Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LACRIME DI SANGUE

All'interno del forum, per questo film:
Lacrime di sangue
Titolo originale:L'étrange couleur des larmes de ton corps
Dati:Anno: 2013Genere: thriller (colore)
Regia:Hélène Cattet, Bruno Forzani
Cast:Klaus Tange, Ursula Bedena, Joe Koener, Birgit Yew, Hans de Munter, Anna D'Annunzio, Jean-Michel Vovk, Manon Beuchot, Romain Roll, Lolita Oosterlynck, Delphine Brual, Sam Louwyck, Sylvia Camarda, Ann de Visscher, Michael Fromowicz
Note:Aka "The strange colour of your body's tears".
Visite:775
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/3/14 DAL BENEMERITO DEEPRED89

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 2/10/16 18:03 - 3875 commenti

Lontano da Amer, almeno sul piano narrativo. Cattet e Forzani stavolta centrano l'attenzione sull'edificio maledetto in stile Liberty, derivato dall'ambo argentiano (Suspiria e Inferno) ma peccano d'eccessivo sperimentalismo nella composizione visiva retoricamente estrema quando non destabilizzante (prova ne sia il segmento della donna alle prese con il killer, girato in B/N e movimenti a scatto). Minore anche la scelta del reparto musicale, dove predomina il tema di Tutti i colori del buio.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Cotola 23/8/14 22:20 - 6795 commenti

Passo indietro dei due registi rispetto al loro lavoro precedente. La tecnica è ancora una volta scintillante anche se i troppi ed insistiti virtuosismi possono stancare: tuttavia la fotografia e l'uso dei cromatismi vanno a segno e possono deliziare. Funziona meno la trama che risulta difficile da comprendere e resta ermetica anche dopo i titoli di coda: chi cerca un plot lineare ne resterà parecchio deluso. Tuttavia potrà piacere a chi guarderà soprattutto il lato visivo ed a chi ama il cinema bis, ancora una volta ampiamente omaggia soprattutto musicalmente. Sperimentale ed incompiuto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il palazzo in cui è ambientato, specie alcuni particolari. I cromatismi. Gli omaggi musicali al nostro cinema. .
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Deepred89 19/3/14 11:46 - 3046 commenti

Dopo Amer i due registi portano all'estremo il loro linguaggio fatto di virtuosismi, fotografia che richiama l'Argento più visionario (nonostante un supporto piuttosto povero), primissimi piani ed ermetismo, realizzando un film più dalle parti dello sperimentale che dei thriller canonici. Il tutto è pesante e ridondante, ma il fascino affiora, l'ambientazione (a la Inferno) funziona e certe scene hanno una buona forza visiva. Molti aspetti della trama rimangono oscuri, ma vale la pena di fare un tentativo.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 20/9/16 23:44 - 3468 commenti

Per gli appassionati del genere un tuffo verticale negli anni 70 capace di mixare cromatismi, musiche, ambientazioni e visioni tipiche del periodo. Con sonorità e gusto del macabro adeguate se non fosse che l'operazione nostalgia si tramuta ben presto in una assoluta cripticità di racconto e in un profluvio di sguardi e caleidoscopi onirici esagerati, tra di loro interscambiabili. Più divertente da realizzare che da vedere.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Minitina80 5/12/18 9:30 - 1810 commenti

Sfoggia un’estetica molto ricercata, fatta di colori saturi, zoom estremi e inquadrature vorticose. Esagera troppo sotto questo punto di vista, portando ben presto alla saturazione e all’alienazione pressoché totale da una storia che a conti fatti non esiste. Si nota, invece, un’influenza non trascurabile del cinema italiano degli anni Settanta. La colonna sonora e i richiami all’Argento di Suspiria e Inferno sono evidenti. Da vivere come un trip cinematografico, forse troppo astruso e difficile da seguire.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Ira72 22/11/16 14:39 - 587 commenti

Lo stile estetico mi ha ricordato Peter Greenaway. Di Argento ci ho visto solo l'ambientazione liberty che può ricordare quella di Suspiria. Onestamente non mi sono divertita affatto: troppo onirico, visionario, metaforico, infiorettato. Sarebbe stato un capolavoro, se ci fosse stata una sceneggiatura un po' più lineare e con meno flashback, perché la scelta dei colori, degli effetti visivi e delle ambientazioni è unica e memorabile. Un cult sicuramente, a cui però preferisco la leggerezza verace dei thriller anni 70.
I gusti di Ira72 (Documentario - Horror - Thriller)

Lattepiù 19/9/16 14:11 - 208 commenti

La seconda prova nel lungo di Cattet & Forzani è un’estremizzazione del discorso iniziato con Amer, ma allo stesso tempo è anche un vistoso passo indietro. Se nel film precedente si raggiungeva un equilibrio mirabile tra stile baroccamente arty ed esigenze di racconto pur minimamente rispettate, questa volta si spinge il pedale di una cripticità labirintica che rende davvero arduo non solo capire, ma anche appassionarsi a ciò che si vede. Certo, a livello di caleidoscopica visionarietà il film non si discute.
I gusti di Lattepiù (Fantascienza - Poliziesco - Western)