Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• MR. STITCH - PENSIERI RESIDUALI

All'interno del forum, per questo film:
• Mr. Stitch - Pensieri residuali
Titolo originale:Mr. Stitch
Dati:Anno: 1995Genere: fantascienza (colore)
Regia:Roger Avary
Cast:Rutger Hauer, Wil Wheaton, Stevo Polyi, Rowland Wafford, Richard Louderback, Kevin White, Luke Stratte-McClure, Al Sapienza, Valarie Trapp, Nia Peeples, Ron Perlman, Ron Jeremy
Note:Aka "Mister Stitch, pensieri residuali", ma non "Mister Stich".
Visite:327
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 2
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Rielaborazione (dichiarata fin dall'inizio, quando Rutger Hauer racconta alla sua “creatura” di aver realizzato il sogno fino ad allora solo immaginato da Mary Shelley) del mito frankensteiniano, MR. STITCH ne vorrebbe essere una versione pseudoscientifico-futuristica in cui il “mostro” è il collage di addirittura 80 esseri umani diversi. Roger Avary (ex collaboratore di Tarantino e autore del discreto KILLING ZOE) scrive e dirige un film che, non potendo puntare su alcuna novità dal punto di vista narrativo (vi si riciclano anzi una serie infinita di banalità) cerca di farsi apprezzare dal punto di vista formale, con una messa in scena scarna ma d'effetto che ricorda per alcuni versi l'estetica di un certo tipo di videoclip e per altri l'immagine più classica dell'arredamento futurista da B-movie (vedi il finale di SUPERFANTOZZI, tanto per citare un esempio): spazi vuoti e bianchi, un occhio volante che fa da guardiano onnipresente, abiti candidi e assenza di suoni e rumori. In questa stanza asettica si muove Lazzaro (Wil Wheaton), ideale incarnazione dello slogan Benetton “united colors of”: un arlecchino di pelle che comincia a prendere coscienza di sé e a contravvenire agli ordini del suo “tutore” Rutger Hauer. Naturalmente i suoi ricordi, che non dovrebbero esistere, sono invece quelli dei tanti corpi di cui è composto, con allegati flashback. Conoscerà una dottoressa che unica lo comprende e tenterà la fuga per capire di essere uno dei primi prototipi di soldato “invulnerabile” creato dai soliti ufficiali americani senza scrupoli (wow, che novità!). Se non fosse per un’atmosfera a tratti insolita e surreale ci sarebbe da rabbrividire, di fronte a tanto qualunquismo. Prima parte noiosa e insopportabile.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 15/1/09 16:24 - 7075 commenti

Dopo un promettente inizio, misterioso ed interessante, il film arranca sempre più col passare dei minuti, perdendosi dietro i deliri del protagonista e quelli dello sceneggiatore che non sapendo più che pesci prendere lo fa parlare a ruota libera. Inoltre il banale è sempre dietro l’angolo. Peccato perché con una sceneggiatura più curata avrebbe potuto essere un vero e proprio gioiellino.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Jena 20/10/19 12:57 - 1047 commenti

Film veramente curioso. Innanzitutto a dirigerlo è nientedimeno che Roger Avary, lo sceneggiatore cult di Pulp fiction, poi sfodera un cast con gente come Rutger Hauer, Ron Perlman, Whil Wheaton. Ma ancor più curioso è che la prima parte è veramente intrigante, un'originale reinvenzione della storia di Frankenstein con un'incredibile scenografia di bianco acceccante e un Hauer mad doctor mellifluo assolutamente strepitoso. Purtroppo nella seconda parte il film si perde in assurdi complotti militareschi e un finale che fa gridare vendetta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli strani strumenti in uso al mad doctor; L'Occhio gigante; Mr "cerotto".
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)