Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'ODIO

All'interno del forum, per questo film:
L'odio
Titolo originale:La haine
Dati:Anno: 1995Genere: drammatico (bianco e nero)
Regia:Mathieu Kassovitz
Cast:Vincent Cassel, Hubert Kounde, Said Taghmaoui, Karim Belkhadra, Edouard Montoute, Francois Levantal, Solo Dicko, Marc Duret, Eloise Eauth, Rywka Wajsbrot
Visite:1567
Il film ricorda:Una vita violenta (a Brainiac)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 23
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 22/12/08 15:42 - 10785 commenti

Con L'odio il regista Mathieu Kassovitz compie un'operazione di cinema verità raccontando molto bene la dura realtà delle periferie parigine popolate da disperati privi di prospettive per il futuro. La forza del film (fotografato in un efficacissimo bianco e nero) risiede nello stile asciutto e scarno, privo di compiacimenti, con il quale l'opera è stata realizzata. Ottimo il cast.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 18/12/08 10:07 - 7187 commenti

Tre ragazzi delle banlieu parigine, immersi in scontri tra bande e polizia. Il b/n della fotografia asciuga ogni possibile retorica riducendo lo sguardo al minimo indispensabile per assistere alla deriva esistenziale di giovani senza radici e senza futuro, cresciuti in un costante brodo di coltura dell'odio e della forza come unico linguaggio di relazione. Un bel film, anche se Kassovitz, al suo secondo lavoro, è un po' troppo compiaciuto della propria ricercatezza formale, che alla fine è più interessante della storia raccontata.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Capannelle 21/12/09 11:19 - 3519 commenti

Ci sono diversi spunti interessanti (ad esempio la terrazza e le sue gerarchie), qualche passaggio graffiante (la troupe tv) e sarcastico (il vecchietto in bagno) unite ad una cura registica non comune che valorizza la prova dei tre protagonisti. Ma c'è anche una storia che rimane troppo bloccata su di loro e sulla loro dialettica. È vero che il ritmo non cala mai, ma col passare dei minuti il tutto tende a ripetersi e perde anche in credibilità. Buon film.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Brainiac 9/2/09 6:15 - 1081 commenti

Parecchi anni prima che la rivolta irrompesse nelle piazze parigine, Kassovitz descrisse i germi dell'iniquità sociale alla base delle sommosse, il mancato senso d'appartenenza, l'emarginazione. Il film è neorealismo puro, diretto e recitato con veridicità, sporcato da qualche spunto surreale (l'elefante, il dj). Che dire, proprio in virtù della sua lungimiranza è un film seminale e visti i recenti accadimenti (stupri, homeless dati alle fiamme, giustizialismo di piazza) è ora che qualcuno proponga questa analisi sociale in Italia, prima che sia troppo tardi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Un dj solitario fa risuonare la sua musica nei desolanti palazzoni delle periferie parigine.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Hackett 26/10/08 17:22 - 1588 commenti

Kassovitz dà sfogo all'odio represso della gioventù emarginata dei quartieri-ghetto parigini. Lo fa con un film asciutto, teso e girato in maniera convulsa, decisa, arrabbiata come i suoi protagonisti. Forse più mestiere che rabbia, forse più il caso che l'ambizione, hanno fatto di questo film un'esordio acclamatissimo del cineasta francese. Da allora, però, la sua rabbia sembra essersi chietata e questo rimane il suo lavoro migliore.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Fabbiu 25/10/13 2:50 - 1873 commenti

Tre ragazzi della banlieue di Parigi e il loro precipitare, in attesa di un atterraggio finale di classe; la ricerca di una identità all'interno della società civile, le incomprensioni e gli scontri con la polizia. Movimenti di macchina fluidi, precisi, ambienti selezionatissimi, fotografia molto particolare. Alcuni momenti cult (il dj su tutte) con dialoghi che a volte lasciano il segno, altre volte tendono a ripetersi nella scelta stilistica di accavallare grida di continui litigi, ben riuscita ma protratta per tutta la durata del film (troppo).
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Enzus79 17/11/11 16:34 - 1540 commenti

Gran bel film questo di Matheiu Kassovitz, che credo rimarrà fino ad oggi il migliore della sua carriera. Le drammaticità di una giornata qualsiasi passata nelle banlieu parigine da tre ragazzi, che amano la violenza, spacciano droga ed odiano le forze dell'ordine. Bravissimo Vincent Cassel, qui doppiato bene. Ottimo il bianco e nero.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Giapo 27/11/07 10:20 - 222 commenti

