Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SCANDALO SEGRETO

All'interno del forum, per questo film:
Scandalo segreto
Dati:Anno: 1990Genere: drammatico (colore)
Regia:Monica Vitti
Cast:Monica Vitti, Elliott Gould, Gino Pernice, Catherine Spaak, Carmen Onorati, Pietro De Vico, Daniele Stroppa, Gianni Olivieri, Daniela Rindi, Nella Gambini
Note:Aka "Scandalo segreto!".
Visite:528
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/10/14 DAL BENEMERITO LUCIUS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Deepred89 18/6/16 13:31 - 3112 commenti

Film che sorprende sotto vari aspetti, in primis per il voler prendere le distanze, da parte della Vitti regista, dal linguaggio dei vari maestri con cui ha lavorato, realizzando un low-low budget di corna e dolori dal linguaggio originale e accattivante, con scene familiari impietosamente scrutate dal'inquietante, robotico cineocchio. Il soggetto è essenziale, ma i dialoghi sono incalzanti e ben scritti e la Vitti attrice riesce a trovare un sublime equilibrio tra isteria e compostezza, depressione e ironia. Gould, teatralissimo, non dispiace.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le apparizioni della cinepresa-robot; La resa dei conti in giardino; Lo strano finale.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Lucius  7/10/14 18:40 - 2752 commenti

La sensazione è che ci sia molto di autobiografico nella sceneggiatura. La Vitti, vera mattatrice, alle prese con un tradimento scoperto dopo dieci anni, in un film dal taglio spedito e originale. I cambi di inquadratura sono decisi dall'attrice, col telecomando di una telecamera, oggetto di un regalo che si rivelerà scomodo e rivelatore. Il primo finale, drammatico, imprevedibile e purtroppo credibile, avrebbe dato al film la giusta chiusa. Si è optato per contaminarlo col grottesco. Resta comunqe una pellicola in grado di svelare false ipocrisie.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Vitti che urla: "Basta, a me non mi rivedrete più, perché io me ne vado"; La rivelazione in campagna.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Panza   16/9/19 17:25 - 1426 commenti

Causa solitudine (il marito c'è ma è come se non ci fosse), una donna intreccia un dialogo/monologo con una telecamera che la riprende. La Vitti, in una delle sue ultime interpretazioni, dà l'ennesima conferma delle sue capacità attoriali oscillando tra rabbia e ironia, ma è l'impostazione registica a essere intelligente: il racconto è interamente (tranne l'ultima inquadratura) affidato alla soggettiva della stessa cinepresa, comandata dalla protagonista che diventa regista e attrice della propria crisi coniugale.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)