Cerca per genere
Attori/registi più presenti

...DIRAI: HO UCCISO PER LEGITTIMA DIFESA

All'interno del forum, per questo film:
...Dirai: ho ucciso per legittima difesa
Titolo originale:La primera entrega
Dati:Anno: 1971Genere: thriller (colore)
Regia:Angelino Fons
Cast:Glen Lee, Franco Citti, Bruno Corazzari, Lola Sordo, Pilar Bardem, Rosa de Alba, Fernando GuillÚn, Gemma Cuervo
Visite:823
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/10/13 DAL BENEMERITO FAUNO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Daidae 27/5/19 12:32 - 2570 commenti

Scadente, noioso e fiacco pseudothriller di cui sono da salvare solo le discrete location spagnole (con qualche bella ripresa della stupenda Roma anni 70) e l'ottima fotografia. Il buon cast, che vede presenti gli italiani Corazzari e Citti, Ŕ letteralmente sprecato; trama che sa di giÓ visto priva della minima suspense. Tra le poche note positive la bella musica di Piccioni.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Rufus68 6/6/19 23:30 - 2504 commenti

Il fascino settantiano ce l'ha tutto, a partire dal titolo: si respira un'aria di libertÓ. Purtroppo il filmino non ha la minima perspicuitÓ drammaturgica gettando una serie di personaggi anonimi (Lee, la Sordo) o privi di credibilitÓ psicologica in un thriller che, alla fine, proprio per questo, non si regge in piedi. Fuori parte Citti nonostante la buona volontÓ da trucido del suburbio. Il colpetto di scena aggiunge poco.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Fauno 24/10/13 9:55 - 1799 commenti

╚ una perlina che da sempre volevo inanellare alla mia collana, anche se alla fine l'ho trovata grezzuccia... Citti Ŕ costante a spadroneggiare col suo fare da troglodita, ma lui e l'altro rapinatore agiscono con una tecnica che fa sorridere e le loro ambizioni sono alquanto limitate. Ottima la musica nei night club e buffa l'amica aristocratica; la persona tradita ha una reazione che oltre a ricordare la GadÚ nel film di Forque ci lancia perfino al Geldof parkeriano, mentre quella del traditore si limita al marito della Wey in Senza scrupoli.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La confessione finale e lo scambio di persona.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Nicola81 24/5/19 10:09 - 1634 commenti

Il mezzo colpo di scena finale restituisce un minimo di senso (ma giusto un minimo) a questo pseudo-thriller che per il resto viaggia nell'anonimato pi¨ totale, regalando solo noia a profusione. Citti fa il solito delinquente di borgata ma la sua ossessione per la vittima designata Ŕ poco credibile, Lee fa il belloccio senza incidere, Corazzari Ŕ del tutto fuori parte, le due donne aggiungono poco. In teoria dovremmo essere a Madrid, ma Ŕ difficile accorgersene. Davvero poco da salvare, forse solo le musiche di Piccioni.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)