Film di denuncia su una società in inarrestabile caduta libera che si alimenta di odio e intolleranza. Dirigendo in maniera aggressiva e incisiva Kassovitz esalta la passionalità che sta dietro alla sua storia, volutamente priva di approfondimenti sociologici, ricerca di responsabilità o accuse: il suo sguardo è cinico, obiettivo e triste. Ottime le interpretazioni di tutti gli attori in un film che lascia il segno.
I gusti di Giapo (Gangster - Horror - Thriller)

Saintgifts 17/11/12 10:11 - 4099 commenti

Il problema non è l'atterraggio, è la caduta. Senza caduta non c'è il problema dell'atterraggio. Bisogna fare in modo di non cadere. Bisogna stare attenti a non perdere un treno in Siberia, o almeno ad allacciarsi in tempo i pantaloni. Giovani ed arrabbiati, emarginati o autoemarginati, sanno di vivere in una giungla, dove vorrebbero fare i predatori (credendo così di pareggiare ingiustizie sociali), ma sono solo prede. Un film crudo e violento, che mostra tutta la stupidità della violenza, anzi la violenza della stupidità.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Pinhead80 27/11/10 12:16 - 3311 commenti

Film a contenuto altamente sociologico, è la rappresentazione di quelle che sono le difficoltà di integrazione e di convivenza razziale nelle bainlieu parigine. Ogni singolo fotogramma è intriso di intolleranza e di violenza (fisica, mentale). La distanza o meglio il confine tra culture e popoli, tra polizia e cittadini è qualcosa di invisibile ma di tangibile. La strada che ti inghiotte e ti svilisce finisce per essere palestra di vita e non luogo di formazione.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Paulaster 24/1/14 10:24 - 2154 commenti

Film più maleducato che violento, dove il vagare dei tre perdigiorno non può che sfogarsi contro chiunque capiti a tiro. Dialoghi visti come tra gli spacciatori di Spike Lee, che descrivono un’area di disagio, dove anche la polizia si adegua al clima. Più che una denuncia, un parlarsi addosso a volte grottesco, magari esagerato, ma girato con ritmo e bianco/nero di lucida follia. Cassel dimostra fisicità e talento. Un buon finale chiude l’ellissi della giornata.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Cassel davanti allo specchio che rifà De Niro; La visita a Asterix.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Mickes2 22/2/11 10:53 - 1550 commenti

Film dal taglio crudo, essenziale, dal ritmo sempre serrato, con buonissimi dialoghi e storia "da strada". La pellicola è questo: la caduta verso il baratro di una generazione, quella che vive nei ghetti della Francia. Narrazione ficcante al punto giusto, regia tecnicamente parlando di alto livello, come l'interpretazione di un Vincent Cassel che ci sguazza nel ruolo del cattivo.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Luchi78 1/9/10 15:13 - 1521 commenti

La prima metà del film sortisce il solo effetto di farti odiare i tre protagonisti che si urlano in continuazione addosso facendo capire che sono belli incazzosi e basta. La seconda metà è sicuramente più accattivante perché entra più nel vivo degli scontri e definisce meglio i ruoli dei personaggi. Pregevole la scelta dell'uso del banco e nero, oltre ad un finale ottimo.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Disorder 23/6/09 16:46 - 1382 commenti

Non c'è una vera storia, il regista si accontenta di filmare tre giovani che vivono nella Banlieue parigina tra emarginazione, miseria e tanto odio (ricambiato) verso il mondo. È comunque un buon film, molto forte a livello visivo, ricco di scene ad alto contenuto emotivo che è difficile dimenticare; e nemmeno troppo violento, finale a parte. Efficace è la parola giusta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La giornalista tv, che entra nella Banlieue come se fosse una zona di guerra, in cerca di "teppisti" veri da intervistare: dovrà darsela a gambe.
I gusti di Disorder (Avventura - Commedia - Drammatico)

Jandileida 31/1/16 15:17 - 1095 commenti

Anche senza voler dare fiato alla retorica tromba della "voce inascolatata delle periferie" (che poi, retorica fino a un certo punto), l'opera di Kassovitz ha il pregio di confrontare il grande pubblico con la realtà delle banlieues senza farsi trascinare da un mieloso pietismo. Grezzo come lo sono molti esordi, qua e là tendente al didascalico, riesce a coniugare autorialismo (il b/n, a esempio) con la forza bruta del verismo e farsi trascinante. Si arriva così ai personaggi, il vero motore del film, con attori che vi si calano pienamente.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Nancy 29/7/13 17:02 - 754 commenti

Kassovitz lascia a bocca aperta di fronte ai suoi molti virtuosismi con la mdp (vince il premio per la miglior regia a Cannes, infatti) e le molte citazioni di cui dissemina il film (indimenticabile quella a Taxi driver). Anche nella sceneggiatura si accosta al filone tarantiniano: tante parole e parolacce; i suoi personaggi sono dei poco di buono, ceffi della banlieu parigina. Ma Kassovitz voleva andare più in là, frugando nella psicologia di questa classe e cercando anche risposta a certi atteggiamenti. Più presuntuoso di Quentin, ma meno appassionante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Cassel di fronte allo specchio.
I gusti di Nancy (Commedia - Drammatico - Thriller)

