Cerca per genere
Attori/registi più presenti

STRADE PERDUTE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 27
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 7/1/12 23:22 - 4282 commenti

Mmmmmmh... Buon film senz'altro (***) ma, se porta emozioni, porta anche perplessità. Il "messaggio" lo sintetizza bene Morandini ("l'incapacità di un uomo di mantenere il controllo sulla propria vita"), il "come" è impeccabile, ma è il "cosa" che lascia perplessi. Viene troppe volte il sospetto che Lynch abbia voluto essere lynchiano, a costo di prendere un pensiero sincero per poi dilatarlo all'inverosimile, onde colpire la mente del di lui tifoso, che troppo si bea nel crogiolarsi nell'incomprensibile.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Homesick 6/1/08 10:03 - 5737 commenti

Aggressivo e circolarmente labirintico, decostruisce l'intero meccanismo noir infrangendo ogni linearità, consequenzialità e logica narrativa: un onirico teatro dell’assurdo - forse un poco autocompiaciuto dopo gli allori di Twin Peaks - con personalità multiple, montaggio spezzato e convulso, luci d'abisso psichico e potenti musiche opera del fido Badalamenti e di artisti alternativi. Perfetti la duplice Arquette, Loggia come boss della mala e l’ex Baretta Blake, inesplicato araldo del Male con make up ibrido tra il Bela Lugosi più vampiresco e il clown felliniano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La videocassetta; L'incontro con l'uomo misterioso e la telefonata; L'inseguimento con l'auto.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Tarabas 17/8/15 18:03 - 1539 commenti

Esiste ormai una definizione per questi film: "Incubo lynchiano". Suona un po' come una patologia. E in effetti la sensazione è di assistere a un mero gioco formalistico, un'esibizione di luoghi comuni estetici del regista, dove la storia è priva di senso intelleggibile e i personaggi sono inesistenti e (o forse in quanto) irrilevanti. Come nota acutamente Ebert sembra che Lynch, invece di una sceneggiatura di un film, abbia filmato gli appunti. Oppure che si sia deliberatamente preso gioco di noi.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 12/5/14 8:47 - 7430 commenti

Un saxofonista geloso, condannato per l'assassinio della moglie, una volta rinchiuso in una cella del braccio della morte diventa un'altra persona, non per modo di dire ma proprio in senso letterale... Fra i film lynchiani di Lynch (sic!), uno dei più affascinanti ed anche enigmatici. Un incubo circolare a codice binario: due i protagonisti maschili alle prese con la stessa donna sdoppiata in versione bionda/bruna e con un demone/clown che parla con se stesso. Impresa ardua e forse inconcludente cercare una spiegazione logica: gli incubi possono avere una spiegazione, ma non hanno una logica.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutte le apparizioni dell'uomo misterioso con la faccia bianco-gesso .
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 24/3/09 18:21 - 2072 commenti

Banco di prova per emanciparsi da un immaginario - quello addensatosi in Twin Peaks - il film è una chiave di volta nella filmografia del regista: pur lasciando un retrogusto di ipercontrollo formale e il sospetto scomodo di manierismo, mira a ricongiungere, nella circolarità perfetta e crudele del paradosso narrativo, il caos delle forme nell'unità del sé, cospira alla ricostituzione di un'identità artistica. Siamo all'elaborazione metodica di una nuova dimensione creativa. Sound design iperuranico. Opera infernale e ipnotizzante.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Matalo! 29/7/09 17:04 - 1336 commenti

Una mezza bufala: intanto... che c'è di così impenetrabile in questo film? Niente! Oltretutto dopo che avviene la trasformazione del protagonista il film procede come un comune noir con femme fatale, solo rivestito dalla consueta vernice Lynchyana che ben altri risultati aveva dato in passato e in futuro. Umorismo che non fa ridere e non basta far sprofondare i personaggi nell'abisso della penombra con musiche apocalittiche per fare un'opera d'arte. Aggiungiamo stravaganze come Blake e il giochino è fatto.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Brainiac 15/1/09 21:29 - 1081 commenti

