Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• BLACK MIRROR (5 STAGIONI)

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 17
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/2/12 DAL BENEMERITO SCHRAMM

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 30/11/16 5:53 - 10903 commenti

Se, come molti dicono, la tecnologia è la nuova religione, Black mirror ne è lo sguardo critico, lo specchio nero in cui si riflettono le contraddizioni esasperate della modernità. Non particolarmente originale nell'assunto, è invece molto efficace nella costruzione che avviene mediante sceneggiature ben scritte e dialoghi incisivi. Il carattere antologico è perfetto per focalizzarsi di volta in volta sul punto critico. Molto ben scelti e bravi gli attori.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Puppigallo 11/10/12 0:02 - 4317 commenti

Tre episodi che forse non dicono niente di particolarmente eclatante, ma lo dicono bene. Girati con mestiere e una certa classe, traghettano lo spettatore attraverso storie fantapossibili. Se la prima può essere un "Che si deve fare per campare...o meglio, per lavorare", con protagonista un Primo Ministro e una sporca offerta che non può proprio rifiutare. La seconda ci mostra cosa resterà di noi...di reale, ben poco (e pare non se ne possa uscire). Mentre la terza dimostra che la tecnologia può essere così invasiva da rovinare tutto (altro che ricordi felici...). Meritevole di visione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Il maiale è stato sedato, così è più tranquillo...; "Una vita da avatar; Le diverse reazioni di lei quando si relaziona col marito e con l'ex. .
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Schramm 10/2/12 14:01 - 2288 commenti

Quando la fantasatira esautora ogni possibilità di divertimento, è solo spietata, e unisce i puntini che vanno da Debord a Kaczynski, poggiando sul più esacerbato luddismo e su una tecnofobia che a tratti ruzzola di malo modo nella più banale retorica (riassorbita però dalla terribile capacità della società dello spettacolo di riconvertirla e serializzarla a suo favore). I politici? Tutti maiali, che s'accoppino dunque coi propri simili. La tv? Egemonia del darwinismo spicciolo, vince chi perde (e viceversa). La memoria? Arma di distruzione di massa. Una miniserie senza fede, speranza, carità.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 5/3/19 0:44 - 6968 commenti

Notevole serie britannica che si interroga sull'influenza che la tecnologia ha sulle nostre vite: ci sono dei limiti? Quali? Facile da seguire per la sua natura antologica: ogni episodio è autoconcludente come nelle vecchie serie tv. La durata (quasi sempre tra 50 e 60 minuti) è ottimale per il tipo di prodotto. Nelle prime due serie la tensione inizia sin dai primi minuti e si mantiene alta per tutta la sua durata. Non sempre originalissimi ma comunque inquietanti le varie storie e temi trattati. Chi ama il genere, non lo perda.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 15/10/12 17:10 - 1608 commenti

Siamo tutti in mostra, siamo tutti in vendita, siamo tutti in crisi. Questa la morale di una patinata miniserie che ricicla idee altrui (da Bradbury a Dick) per fare una riflessione sul rapporto tra identità e immagine, realtà e virtualità. Il grottesco è registro rischioso, basta niente e si finisce nel ridicolo. I primi due episodi sono modesti (con un sovrappiù di volgarità inutile nel primo). Il terzo, per quanto non originale, è meglio anche a livello di lavoro sui personaggi. Confezione levigato/fighetta in tono con l'operazione.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 5/11/12 11:47 - 8008 commenti

Primo ministro inglese costretto a sottostare ad una richiesta inusuale - XFactor del futuro, vincere è l'unica alternativa per sfuggire all'anonimato ma chi vince (si) perde e chi si ribella viene inglobato - La memoria come un hard disk che immagazzina i ricordi come files: comodo? Mica tanto se si è un marito geloso... Sono tre episodi di eccellente fattura e vario interesse, il cui filo conduttore è l'invadenza dei media, affrontata in maniera paradossale e satirica nel primo, estremizzata (ma non di molto) nel secondo, intimizzata nel terzo, forse il migliore anche se il meno originale.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 18/8/15 15:50 - 2073 commenti

Distopia inglese che declina in tre episodi l'impatto delle nuove tecnologie sulla vita privata degli individui. Le conclusioni sono sempre quelle attese dalle premesse e il rischio di dar forma a un monumentale "spot progresso" è scampato per miracolo. Lo mettono al riparo: l'accurata costruzione degli script-ordigno, l'escalation emotionale, le acute notazioni sociologiche e, non ultima, la confezione cinematografica. Il chiacchierato episodio sul primo ministro rischia di apparire il più banale oltre che scandalo della sola popolazione inglese, visto che altrove ci si vende per molto meno.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Hackett 28/3/13 7:30 - 1597 commenti

Ottima serie britannica che con pochi episodi riesce splendidamente a fotografare e demonizzare gli aspetti più pericolosi dell'estrema ascesa che la tecnologia sta conoscendo nelle nostre vite. Episodi taglienti, beffardi e spietati, ben costruiti e ottimamente recitati. Una serie davvero notevole per la quale si auspica un proseguio.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Fabbiu 7/11/12 22:48 - 1881 commenti

Ottimo modo (moderno) per farmi ricordare Ai confini della realtà, anche se questi episodi sono ai confini di una realtà che è già a un buon punto, in particolare per il secondo episodio sulla vita virtuale. Tre belle sceneggiature, sviluppate bene, con senso del coinvolgimento e ritmo, sostenute da validi cast e centrate sul tema della (dis)funzione sociale per tecnologia all'eccesso; cattive, sadiche e pessimiste, queste tre storielle riescono ad emozionare come dovrebbe sempre fare un (buon) prodotto di fantascienza. Speriamo bene per la prossima serie...
I gusti di Fabbiu (Commedia - Fantascienza - Fantastico)

