Cerca per genere
Attori/registi più presenti

KILLER CROCODILE

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Fabrizio De Angelis, sotto l’abituale pseudonimo di Larry Ludman, dirige nel 1988 (e quindi ben sette anni dopo ALLIGATOR e CROCODILE, gli altri due film dedicati alle gesta di coccodrilli assassini) questo KILLER CROCODILE, miserrima produzione in cui unico interesse potevano essere gli effetti speciali e i trucchi di Giannetto De Rossi, uno dei maggiori specialisti italiani del settore. E invece il megacoccodrillo killer (una decina di metri di estensione) è assai deludente: rigido come uno stoccafisso, lo sguardo da pesce lesso, arriva addirittura a imbizzarrirsi in una delle scene più malinconicamente divertenti, in cui spunta da dietro una pianta e si erge fino a raggiungere la parte più alta di uno yacht facendo cadere in acqua (per poi sbranarlo) il cattivissimo proprietario. La storia è veramente uno dei tanti esempi di riciclaggio impunito: un gruppo di giovani ecologi trova in un fiume dei rifiuti tossici (ovviamente causa della spropositata crescita del coccodrillo): proveranno a mettere in guardia le autorità (un giudice e un imprenditore senza scrupoli, nessun altro) per capire però che essi sanno già tutto ma tacciono per interessi personali; così il coccodrillo comincia a colpire: si presenta sfasciando un pontile (che novità!) e divorando un paio di villeggianti. Prima della fine farà fuori un paio di componenti del gruppo di ecologi (risparmiando uno di loro che gli si era lanciato inspiegabilmente contro in acqua) e pochi altri. Finale delirante per incoerenza logica. Gli attori non sono nemmeno così incapaci e la regia ha qualche momento azzeccato (nelle inquadrature pelo d'acqua, per esempio). Se solo la sceneggiatura non fosse così evanescente...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 12/9/07 17:41 - 3875 commenti

Il produttore di buona fetta di cinema di genere italiano (e del miglior Fulci in particolare) ha l'idea di proporre un low budget nobilitato da passabili effetti speciali, curati dal grande Giannetto De Rossi. Le motivazioni della ferocia di un gruppo di coccodrilli, accaniti contro l'umana esistenza, è -al solito- di blanda concezione ecologica: la discarica di rifiuti radiattivi utilizzata da loschi contrabbandieri. Eppure, nonostanze la pochezza di budget, grazie alla musica di Riz Ortolani -e a qualche trovata- il film si lascia seguire.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 2/6/12 17:45 - 4269 commenti

Lo squalo ha fatto scuola, ma pare che chi l'ha visto e ha tentato di emularlo con altri animali assassini non abbia prestato la dovuta attenzione; e questo ne è un fulgido esempio. Musichetta ripetitiva, buoni, cattivi speculatori inquinanti e un testone dentuto non bastano per realizzare una pellicola decente, soprattutto se le idee latitano, il ritmo non è certo frenetico e gli attacchi del rettileo capoccione sono tutti uguali. Il sangue scorre e la gente muore, ma il materiale filmico è talmente grezzo da non andare al di là del filmaccio

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La visione dall'interno delle fauci (avevano solo quelle, dovevano pur sfruttarle); Il lancio del cappello rotante con effetto sonoro...; Il finale...
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Schramm 14/11/17 13:49 - 2259 commenti

Scuderia fulciana (l’immarcescibile asse De Angelis-Di Rossi-Tomassi) per lo spin off di uno spin off, uno spaghetti-ecovengeance tutto prospettiche soggettive a pelo d’acqua. De Angelis non arriverà a lustrar le scarpe a Spielberg, ma nel fargli verso e capoverso conosce molto bene gli spicci modi e tempi del verbo intrattenere, e sa fare del mero sottogenere virtù. Con una maggiore rifinitura della fotografia (ignara di filtri e controluce) e un superiore apporto calorico di gore e splatter (purtroppo iper-centellinati) non sfigurerebbe tra i croco-movies di ultima e penultima generazione.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Markus 24/12/16 12:12 - 2796 commenti

Ultimi scampoli del cinema di genere italiano ancorato agli effetti speciali old style prima dell'avvento della terribile computer grafica. Un mega coccodrillo - reso tale da delle scorie radioattive in un fiume - semina terrore, specialmente a un gruppo di giovinastri cassati da un anziano come: "Siete di quelli che vogliono il rispetto della natura?". Le musiche di Ortolani sono ai limiti del plagio del celebre motivo de Lo squalo, cosicché quando il rettile si avvicina alla preda si ascolta il celebre "ta-ta-ta". Non male, dopotutto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Un vecchio parlando dei giovani: "Grandi ideali, amore per la droga e ogni tanto ci scappa il morto".
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Herrkinski 14/5/08 17:41 - 4263 commenti