Inizia come un thriller (le videocassette inquietanti che riprendono Bill Pullman nottetempo), continua come un horror (il massacro), prosegue come un On The Road flippato. In mezzo una serie di incubi che fanno rabbrividire (risvegliarsi in una cella al posto di un'altro!), sobbalzare (Marilyn Manson in un'orgia snuff!), tremare (il nano che dice a Pullman "telefonami, sono a casa tua"!). Insomma, un film che non è un horror ma fa veramente paura. Tetro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'imprevedibile connessione fra finale ed incipit.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Flazich 9/7/08 20:08 - 658 commenti

In assoluto il migliore film di David Lynch nel quale la cortocircuitazione del continuum spazio temporale assume le sembianze labirintiche di un nastro di Moebius a n dimensioni. Claustrofobico nelle ambientazioni, inquietante per i personaggi che lo popolano, delirante nella narrazione. A Lynch non importa che lo spettatore comprenda, lo scopo principale è narrare una sua idea, un suo modo di vedere qualcosa. Quindi coraggioso e al contempo spregiudicato. Definitivo.
I gusti di Flazich (Fantascienza - Poliziesco - Thriller)

Fabbiu 23/8/12 0:22 - 1856 commenti

Ancora il doppelgänger, tema particolarmente caro a Lynch, qui alla regia di un film molto particolare: inspiegabile e non logico, eppure narrativamente chiaro e fluido; soprattutto per una buona metà i ritmi sono quelli di un thriller canonico, che poi "esplodono" nella seconda in sequenze inquietanti che hanno l'effetto di pugni nello stomaco. Fotografia spettrale e colonna sonora di Badalamenti (con qualche pezzo rock dei Rammstain e altro), è tra i lavori del maestro che preferisco; completato da belle donne davvero difficili da scordare.
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Patrick78 16/1/09 16:09 - 357 commenti

Si parte benissimo, poi... Altra presa in giro da parte di Lynch che vive di un credito illimitato nei confronti di critica e pubblico. Questo non è cinema, ma piuttosto una mostra di quadri su schermo. A questo punto vado in un museo e mi diverto di più! Neppure così bella come si dice la Arquette che con il suo sorriso di certo non invidiabile non è catalogabile nelle bellezze di Hollywood, anche se un certo fascino lo dimostra. Inutile cercare di capire il film che può contare su buone muciche e una splendida fotografia. Inqualificabile guazzabuglio.
I gusti di Patrick78 (Animali assassini - Azione - Horror)

Enzus79 25/6/10 14:35 - 1540 commenti

Da un genio del cinema americano (e non solo) come David Lynch che ti puoi aspettare? Le immagini e i silenzi valgono più di mille parole nei suoi film e questo film ne è la dimostrazione. Lynch gira storie inspiegabili, ma mai noiose o patetiche. Bella la colonna sonora.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Lercio 10/7/07 1:20 - 232 commenti

Forse il più bel film di Lynch. Patricia Arquette è meravigliosa, le sue due parti sono perfette, non si può non amarla ogni secondo in cui occupa lo schermo. Strade Perdute è un film che cattura completamente dal primo all'ultimo istante. David Lynch ci guida nel suo mondo attraverso le sue vie imprevedibili... Capolavoro. A tratti inquietante, come sempre, e come sempre sublime nella messa in scena.
I gusti di Lercio (Drammatico - Horror - Poliziesco)

Paulaster 13/4/17 10:37 - 1980 commenti

Musicista jazz riceve alcuni dvd che filmano presenze in casa sua. Parte iniziale che trasmette angoscia e introduce al mistero (simbolico il corridoio), con Pullman che rende bene il suo sconvolgimento. Con la storia che si incanala nella figura del doppio e con la Arquette (tutt’altro che una bomba sexy) che prende le redini, l’effetto ipnotico è meno incisivo (nonostante gli inserti pulp) e ci si incammina in una conclusione che è immaginabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il personaggio di Blake; La testa conficcata nel mobile; Il secondo dvd; Il video gigante degli amplessi; La casa di legno che brucia al contrario.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Didda23 22/1/16 9:51 - 1979 commenti

