Cerca per genere
Attori/registi più presenti

HORS SATAN

All'interno del forum, per questo film:
Hors satan
Titolo originale:Hors Satan
Dati:Anno: 2011Genere: drammatico (colore)
Regia:Bruno Dumont
Cast:David Dewaele, Alexandra Lemâtre, Christophe Bon, Juliette Bacquet, Aurore Broutin, Sonia Barthélémy, Valérie Mestdagh, Dominique Caffier
Visite:241
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/11/12 DAL BENEMERITO LUCIUS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 31/8/16 20:09 - 6857 commenti

Dumont continua l'indagine sul Male (Satana) ma cerca di andare oltre-al di là (Hors appunto) di esso e anche del Bene. Il personaggio principale è enigmatico così come il suo agire: in ciò sta il fascino di un film comunque complesso e di difficile fruizione. Lo stile è quello solito del regista: molti silenzi, ritmi catatonici ed estenuanti; violenze ed efferatezze improvvise, gratuite e spesso ingiustificabili (forse poiché alle volte lo è anche il male?). Può non piacere certo, ma bisogna comunque riconoscere a Dumont una sua "cifra stilistica ed autoriale. Per chi ama il regista.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Pinhead80 19/3/19 19:04 - 3301 commenti

Per affrontare la visione di questo film è necessario mettersi nelle condizioni di aspettare almeno la prima mezz'ora per capirci qualcosa e non è detto che possa bastare. Detto questo si arriva alla fine con un sacco di idee in testa su cosa ci abbia voluto dire Dumont. All'interno di una cornice da favola si sviluppa una storia dove la differenza tra bene e male si delinea tra uno stacco e l'altro, si confonde tra passato e presente e infine si mescola all'interno delle viscere. Un film dalla grandissima profondità che scuote l'anima.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Lucius  2/11/12 20:20 - 2700 commenti

E' l'occulto che domina la vita dei protagonisti e per quanto si tratti di una sceneggiatura apparentemente incomprensibile, sono i silenzi ad apparire eccessivi e snervanti per lo spettatore, rapito prettamente dai magnifici passaggi. Alcune scene sono estreme (una mai vista prima sul grande schermo) e si potevano tranquillamente evitare, ma il connubio calma apparente/orrore colpisce in pieno come un pugno sferrato allo stomaco. Minimalista, troppo sensoriale, sorprendentemente bucolico e al contempo investito dal male.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)