Cerca per genere
Attori/registi più presenti

VIOLENT COP

M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 13
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 27/10/18 13:12 - 10881 commenti

Il debutto cinematografico di Kitano avviene all'insegna di un poliziesco/noir originale nello svolgimento (più che nella trama) e segnato da una profonda cupezza che nasce da una visione amarissima della realtà e ad una profonda consapevolezza della disumanità del prossimo. La violenza visiva che esplode senza preavviso ed è alternata a momenti più riflessivi rappresenta la cifra stilistica più evidente di un film che si distingue anche per l'interpretazione del suo protagonista e la particolarità della colonna sonora.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Puppigallo 26/4/07 18:43 - 4299 commenti

Kitano, la sfinge a due facce (serio, o con sorriso un po’ forzato). Eppure, riesce a disegnare molto bene il personaggio (il poliziotto Azuma), che come un robot programmato va per la sua strada, segue le sue regole e non si fa troppi scrupoli (darà parecchie lezioni). Il bla bla di colleghi e superiori non lo tange (lui è di pochissime parole). Inquietante quadro iniziale su giovani e giovanissimi che, per noia o per ignoranza, si divertono a maltrattare barboni, o a lanciare oggetti dai ponti sulle barche. Ritmo un po’ altalenante. Buono .
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Renato 12/6/09 12:53 - 1495 commenti

Primo film di Kitano, con una struttura ancora migliorabile ma già di assoluto valore. La violenza in alcuni momenti è notevole, ma si mantiene ancora su livelli -soprattutto temporali- accettabili. Ricordo di averlo visto la prima volta quando avevo già memorizzato Hana-Bi, e questo in un certo qual modo lo ha reso anche più interessante, visto che certe cose Kitano le ha poi riprese e perfezionate, soprattutto nel montaggio.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Cotola 23/11/10 23:59 - 6927 commenti

Folgorante esordio cinematografico di Kitano (doppiamente meritevole poiché è riuscito anche creare ed incarnare una “maschera” indimenticabile) che sin dall’inizio pone le carte in tavola di quelli che saranno gli elementi tipici del suo stile: lunghi silenzi, scoppi improvvisi di violenza, pause e soprattutto un pessimismo di fondo, un nichilismo ed una cupezza che raggiungono livelli altissimi. Straniante ma riuscito l’uso della musica di Satie nelle scene d’azione. Notevole ma comprensibilmente potrebbe non piacere a tutti.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 24/6/19 9:53 - 1595 commenti

Il voto è forse viziato dal pregiudizio favorevole per il regista-attore, ma il film anticipa (1989) molte mode, non teme di dilatare i tempi annullando l'azione (sarà una cifra di Kitano per tutta la carriera), mette lampi di colore (e di violenza) inaspettati, senza esibire i vezzi (spesso formalistici) dei contemporanei hongkonghesi. Scura la fotografia, nera la storia, che mette a confronto il violent cop del titolo e un killer altrettanto amorale. Pochi altri esordi di questo livello.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 8/3/09 10:05 - 7920 commenti

Alla sua prima regia, di sorprendente maturità, Kitano mette in luce il lato cupo e pessimistico del personaggio di clown triste, mentre resta in sordina l'aspetto bizzarramente umoristico che invece emergerà nelle opere successive. È lui il violent cop del titolo, laconico, scostante con i colleghi, incurante dei superiori, determinato come un automa nel suo lavoro. Il suo unico rapporto umano sembra essere quello con la sorella handicappata e sarà proprio questo legame a causarne la rovina nel disperato, lancinante finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tutto l'epilogo della vicenda.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 17/7/09 15:45 - 3551 commenti

Il primo Kitano contiene in forma grezza gli elementi che caratterizzeranno i film di questo buono e originale regista. Troppi sono ancora i momenti di lentezza e pesantezza (assenza di musiche e generale freddezza degli ambienti), come forzati sono certi passaggi (certe morti non sono credibili) ma aldilà di questo c'è già un forte richiamo all'antieroe malinconico e dannato, qui reso acor più vulnerabile dalla sorella malata di mente.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Paulaster 19/2/16 9:52 - 2250 commenti

Più che un poliziesco inquadra un modus vivendi provocato dalla stessa società: la violenza brusca che ammorba i sobborghi. Buone le ambientazioni cupe a dimostrare che il male aleggia nelle ombre dei palazzi e musiche jazzate che accompagnano l’escalation (a ricordare Taxi driver). Kitano ha gli sguardi da duro anche se talvolta va fuori giri come resa scenica. Finale con le sue dolenti implicazioni a denunciare che le abitudini criminali sono divenute quotidiane e irreversibili.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La ragazza uccisa per sbaglio.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Ryo 15/4/14 20:35 - 1852 commenti

Esordio alla regia di Takeshi Kitano che, venendo da un trascorso da comico puro, tinge inaspettatamente il suo film di violenza e crudeltà. A fronte di una sceneggiatura molto accattivante che vede protagonista un personaggio di un cinismo esagerato, c'è da dire che la regia a volte risulta appesantita da troppi inutili tempi morti e una scarsa credibilità in alcune scene di combattimento.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Mickes2 28/12/11 17:40 - 1551 commenti

Il clima gelido a asettico che permea la centrale di polizia rispecchia appieno l’animo e il carattere di Akuma, poliziotto schivo e violento, taciturno con i più e veramente affezionato solo alla sorella malata. La prima regia di Beat Takeshi ha uno stile grezzo e discontinuo con un ritmo a tratti incerto, ma porta già con sè quasi tutti gli stilemi del suo cinema. Notevole la capacità di dipingere un antieroe servendosi di una storia dai toni acri e cupi, dove domina il cinismo, dove cane mangia cane, dove non c’è spazio per la redenzione.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Bubobubo 14/11/18 14:31 - 805 commenti

Per quanto si pensi di aver raschiato il fondo, c'è sempre qualcosa in agguato pronta a far vacillare ogni certezza. La violenza del poliziotto (di) Kitano è, prima di tutto, manifestazione emotiva di un nichilismo a tutto tondo, di mancanza di fiducia nell'altro, nella società, nella giustizia. Né redentori né redenti: all'inferno ci si va tutti assieme, trascinandosi l'uno con l'altro. Qualche esagerazione grafica in un finale dalle tinte fumettose ridimensiona leggermente il giudizio complessivo.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)

Alex1988 14/1/16 18:41 - 528 commenti

Pregevole esordio alla regia per Kitano, destinato a una grande carriera, seppur fatta di alti e bassi. Storia di un poliziotto alla "Callaghiana", violento come non mai e incapace di affetto se non per la propria sorella. L'abilità di Kitano è quella di non esaltare la violenza che permea tutta la storia ma di mostrarla in modo tale da non far immedesimare il pubblico con il personaggio.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

Blutarsky 14/11/07 17:33 - 350 commenti

Opera prima di Kitano che dimostra una sicurezza nella regia sconcertante e costruisce un film fatto di silenzi e atmosfere rarefatte che vengono interrotte da improvvisi scoppi di violenza. Si cuce su misura il personaggio dell’autodistruttivo poliziotto protagonista, incurante dei superiori e del mondo in generale. In alcuni momenti si percepisce l’umorismo feroce del regista, ma il tono generale è cupo, in un crescendo che porta fino allo straziante finale. Ottimo punto di partenza per conoscere la filmografia del regista.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inseguimento del criminale con la mazza da baseball.
I gusti di Blutarsky (Giallo - Poliziesco - Western)