La grandezza di Lynch sta nel colpire contemporaneamente l'irrazionalità e la razionalità dello spettatore: se da un lato scuote le viscere con un incredibile senso per l'inquietudine che solo lui sa creare, dall'altro esalta la perfetta analisi critica e metodica dei processi mentali che inducono l'essere umano a ingannarsi per non accettare la propria natura, fornendo allo spettatore una lezione psicologica degna del miglior Freud. Un'opera non facile, un miliardo di volte più profonda di quanto sembra. Avrei gridato al miracolo anche solo per la meravigliosa "superficie" angosciante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le simboliche "scariche elettriche"; Le vhs recapitate a casa; La prova della meravigliosa Arquette.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Ryo 8/1/13 17:41 - 1724 commenti

Un favoloso viaggio nei meandri dell'inconscio umano. Un thriller psicologico carico di mistero con venature horror e fantascientifiche. Un capolavoro di David Lynch, che con questa pellicola si conferma capace di angosciare con un montaggio, una fotografia, dei set e una sceneggiatura studiati e realizzati in maniera eccelsa. Bellissima e azzeccata anche la colonna sonora.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il filmato della moglie dissanguata; Andy con la fronte conficcata nel tavolo; Patricia Arquette che dice "non mi avrai mai" e se ne va nuda.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Mickes2 9/4/12 12:48 - 1550 commenti

Noir atipico passionale e luciferino, oltremodo labirintico e forsennato nella sua continua ricerca a depistaggi e scambi d’identità permeati da un inquietante onirismo con echi horrorifici. Personaggi che si stagliano nella mente grazie ad un tratteggio ambiguo ed una messinscena che inchioda lo spettatore martellato da un ipnotico commento sonoro. Lynch getta la basi di un linguaggio affascinante e criptico, viscerale e sensoriale; anticamera di una poetica che troverà ulteriore perfezionamento nel capolavoro Mulholland drive.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'avvenente Patricia Arquette. "A essere più precisi... sono lì in questo istante".
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Luchi78 27/7/10 16:19 - 1521 commenti

Grande film di David Lynch e una meravigliosa e algida Arquette nel suo duplice ruolo. Quando si riesce a fondere così bene il thriller con l'horror mantenendo sempre alta la tensione e soprattutto a creare eventi inspiegabili avvolgendoli con ansia e mistero senza sembrare eccessivamente "artificiosi", beh allora, tanto di cappello! Assolutamente da non perdere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Fred che durante la festa incontra l'uomo misterioso che gli dice di essere anche a casa sua: surreale e da brividi.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Disorder 15/2/12 12:46 - 1378 commenti

Davvero deludente: se non fosse per l'imprevedibile colpo di scena finale sarei addirittura tentato di giudicarlo insufficiente. Si parte bene, ma poi è come se sulla pellicola calasse una cortina di fumo, che si dirada verso la fine grazie alla citata sorpresa che tuttavia non riesce a fare luce su molte parti del film. Visto una seconda volta, ho ottenuto solo di ri-annoiarmi senza capirci molto di più. Notevole la colonna sonora. Tanto fumo e poco arrosto...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'arrivo di Alice sulle note di Lou Reed ("This magic moment").
I gusti di Disorder (Avventura - Commedia - Drammatico)

Tomastich 1/9/12 10:50 - 1187 commenti

Il rischio c'è: Lynch lo sa, sa che una parte del pubblico lo apprezzerà anche se girasse il remake di un film di Gianni e Pinotto e l'altra parte...? L'altra parte magari è quella più "normale", a cui risulta difficile vedersi questo Strade perdute, un film dove la parole "standard" non rientra nel lessico corrente del regista. Eccessivo e delirante. Forse troppo? Forse troppo poco?
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Mdmaster 30/9/10 18:07 - 802 commenti

Quasi impossibile da valutare, il film di Lynch vuole farsi comprendere ma allo stesso tempo rifugge ogni interpretazione. È facile vederlo come un film noir, ma è altrettanto seducente da vedere come un viaggio spirituale. In realtà è la colonna sonora che l'ha reso celebre: da Manson ai Rammstein, i nomi sono di quelli da orgasmo. Quel che davvero non va è il cast, Bill Pullman non mi è mai piaciuto, la Arquette ha solo le tette e Getty è espressivo come la tavoletta del wc. Peccato, perché avrebbe potuto essere di più. Da vedere. Forse?

