Cerca per genere
Attori/registi più presenti

STEPFATHER II - IL PATRIGNO 2

All'interno del forum, per questo film:
Stepfather II - Il patrigno 2
Titolo originale:Stepfather II
Dati:Anno: 1989Genere: thriller (colore)
Regia:Jeff Burr
Cast:Terry O'Quinn, Meg Foster, Caroline Williams, Jonathan Brandis, Michael Laurence, Henry Brown, Miriam Byrd-Nethery, Leon Martell, Renata Scott, John O'Leary, Glen Adams, Eric Brown
Note:Aka "Stepfather 2: Make room for daddy".
Visite:662
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Tornano Terry O'Quinn e la sua ossessione di cercare ad ogni costo la "famiglia felice", tornano i pesanti sfoghi solitari in cantina e il motivetto fischettato ad ogni pie' sospinto, tornano lo sguardo inquietante e gli scatti d'improvvisa follia violenta. STEPFATHER 2 non cambia praticamente nulla delle direttive che trasformarono il personaggio del primo capitolo in un piccolo fenomeno del cinema horror. L'unica variante consiste nell'aver lasciato alla nuova promessa sposa (Meg Foster) a non a suo figlio il ruolo di "indagatore principale". Per il resto l'impianto narrativo resta lo stesso, con la fuga dal manicomio che sostituisce il racconto del primo delitto. Terry O'Quinn non ha perso nulla del suo carisma e si conferma uno dei più credibili psicopatici serial-killer del panorama horror americano. La regia di Jeff Burr è leggermente migliore di quella di Joseph Ruben ma non riesce a ritrovare quella sottile ironia sottesa al primo episodio. Ci si diverte meno, in poche parole, perché la trama preferisce dare maggiore spazio alle indagini (anche se svolte proivatamente, questa volta) piuttosto che alla caratterizzazione del personaggio. Tanto che a volte sembra quasi di assistere a un telefilm polizesco, più che a un film. Poco male, comunque; ne guadagna la fruibilità immediata, con una regia più fluida e una struttura più classica, da thriller puro. Manca però la sorpresa e ormai le reazioni del "family killer" le possiamo ampiamente prevedere. Resta l'impressione che di nuovo, in ogni caso, la trama sia solo un rtiempitivo: la forza del film è ancora O'Quinn e senza di lui entrambe le pellicole perderebberpo gran parte del loro valore. La confezione è sempre modesta, poco più che da tipico tv-movie.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 13/8/08 16:11 - 10955 commenti

Film in sè non disprezzabile ma che risulta inevitabilmente privo dell'effetto "sorpresa" del primo ed efficacissimo episodio, rispetto al quale appare piuttosto ripetitivo. Regia discreta nel costruire la tensione, sceneggiatura sufficiente (anche se non al livello della precedente) e protagonista ancora impeccabilmente interpretato da Terry O'Quinn.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Undying 2/8/07 18:31 - 3875 commenti

Sulla linea del predecessore Jeff Burr riporta alla ribalta la vicenda di Jerry Blake (ancora interpretato con maestria dal grande Terry O'Quinn), ma stavolta l'effetto sorpresa -trattandosi di un sequel- viene a mancare ed il cambio di sceneggiatore (qua John Auerbach) si fa sentire. Resta un bel film, penalizzato forse dalla forzatura indotta al regista (nessuno spargimento di sangue), che si sente a livello di regia. Burr avrà modo di rifarsi (Leatherface, Puppet Master 4 e 5, Pumpkinhead II, Night of the Scarecrow). Avrà un altro seguito.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Cotola 20/3/08 18:18 - 7038 commenti

Nonostante più che un vero e proprio sequel sembri piuttosto un remake del primo capitolo, il film non è malvagio e pur riprendendo molte situazioni della pellicola precedente, risulta gradevole e scorre via liscio sino alla fine. Certo il calo rispetto al prototipo è notevole ma una visione la merita. Ancora una volta ottimamente folle l'interpretazione di Terry O'Quinn.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Herrkinski 28/10/13 2:35 - 4436 commenti

Il successo del primo episodio ha inevitabilmente generato un sequel, in verità piuttosto pretestuoso; infatti, tolto l'elemento sorpresa, ci troviamo di fronte quasi a un remake, non fosse per l'incipit con la fuga dall'ospedale psichiatrico. Detto questo, il film rimane comunque un bel lavoro, girato con professionalità e interpretato bene, oltre che dal sempre notevole O'Quinn anche dal resto del cast. Le situazioni di tensione ci sono, il film non cede allo splatter facile e si lascia seguire senza annoiare. Buono il commento musicale.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Daidae 22/6/09 10:19 - 2598 commenti

Ecco un sequel, non dico bellissimo ma perlomeno ben riuscito e agganciato bene al capitolo precedente. Il patrigno continua con la sua idea di famiglia perfetta, la tensione è purtroppo vicina allo zero ma perlomeno l'interpretazione è più che decente. Si perde un po' nel finale. Bello ma non troppo.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Buiomega71 30/10/15 0:49 - 2035 commenti

Sequel assai modesto, sia nella regia di Burr (nettamente inferiore a quella tagliente di Ruben), sia nello script (praticamente ricalca il prototipo senza particolari guizzi). Burr la butta più sullo slasher, mostra qualche schizzo ematico in più e fa del motivetto fischiettato "Camptown Races" un vero e proprio tormentone (nonché rivelazione delle folli intenzioni del patrigno). Calma un po' piatta, che si riprende leggermente nel concitato finale pre-nuziale, con la povera Foster sbatacchiata di qua e di là e picchiata a sangue. Tutto nella media e distante anni luce dalla freschezza del capostipite.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: O'Quinn si guarda un videotape con improbabili (e improponibili) possibili future mogli; Con la Volvo a dar di matto dallo sfasciacarrozze; La forchettata alla mano.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Tomastich 5/2/09 11:57 - 1203 commenti

Non c'era bisogno del sequel: 1) perché una coltellata al cuore è veramente letale, 2) perché gli attori co-protagonisti di questo sequel sono sotto la media del b-movie, 3) perché la storia non fa più paura. O'Quinn ricicla le stesse azioni fatte due anni prima e devo dire che stufa molto. Detto da uno che apprezza anche molti sequel bistrattati da tutti, è veramente tanto. Se il primo era da esaltare questo è da bocciare.
I gusti di Tomastich (Animali assassini - Horror - Thriller)

Ira72 19/5/19 16:14 - 780 commenti

Copia mediocre dell’originale in cui la regia non brilla e getta questo film nel calderone anni 90 in cui è tutto molto slasher e anche piuttosto noioso. Mancano tensione e un minimo di slanci emotivi che possano coinvolgere, ma la breve durata e O’Quinn salvano il thriller in corner. Mentre nel primo Blake è uno psicopatico seriale che cambia famiglie al pari delle mutande, qui il nostro si incaponisce con la dirimpettaia e il di lei pargolo. Dunque l’episodio è piuttosto circoscritto, limitato, privo di guizzi e di colpi di scena.
I gusti di Ira72 (Documentario - Horror - Thriller)