Sarà che io sono un appassionato di coccodrilli e alligatori, ma a me non è dispiaciuto. Effetti speciali sufficienti, cast discreto, musiche ok di Riz Ortolani. Il film si fa seguire, anche se la trama è derivativa e di un qualunquismo sconfortante, tuttavia nella sua completezza il film è una discreta variazione sul tema degli animali asssassini. Accattivante.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Daidae 1/4/09 23:17 - 2560 commenti

Notevole mondezza su celluloide. Un enorme coccodrillo (ogni volta che appare rido) contro un gruppo di ecologisti alleati per l'occasione con un cacciatore (Enio Girolami). Effetti speciali ridicoli, scene ridicole (quella del coccodrillo che attacca la barca è stra-comica), recitazione orrida (a parte Girolami che comunque non brilla). Una porcheria, ma almeno fa ridere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il coccodrillo surf!
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Stubby 20/1/09 0:50 - 1147 commenti

Trattasi di un trashone della "Madonna", però nel suo piccolo ha un qualcosa di accattivante. Certo di salvabile vi è poco, comunque sarà l'atmosfera delle belle location, sarà la fotografia un po' sbiadita, sarà che "puzza" terribilmente di anni 80, ma a me alla fine non è neppure dispiaciuto troppo.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Lovejoy 1/3/08 16:19 - 1825 commenti

Risibile produzione appartenente al ricco filone degli animali assassini realizzata dal regista (parola grossa...) della serie del Ragazzo dal kimono d'oro. Miscuglio orrendo di Alligator e Moby Dick, vedasi la scena di Van Johnson che sale in groppa al coccodrillo. La locandina fa apparire grosso l'animale più di quanto in realtà sia. Attori e regia deficitarie, così come gli effetti speciali. Se possibile, il secondo è anche peggio.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Buiomega71 26/5/11 19:31 - 1940 commenti

Divertente "animal attack" del regista di Thunder. De Angelis, praticamente, gira sempre lo stesso film, con i soliti ralenti, sia che riprenda inseguimenti d'auto o coccodrilli assassini. Però è una guduria vedere Ennio Girolami, con cipiglio alla Lee Van Cleef, scimiottare il Robert Shaw di Jaws. Non male gli attacchi del cocco, come l'attacco allo yoth del magnate Foley. Ci sono pure particolari gore, come il cadavere della ragazza sbranata che emerge dall'acqua e il suo corpo in una squallida morgue. Brutto, ma innegabilmente spassoso.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'attacco del cocco sul pontile con una bambina; l'elica dello scafo usata come arma; il cocco di "gomma", creato dal mitico Gianetto De Rossi.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Ryo 30/9/11 1:13 - 1832 commenti

Noioso filmaccio scontato come i saldi di fine stagione, ambientato in una specie di location povera e impoverita. Alcune scene di delitti dell'animale sono imbarazzanti, ma proprio per questo è divertente vedere sino a dove si può spingere la ridicolaggine di un regista. L' "uccisore di coccodrilli" professionista è duro come Chuck Norris, ma credibile quanto una moneta da 3 euro. E hanno avuto pure il coraggio di girare un seguito!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Toglimi questa sanguisuga!" "Non preoccuparti, morirà da sola quando succhierà il tuo sangue malato...".
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Rigoletto 5/12/18 19:36 - 1381 commenti

Chi lo vede avrà la sensazione di trovarsi davanti Lo squalo di Spielberg, nel quale il coccodrillo prende le parti del pescecane. Essendo davanti a un semi-clone (basta ascoltare le musiche del pur bravo Ortolani) si avrà la tendenza a fare (impietosi) confronti ma il film, nella sua mediocrità e inverosimiglianza, ha un che di "gradevole" che ovviamente non lo trasformerà in un caposaldo del genere, ma che gli conferisce una certa piccola dignità.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La prova divertente di Girolami (attitudine di Shaw, maschera di van Cleef e una spruzzata di ironia).
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Jurgen77 1/10/15 13:48 - 587 commenti

Ennesima riedizione dello Squalo in salsa italian ultra-low budget. Il coccodrillo di per sé, pur muovendosi a scatti e avendo per occhio una pallina da ping pong, non è nemmeno malaccio. Tutto il resto è veramente poca cosa. Anche la fotografia è buia e confusionaria. Non contenti, Ludman & co ci hanno regalato pure un seguito...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: A volte sembra che il coccodrillo ruggisca!
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)