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "You'll never have me"; "I'm at your house, right now"; "Dick Laurent... is dead".
I gusti di Mdmaster (Avventura - Drammatico - Horror)

Bubobubo 18/8/18 0:52 - 418 commenti

Il mio Lynch preferito (senza nulla togliere a ciò che è venuto prima e a ciò che verrà dopo): una storia di gelosia passionale che deraglia tra i gangli di una mente dissociata e impazzita, scissa in (almeno) due diverse personalità. Un cult indefinibile, sintesi e amalgama di decine di generi diversi (giallo, thriller, noir, gangster, erotico, pulp...) ed espressione di un cinema visionario e viscerale. L'embrione tematico verrà ancora approfondito tra le pieghe noir di Mulholland Drive e la polifonia paranoide di Inland empire.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Patricia Arquette che scende dalla limo di Robert Loggia: una visione; Lo speronamento su Mulholland Drive; Il finale.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)

Rullo 15/4/12 21:49 - 388 commenti

Un grandissimo Lynch in direzione di un altrettanto grandissimo film. L'intreccio di gelosie e mistero è da top class Lynchiana e offre due storie concentriche, parallele e perpendicolari allo stesso tempo. Le musiche rendono l'esperienza più unica; sommateci poi il calibro recitativo davvero alto ed il gioco è fatto. Inquietante e indimenticabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena finale e quella iniziale.
I gusti di Rullo (Avventura - Commedia - Drammatico)

Thedude94 26/10/17 10:48 - 297 commenti

Lynch gioca per tutto il film sul concetto di doppio, con una trama dal gusto thriller in cui un sassofonista (Pullman) e la sua amata (una bellissima Arquette) affrontano situazioni a dir poco strane e inquietanti. Ai momenti di passione tra i due si alternano scene di tensione altissime, nelle quali sono presenti figure e personaggi onirici quanto misteriosi. Il regista gira il tutto alla sua maniera e nonostante qualche mancanza di dettagli nella trama riesce a confezionare un prodotto notevole.
I gusti di Thedude94 (Drammatico - Gangster - Sentimentale)

Samdalmas 21/10/13 13:10 - 264 commenti

Uno dei capolavori di David Lynch in cui si ritrovano tutte le caratatterisitiche del suo cinema folle, visionario, controverso, che può piacere o no ma non lascia certo indifferenti. Un'opera che decostruisce thriller, noir, horror sin dall'incipit con la frase al citofono "Dick Laurent è morto", che ci fa precipitare subito nel labirinto lynchiano. Splendida e sorprendente la doppia Patricia Arquette, mora algida o bionda femme fatale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La telefonata del diabolico uomo misterioso al party; La scena d'amore con il sottofondo di "Song to the siren".
I gusti di Samdalmas (Musicale - Poliziesco - Thriller)

B.wildest 22/1/10 18:24 - 33 commenti

Una donna e un uomo che vissero due volte. Lynch gioca con il suo immaginario e gira un film divertentissimo, anche se con uno dei personaggi più terrificanti della storia (il mistery man). Grandi sequenze e ironia, anche se manca il guizzo del capolavoro: il gioco del nastro di Moebius su cui si chiude il film è interessante ma non suggestiona come Lynch ci ha abituato.
I gusti di B.wildest (Documentario - Fantastico - Musicale)

Impi3gato 23/2/16 21:04 - 26 commenti

Lynch stravolge e rinnova il noir a cui siamo abituati contaminandolo con la psicoanalisi e il surrealismo. Audio, colonna sonora (Rammstein sempre potenti) e scenografie sono estremamente curati per trasmettere una sensazione di straniamento e distacco che a tratti spaventa. La lunghezza e la difficoltà della trama non rendono il film facilmente digeribile, tuttavia lo spettatore non è mai abbandonato a se stesso; anzi, di frequente giunge a provare sensazioni simili a quelle dei protagonisti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inseguimento in macchina di Dick Laurent.
I gusti di Impi3gato (Commedia - Drammatico - Fantascienza)

Mike91 14/1/17 13:40 - 3 commenti

Film strano e surreale che fa la gioia di chi cerca la complessità a tutti i costi. Invece secondo me è troppo sornione proprio in questo suo meccanismo, nel ricercare un senso di mistero arrivando quasi al grottesco (che però strizzi l'occhio all'interpretazione dello spettatore, il quale può trovarvi qualsiasi significato).
I gusti di Mike91 (Animazione - Drammatico - Horror)