Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA NOTTE DEL DEMONIO

All'interno del forum, per questo film:
La notte del demonio
Titolo originale:Night of the demon
Dati:Anno: 1957Genere: thriller (bianco e nero)
Regia:Jacques Tourneur
Cast:Dana Andrews, Peggy Cummins, Nial McGinnis, Athene Seyler, Maurice Denham, Ewan Roberts
Note:Aka "Curse of the demon" (recut version)
Visite:2009
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 17
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 26/3/07 0:58 - 3875 commenti

Grande, inimitabile viaggio nel mistero (suggerito). Il film di Tourneur riesce a instillare il senso di delirio e di "irreale" che sembra affrancarsi da una mente malata per procedere sul piano della realtà. Il "contratto" diabolico, stipulato con il sangue, riaffiora a tempo debito mentre il protagonista tenta di fuggire da quello che sembra un incubo ma non lo è. La luna piena, le impronte del Dèmone sul terreno, la manifestazione finale (voluta dalla produzione) lo rendono indimenticabile.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 26/4/11 18:09 - 5737 commenti

Rispettosa reinvenzione del racconto “L’incantesimo delle rune” di M.R. James. L’orrore si palesa da subito sotto forma di un mostro carnevalesco, ma a prevalere è il senso di sottile inquietudine e irrisolta ambiguità effuso da eventi, oggetti e situazioni (la sfida ad oltranza tra scienza e occulto, il biglietto da visita, la pergamena, il corridoio, il bosco, il vento) secondo il tipico stile del regista de Il bacio della pantera, che pure si autocita nella scena del gatto. Andrews è il fervido e tenace Holden, mentre McGinnis dona un’aria di minacciosa affabilità al demoniaco Karswell.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il biglietto da visita con l’annuncio di morte; il confronto finale sul treno tra Holden e Karswell.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 3/8/11 20:50 - 6634 commenti

Fatta eccezione per il discutibile “diavolaccio”, Tourner sceglie, come già fatto sublimemente in passato, la strada del non mostrare. Preferisce alludere, creando comunque un alone di mistero e tensione crescente che raggiunge il climax nella scena finale del treno tra il professor Holden e Karswell. Grazie anche alla sceneggiatura tesse una tela di ragno attorno al suo protagonista che, sempre più minacciato, rischia di rimanerci invischiato in modo letale. Ottima la confezione. Un gioiellino.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 23/5/16 21:29 - 7226 commenti

In certi casi, lasciar immaginare è meglio che mostrare. Ne è un esempio quest'opera di Tourneur, al solito magistrale nel creare tensione per allusioni, i cui unici punti deboli corrispondono appunto a quando il diavolo, invece di limitarsi a metterci lo zampino, si mostra in tutta la sua bruttezza resa un poco patetica dalla modestia degli effetti speciali. Ma è una pecca che non inficia il valore del film, elegante nella messa in scena, efficace nella trama che vede contrapposto lo scettico Andrews allo stregone MacGinnis, culminante in un bellissimo finale di cui si ricorderà Raimi.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 26/2/13 14:29 - 2068 commenti

Certo è che il diavolaccio in apertura e chiusura accende ancora discussioni sulla sua opportunità - confermando, piaccia o meno, che appartiene ad un altrove rispetto al corpo del film. Quel che si dibatte tra testa e coda, comunque, è un Tourneur d'annata, ispiratissimo nelle allusioni visive, raffinato nella definizione di personaggi verosimili pur in una narrazione schematica e prevedibile (lo scontro tra razionale e paranormale), intuitivo e perturbante nel dare corpo alla fenomenologia dell'orrore (il Male è un clown che gioca con i bambini...). Citato da Raimi in Drag me to Hell.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Ciavazzaro 10/4/09 12:12 - 4659 commenti

Notevole. Firmato dal maestro della suspence Jacques Tourneur, un ottimo horror satanico, che presenta un clima di pericolo incombente fino agli ultimi minuti di film. Notevole la tensione, che cresce di minuto in minuto, nelle sequenze finali: dapprima nel vagone del treno e poi sulle rotaie. Non male (fa un certo effetto ancora oggi) il make-up del mostro. Deliziosa la Cummins, ottimo villian Mc Ginnis. Sicuramente da conservare.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Deepred89 22/9/15 19:47 - 2983 commenti

