia alla moglie terrorizzata nel letto; La scatolina con le carte di identità.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Il ferrini 2/6/16 22:56 - 1164 commenti

Molto brava la Allen, lui se la cava, anche se la faccia del serial killer proprio non ce l'ha. Il film è mediocre: non aiuta una sceneggiatura esilissima in cui non accade praticamente nulla che non si sappia già prima di iniziarne la visione. Qualche buona idea c'è: i motivational lasciati dal marito dentro la scatola delle caramelle o degli ansiolitici riescono a creare una certa tensione, così come i flash mentali della protagonista (la testa contro lo specchio, lo strangolamento), ma nell'insieme non ci si sorprende quasi mai. Perdibile.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Pumpkh75 5/10/16 13:59 - 1076 commenti

Il mezzo pallino è solo grazie al racconto, perché sull’argomento si era già detto tutto e con ricca pienezza. Purtroppo ci hanno provato lo stesso, sbagliando ovviamente in lungo e in largo: andatura da dormiveglia, dialoghi leziosi o talvolta sovraeccitati, Anthony La Paglia strepitosamente fuori ruolo e tanta di quella ovatta messa nel reggiseno (dallo stesso King sceneggiatore, aihmé...) per non far vedere di avere una prima scarsa. Sostanzialmente inutile. Citando un vero buon matrimonio, che barba che noia… che noia che barba.
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)

Almicione 1/6/15 1:48 - 765 commenti

Può non celarsi niente di sgradevole dietro un matrimonio all'apparenza sereno e impeccabile che dura da 25 anni? La moglie viene infatti a conoscenza di qualcosa di sbalorditivo sul marito e sarà veramente difficile mantenere il segreto e avere la coscienza pulita. Creare suspense con una trama del genere non era affatto facile e infatti Askin fallisce nell'impresa regalandoci un film ordinario, già dimenticabile pochi minuti dopo la visione. Dubbio: ma Bob non utilizza anche il naso per respirare?
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)

Ira72 18/6/18 15:01 - 532 commenti

Il problema non è tanto la trama che può apparire inizialmente inverosimile (la cronaca ci insegna che sono molte le donne complici attive o passive, volontarie o inconsapevoli, del marito serial killer), quanto la staticità del racconto. Passabile la recitazione della Allen, ma gli altri boccheggiano e fanno sbadigliare. Forse si poteva creare più tensione approfondendo qualche omicidio e dilungandosi meno sull'idillio-o finto tale-familiare che finisce per annoiare. Una discreta dose di cinismo spalmato qua e là risolleva il film dall'anonimato.
I gusti di Ira72 (Documentario - Horror - Thriller)