Cerca per genere
Attori/registi più presenti

GAMBE D'ORO

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Prima del PRESIDENTE DEL BORGOROSSO FOOTBALL CLUB c'era già chi aveva cercato di incentrare sulla figura del presidente di una squadra di calcio provinciale un film. E Totò, nel ruolo che sarà di Sordi, è qui addirittura più divertente: avarissimo, perennemente infuriato, cinico, si disinteressa della squadra pur di spendere per essa il meno possibile. Così, quando i due assi (Paolo Ferrari e Rosario Borelli), le due “gambe d’oro” del titolo, vengono adocchiati dai talent scout di Serie A, impiega poco a venderli allegramente. Chi ci rimette è il buon allenatore Armando (Memmo Carotenuto), che tanto aveva fatto per portare la sua Cerignola fino in serie C. I due campioni, abbagliati dalle promesse di contratti milionari, si lasciano andare e la squadra crolla, finché si avvicina la partita con la Nazionale italiana, nientemeno! Antonio Margheriti (sì, proprio lui, l'autore di tanta fantascienza italiana gloriosa) scrive con il regista Turi Vasile un copione che mescola sentimenti (le storie d'amore dei due calciatori con le fidanzate occupano un discreto spazio), sport e lealtà (la figura dell'allenatore è esemplare) con poca fantasia e poco divertimento, ma c'è Totò il quale, pur se stanco e meno improvvisatore del consueto, si ritaglia una caratterizzazione spassosa ed eccellente, tutta giocata sulla meschinità del personaggio. E a dire il vero non è nemmeno un ruolo secondario; cosicché il film, per buoni tratti, si lascia ampiamente vedere. Certo il supercoatto di buon cuore Memmo Carotenuto non è un comico, così come non lo sono gli altri del cast e gli interludi noiosi, mal girati non si contano. È il destino di tanti Totò-movie, in ogni caso, inutile stupirsi.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 22/7/12 2:00 - 4451 commenti

Curioso film d'ambiente calcistico, tutto buoni sentimenti e trionfo del buon cuore e della semplicità (il tifoso picchiatello è Jimmy il Fenomeno!). La pellicola sceglie giustamente di far vedere poco calcio (simularlo dà sempre un po' di fastidio) e qua e là azzecca qualche colpetto: l'equivoco fra Totò e Ferrari che lo sbarba, il milanese disegnato da Furlanetto che fa la caricatura di Rizzoli, fino a Pandolfini, qui sindaco di Cerignola, che addirittura lancia il coro della tifoseria ("Olio, petrolio...") nel momento più azzeccato del film. C'è Santesso, futuro paparazzo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il citato cora da stadio lanciato da Turi Pandolfini.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Il Gobbo 15/12/07 15:04 - 3011 commenti

Modesta prova registica del produttore Turi Vasile, che fa assurgere agli onori del grande schermo Cerignola, senza però azzeccare il bersaglio. Naturalmente dove c'è il Principe c'è sempre qualcosa da salvare, ma la storiella ha il fiato corto e il pallone conferma una certa mancanza di feeling col cinema. Evocato nell'amichevole con la nazionale il patavino Bruno Nicolè, meteora del calcio italiano che ebbe una breve stagione di gloria nella Juve di Boniperti, Charles e Sivori
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Pigro 23/3/11 10:24 - 7310 commenti

Inutile spruzzare il film di frammenti musicali: la commedia è di un'idiozia sopraffina, non tanto per la trama (vicende di una squadretta di calcio col bomber innamorato della figlia del burbero patròn), quanto per lo stucchevole spirito arzillo di cui è impregnata e per una sceneggiatura stanca come è stanco Totò, qui in una delle sue partecipazioni più noiose e inutili. Impagabilmente kitsch la canzoncina che i calciatori cantano gaiamente nel budello sotterraneo, con Paolo Ferrari che accenna pure a un improvvido sculettamento.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Homesick 4/8/12 16:47 - 5737 commenti

Commedia calcistica in cui il gioco del pallone è invero la copertura per una storiella a lieto fine su amicizia e sincero spirito sportivo. Eccessiva durata, fiacchezza, dialoghi logorroici e troppe parentesi amorose le comporterebbero la squalifica se non fosse per le mimiche e le freddure di Totò (che pure si autocita) e la romanità verace e un po’ malinconica di Memmo Carotenuto. Scritta dal regista con Antonio Margheriti, che nel gotico e nelle avventure fantascientifiche avrà modo di rivelare ben altra sostanza e valore.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il “duello” di Ferrari davanti alla fontana; l’avaraccio Totò che stira le banconote come Paperon de’ Paperoni.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 20/7/08 12:50 - 7006 commenti

Film sul calcio piuttosto brutto che nemmeno la presenza di Totò (qui non particolarmente ispirato) riesce a nobilitare. Pochissime risate e francamente fastidiosi gli intenti didattico-morali contenuti dalla pellicola. Probabilmente solo per gli amanti più sfegatati del principe della risata e forse nemmeno per loro.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 27/5/18 13:14 - 8073 commenti

Lo spirito di squadra di una formazione di provincia è messo in crisi dalla prospettiva di passaggio alla serie A dei due giocatori migliori... Pur sport nazionale per l'eccellenza, il calcio ha fornito poche occasioni valide al nostro cinema e non è il caso di questa commediola, animata da uno spirito da recita parrocchiale ed interpretata da un Totò visibilmente stanco e fuori forma. Memmo Carotenuto ci mette un maggior impegno ma non può risollevare le sorti di un film mediocre ed afflitto, oltre che da troppe banalità, da insulsi intermezzi musicali.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Saintgifts 3/1/16 9:49 - 4099 commenti

Totò c'è, ma non è il protagonista assoluto; la commedia è corale non solo perché c'è di mezzo una squadra di calcio ma perché fatta di tante piccole vicende personali. Per ciò che riguarda il calcio, nonostante il piccolo mondo di Cerignola, ci sono già tutti i fattori, sportivi e non, che degenereranno nel tempo fino ad arrivare alla situazione attuale. Le parentesi amorose, anche se indispensabili, sono forse le più barbose, ma ci sono anche i simpatici "pretini" che giocano a pallone nelle loro lunghe tonache e pregano per la squadra.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Graf 29/9/11 21:28 - 626 commenti

Un altro modesto film sul mondo del calcio. Di sicuro calcio e cinema non vanno molto d'accordo neanche quando nel film recita Totò. Il film è una bozzettistica rappresentazione dell'ambiente paesano che gravita intorno al calcio di serie inferiore e fa la spola tra commedia sociale, farsa e dramma sentimentale insicuro sulla strada da prendere. Ritmo narrativo soporifero. Totò disegna un personaggio anomalo: è il Barone Fontana, il padrone della locale squadra di calcio dai tratti duri, spigolosi, quasi antipatici. Un Totò forzatamente poco divertente.
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)

Noodles 21/8/19 16:16 - 270 commenti

Un Totò fuori forma e non brillante come sempre non basta a risollevare le sorti di questa commedia, non bruttissima ma piuttosto mediocre. A parte i terribili intermezzi musicali, la sceneggiatura è piuttosto fiacca e quando viene a mancare Totò il tutto sembra calare visibilmente. Il significato del film è bello, ma trattato male e su questo tema si può trovare molto di meglio. Poche le battute e i momenti divertenti. Non si strapperà i capelli chi lo perderà.
I gusti di Noodles (Commedia - Drammatico - Horror)