Ryo 4/7/13 15:55 - 1875 commenti

Solo sei episodi (tre per serie), ma con dei magnifici soggetti autoconclusivi, di volta in volta con personaggi, situazioni e probabilmente realtà diverse. L'unico filo conduttore della serie sono la tecnologia e i mass-media. Fotografia e regia eccellenti, tutti gli episodi non causano alcun calo di attenzione. Una delle poche serie in circolazione che uniscono innovazione, tecnica e arte.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il marchingegno dei ricordi; L'androide; Waldo e le similitudini con Beppe Grillo.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Il Dandi 12/8/19 11:56 - 1580 commenti

L'evoluzione millennial delle vecchie distopie fantascientifiche anni '50 propone scenari familiari e immediatamente futuribili, in cui è la realtà a essersi spostata e non i suoi confini. Il rapporto fra morale sociale e progresso tecnologico è il filo conduttore di una serie antologica il cui format rischia di farsi col tempo prevedibile, ma che nelle prime stagioni ha inanellato più di un capolavoro. Gli episodi più indimenticabili (e migliori) sono proprio quelli in cui la credulità richiesta è minima tanto la realtà pare vicina.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il talent-show con Rupert Everett; Jon Hamm trainer di cookie; La web-reputation come moneta (di scambio e di sussistenza).
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Mickes2 29/3/13 11:34 - 1551 commenti

Brillante e coraggiosa miniserie che, se ancora ce ne fosse bisogno, dimostra l’alto valore dei serial anglosassoni. Tre episodi dai generi contaminati che si rifanno a varie suggestioni e distopie di un prossimo futuro rapportando il tutto verso un’ottica tecnologica e mediatica e di come queste possano invadere le esistenze di tutta l’umanità dilaniando comportamenti, raccordi sociali ed etica morale. Con un sottofondo perennemente nichilista, lo spettacolo d’intrattenimento è garantito e il gusto cinematografico gronda da ogni sequenza.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Il ferrini 6/11/16 23:18 - 1463 commenti

Ottima confezione e buone idee; forse per qualcuna c'è bisogno di una massiccia sospensione dell'incredulità, ma il gioco vale la candela. Il filo rosso che unisce tutte le puntate è la progressiva perdita d'umanità dovuta alle nuove tecnologie, che invece d'esser al nostro servizio finiscono per fagocitarci e renderci schiavi. Anche il sesso è tema ricorrente, ma assume sovente connotazione negativa, disturbante. Sicuramente un progetto interessante, per di più con storie autoconclusive e quindi non impegnativo.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Xamini   20/9/15 21:46 - 894 commenti

Siamo alla terza stagione per questa miniserie che fa un po' il verso alla storica Ai confini della realtà. Qui la chiave è moderna e ogni stagione (meglio, ogni episodio auto conclusivo) mette in scena la propria distopia a forte matrice tecnologica. Un aspetto del nostro tempo viene portato all'esasperazione e posto sotto lente di ingrandimento; la scrittura resta di qualità e la serie inizia a farsi ricca.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Gabigol 1/6/19 17:33 - 353 commenti

Ottima serie nelle prime due stagioni; "solo" buona in quelle successive, con qualche picco degno di nota ("San Junipero" è da applausi scroscianti). Black Mirror indaga il rapporto tra uomo - inserito in società - e le tecnologie accessibili; non indulge nel mettere a nudo l'esercizio del male nei margini che il libero arbitrio permette. E quando non sussiste volontà diretta, sono le buone intenzioni o la semplice superficialità a decretare la propria condanna. Tanti spunti e una confezione tecnica ineccepibile per una serie già cult.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli avatar in bici; La condanna della memoria registrata; Il populismo politico di Waldo; L'app per parlare col defunto; San Junipero come paradiso.
I gusti di Gabigol (Animali assassini - Fantastico - Horror)

Bizzu 1/7/15 13:04 - 210 commenti

Ideale aggiornamento contemporaneo di Ai confini della realtà: in ogni episodio viene portata alle estreme conseguenze una nuova tecnologia, naturalmente con piglio pessimista e accusatorio. La qualità è ottima per quanto riguarda le idee di partenza e le varie implicazioni, però alcune, una volta portate sullo schermo, sanno di già visto. In particolare le parti più riuscite si hanno quando non si sfora nella fantascienza spicciola ma quando si rimane ancorati alle tecnologie già esistenti, creando distopie decisamente inquietanti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutta la puntata del primo ministro; La donna che parla con una app che simula il marito defunto.
I gusti di Bizzu (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Toporosso 13/4/15 16:20 - 77 commenti

Fiction televisiva inglese, con struttura antologica. Ovviamente lontana anni luce dalla consolatoria ed edificante fiction nostrana. Qui le brillanti trame che molto guardano alla sociologia presentano come sottile filo conduttore l'ambiguo e variegato rapporto degli esseri umani, potenti o molto comuni, con una tecnologia appena più avanzata di quella odierna. Una tecnologia che, ben lungi dal semplificare o migliorare la vita e le relazioni umane, amplifica difetti e debolezze di chi la usa. Consigliatissima la visione.
I gusti di Toporosso (Commedia - Fantastico - Thriller)