Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• MONSTER SHARK ATTACK

All'interno del forum, per questo film:
• Monster shark attack
Titolo originale:2-Headed Shark Attack
Dati:Anno: 2012Genere: animali assassini (colore)
Regia:Christopher Ray
Cast:Carmen Electra, Charlie O'Connell, Brooke Hogan, Gerald Webb, David Gallegos, Geoff Ward, Mercedes Young, Shannan Stewart, Tihirah Taliaferro, Michael Dicarluccio, Lauren Vera
Note:Aka "Two Headed Shark Attack", "2 Headed Shark Attack", "2Headed Shark Attack".
Visite:632
Filmati:
Approfondimenti:1) TUTTI GLI SQUALI AL CINEMA E IN TV
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/3/12 DAL BENEMERITO ZUNI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 10/10/15
Ogni tanto qualcuno che prova a uscire dagli schemi c'è. Già l'idea dello squalo a due teste non è niente male, ma in un'epoca in cui questi predatori dei mari li abbiamo visti trasformarsi in qualsiasi cosa non ci sarebbe nemmeno troppo da stupirsene. No, la differenza è che qui qualcosa, a livello di trama, si è voluto aggiungere. Non la solita solfa dello squalo che terrorizza la costa e fa fuori surfisti e barcaioli ma un gruppo di amici (con una concentrazione di gnocca da spavento) che durante una gita in yacht si ancora a un atollo polinesiano. Certo, poco ci vuole prima che nelle acque si palesi lo squalo freak, ma la cosa folle è che l'atollo va lentamente sprofondando, colpito nelle sue basi di corallo dalle tremende testate dell'animale. Quindi è tutto un fare la spola tra lo yacht danneggiato ancorato al largo e l'atollo il cui terreno vediamo creparsi e cedere minuto dopo minuto. Il killer dei mari non è nemmeno ricreato digitalmente così male, considerato ovviamente che parliamo di un film tv: con gli anni l'arte di chi disegna al computer migliora e gli effetti si vedono. Siamo ancora lontani dal realismo, ma almeno non abbiamo a che fare con stoccafissi che si muovono in acqua in modo del tutto innaturale e vedere le vittime sbranate da due bocche contemporaneamente colpisce. Il sangue non manca e se non fosse per un montaggio spesso mal realizzato durante gli attacchi potremmo dire che rispetto alla media l'idea del due teste funziona e che i corpi vengono maciullati discretamente. Perdipiù le dimensioni della bestia sono colossali e quando salta fuori dall'acqua addentando al volo inquadrata in campo lungo una certa soddisfazione la regala. Le note dolenti arrivano come sempre dalla recitazione generale, davvero sotto la media. A consolare i maschietti un parco femminile davvero ragguardevole - capitanato dalle due iperpoppute Carmen Electra e Brooke Hogan (sorta di Cameron Diaz ma con la quinta, figlia del wrestler Hulk Hogan) - e un'attenzione particolare ai guizzanti fisici delle protagoniste: la prolungata scena con le due ragazze a seno scoperto in acqua che lesbicheggiano aiutate dall'amico belloccio lascia il segno, i primi piani spudorati sulle poppe (coperte) della Electra sono un dichiarato intento che punta a un pubblico ben preciso. Chiaro purtroppo che tutto questo non può compensare la recitazione penosa del cast, quindi nei momenti in cui non ci si può sollazzare con gli attacchi del due teste c'è da mettersi le mani nei capelli. Però il finale, che porta in scena addirittura un inatteso tsunami prima dello scontro conclusivo, dà la misura della follia dei film targati Asylum: quando trovano un paio di buone idee si fanno anche seguire...
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 8/8/17 16:47 - 4141 commenti

Lo squalo bicefalo biruggisce, bisfascia (anche l'isola), va a una velocità da formula uno e ha doppio appetito (deve pur sempre mangiarsi quasi tutto il cast in poco tempo; una bella impresa, ma ne sarà all'altezza). Oltre alla computer grafica non certo eccelsa (sempre meglio della recitazione), qui vengono usati anche testoni vecchio stile, pietosamente reali, muniti di denti sul giallognolo (eppure sono sempre in acqua; dovrebbero essere più che puliti). Filmaccio con qualche simpatica masticata e un cast femminile, che "potrebbe non essere stato scelto" per l'interpretazione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Vanno sul pontile per sfuggire al terremoto, perchè lo squalone bicefalo è "molto meno" pericoloso...; Tiene occupato lo squalo facendosi masticare.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Jurgen77 18/9/17 13:58 - 572 commenti

Demenziale prodotto dall'Asylum che ci propina, questa volta, lo squalo a due teste. Solita parata di nudi di pregevole fattura e trama sgangherata. Effetti speciali di bassissimo budget e livello con alternanza di effetti in digitale e squalo di cartapesta. Il tutto mascherato da sangue, nebbia e acqua per coprire la pochezza dei mezzi. A tratti, tuttavia può essere pure divertente... So bad it's so good.
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)

Pesten 14/8/18 11:04 - 376 commenti

Va rispettata la Asylum per il saper andare oltre il grottesco, ma non sempre i risultati sono decenti. In questo caso infatti il film è veramente brutto, per tanti motivi. Cast agghiacciante, riprese mal realizzate, montaggio con evidenti sbagli, effetti ora digitali che ogni tanto mostrano texture che non si dovrebbero vedere, ora di gomma con denti di squalo di peluche, personaggi ridicoli. Unico "interesse" la sfilata di seni di tutte le dimensioni, forme e colori che ci intrattengono dalla prima scena.
I gusti di Pesten (Horror - Poliziesco - Thriller)

Zuni 2/3/12 15:45 - 68 commenti

Asylum: se la follia delle loro idee fosse direttamente proporzionale all'effettiva riuscita dei film sarebbe la più grande casa di produzione esistente. Invece niente da fare e quindi prendere una creatura assurda, inserirla in un contesto che più imbecille non si può, rubare qua e là da prodotti similari più ricchi ma senza esagerare su gore e nudità. Va apprezzato che almeno questa volta non compaiono i soliti set dei loro film, ma la grammatica cinematografica è come sempre inesistente e i tocchi di humour volontario fanno più danno che altro.
I gusti di Zuni (Animali assassini - Horror - Thriller)