Bubobubo 9/2/19 0:00 - 711 commenti

Non è (solo) cinema verità: è la fotografia istantanea, cruda e (ir)rispettosa di uno spaziotempo definitissimo e per questo massimamente astratto. Chi non ha niente scava ancora più in basso, nell'impatto del corpo che atterra dopo una caduta da un palazzo di cinquanta piani. Kassovitz, seppur con qualche inevitabile malizia, riesce nell'impresa di forgiare una personalissima semiosfera che, nel volto intagliato di Cassel, trova la sua massima espressione.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)

Ford 26/3/12 11:19 - 582 commenti

Massimo dei voti per la resa filmica: regia fantasiosa con autentici colpi di classe, bianconero incisivo, montaggio perfetto; la sceneggiatura è invece ripetitiva e nella seconda parte, quando viene meno la "novità" dei personaggi, il film diventa quasi prevedibile, ma la fotografia di questa gioventù è talmente cruda che forse non ci si poteva aspettare niente di più, come se il campionario umano dei tre non potesse proprio andare oltre. Il finale è spettacolare, girato benissimo, ma io un po' me l'aspettavo.
I gusti di Ford (Animazione - Commedia - Horror)

Cloack 77 3/6/12 10:11 - 547 commenti

Tutto è ben condotto, i caratteri sono descritti alla perfezione, Cassell è l'innesco che da un momento all'altro può far deflagrare la vita di una intera città, il finale è "l'eventualità necessaria"; ciò che non convince invece è l'impatto deciso di una regia che non morde l'asfalto, ma si lascia andare a sguardi d'autore che col realismo ricercato cozzano e infastidiscono, tradendo una certa falsità e distanza dal soggetto. E buttarla continuamente in cagnara non giova alla credibilità dell'impianto.
I gusti di Cloack 77 (Drammatico - Horror - Western)

Magi94 12/9/17 23:51 - 507 commenti

Incredibilmente premonitore visti gli ultimi fatti francesi, si tratta di un film iperrealista e spietato, che fa pochi sconti sia ai protagonisti (il regista non ha alcuna intenzione di renderceli simpatici) sia alla polizia (e da qui reazione sdegnate dei poliziotti francesi). Forse perché rende il tutto più asciutto, forse perché aggiunge freddezza alla violenza, il bianco e nero è un vero tocco d'artista. La sceneggiatura cincischia nella parte centrale, ma quel che deve restare sono i personaggi (ottimi attori) e la morale della caduta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "L'importante non è la caduta, ma l'atterraggio".
I gusti di Magi94 (Commedia - Drammatico - Horror)

Anna 22/4/09 0:04 - 90 commenti

È il tutto e niente di una giornata trascorsa da tre ragazzi della periferia di Parigi. Le ore passano tra violenza e l'inutile senso che si vuole dare a una vita già segnata. Realistico spaccato dei nostri giorni che spesso si finge di non vedere. Non c'è l'eroe di turno né il lieto fine, solo profonda amarezza. Emozionante film in azzecato bianco e nero. Ottimi i tre protagonisti a cui aggiungerei il quarto: la pistola.
I gusti di Anna (Musicale - Poliziesco - Thriller)

Tommy3793 21/6/13 0:15 - 72 commenti

La giornata di tre squinternati ragazzacci francesi alle prese con attività poco lecite ed eticamente non impeccabili. Il problema è qui: bello da vedersi (esteticamente magnifiche fotografia, recitazione e regia) ma sin troppo vuoto in certi punti. Si intravede, infatti, quà e là qualche buco creativo nella sceneggiatura. Però tecnicamente è indiscutibile. Si salva anche per la durata non eccessiva e il buon finale.
I gusti di Tommy3793 (Azione - Fantascienza - Thriller)

Bullseye2 13/11/15 0:47 - 61 commenti

L'odio qui si respira a pieni polmoni. Squarci infernali si aprono nel primo lungometraggio di Kassovitz e a vent'anni di distanza quella che nel 1995 era una scintilla confinata alle banlieues parigine è oggi un fuoco dirompente che infiamma le città europee. Vite senza amore e prospettive concrete possono condurre solo alla rabbia e alla violenza. La "feccia" pre-Sarkozy delle banlieues è una moltitudine di razze e religioni con un due cose in comune: il dolore e la voglia di vendicarsi. Feroce, intenso, scioccante, indimenticabile.
I gusti di Bullseye2 (Erotico - Poliziesco - Western)