Tolto un mostrone, che sarebbe forse stato meglio non mostrare (al di là del non disprezzabile effetto speciale), un notevole horror a tema scetticismo/superstizione, forte di una fredda, elegante atmosfera e di una regia solida e perfettamente funzionale (almeno finché non mostra troppo) a una sceneggiatura abilissima nel mantenere alto l'interesse. Unico rammarico: il non sviluppato spunto della musica satanica che il protagonista crede di sentire, intuizione che nasce e muore in una sequenza che Argento terrà probabilmente a mente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Nel bene e nel male: le due (e mezza) apparizioni della creatura satanica.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Trivex 1/8/10 15:28 - 1345 commenti

Nero e cerebrale, minaccia comunicativa notevole nella magia dei demoni. La lotta tra lo stregone cattivo ed il borghese ponderato si fa serrata e non disdegna di colpi bassi. Fortunatamente, quando il soprannaturale entra in scena e la stregoneria diviene palese, si smette di parlare di illusionismo e si fa sul serio. Una buona scrittura di cinema, un impianto scuro diretto con mano salda, ottimi attori ed un finale dinamico ed incerto fino al termine. Anche il gigantesco demone, che avanza tra la nebbia e fa a pezzi il prescelto, è un pupazzone adeguato.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Rambo90 26/2/17 17:18 - 5184 commenti

Horror di straordinaria atmosfera, tratto da un bel racconto di M. R. James (a cui resta quasi fedele con delle aggiunte) e diretto con un buon senso del ritmo e della tensione da Tourneur. A parte un mostro bruttino (che per fortuna appare poco), il film preferisce suggerire piuttosto che mostrare, attraverso la buona interpretazione di Andrews e ancora di più della sua nemesi interpretata da McGinnis. Buona la fotografia in bianco e nero, finale di grande pathos. Da non perdere.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Belfagor 30/5/15 16:51 - 2544 commenti

Il demone voluto dalla produzione è un'aggiunta forzata a quello che altrimenti sarebbe stato un capolavoro di suggestione. Però, in fondo, quella creatura un po' kitsch cmette in risalto la qualità senza tempo del migliore stile di Tourneur, che mostra pochissimo e gioca con le convinzioni dello spettatore. Le vicende ruotano intorno alla guerra intellettuale fra lo scettico Holden e lo stregone Karswell, ambizioso e spregiudicato ma con una madre adorabile. Le scenografie esaltano il crescendo della sceneggiatura.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le impronte del demone; Il vento; Il finale sul treno.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Rufus68 21/3/17 22:25 - 1915 commenti

Non è il miglior Tourneur: l'intreccio è troppo lineare, il demone del fuoco lamenta un'evidenza non in linea con la raffinatezza dell'autore e gli attori, a parte McGinnis, non hanno rilievo. Nonostante questo il tocco del Maestro si sente, anche per merito di una fonte letteraria a lui affine: la sequenza della tempesta, con Karswell vestito da clown (iniziatore del genere coulrofobico?), è esemplare d'una poetica basata sulla sottrazione e, perciò, latrice di un "perturbante" inattaccabile dal tempo e dalle mode.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Stefania 19/5/11 3:19 - 1600 commenti

Bel classico dell'horror, di elegante atmosfera: il respiro del Diavolo (il vento, la scia di fuoco nel bosco, il soffio e gli artigli del gatto-pantera) contro la voce stentorea ma monotona del pacato scetticismo razionalistico del dottor Holden ("è tutto un trucco", "suggestione isterica", "quello è un ciarlatano"). Un pochino troppo "argomentato" e cerebrale, ma è notevole la figura, estremamente ambigua, di Karswell, sinistro clown dispensatore di dolcetti ed esperto di maledizioni runiche, e la sequenza finale dispensa brividi veri.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il contestatissimo diavolaccio: un po' baraccone, un po' gotico-normanno, arcaico e fanciullesco: raffinato non è, però... chi se lo scorda?
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Von Leppe 3/4/11 12:36 - 865 commenti

Si respira per l'intero film un'atmosfera inquietante di magia nera, basata sul culto del demonio e la sua credenza nelle varie civilta. Tema molto intrigante, trattato anche in modo psicanalitico dal protagonista professor Holden, scettico... Ottima fotografia in bianco e nero (dei migliori Tourneur), ambientato in Inghilterra con riferimenti a culti pagani, formule magiche e runiche. Uno dei migliori film sul diavolo, che lo rappresenta nella sua estetica più classica ma non legata al cristianesimo. Notevoli le apparizioni sulfuree.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Conosco il valore della fredda luce della ragione, ma so anche quali ombre la luce può generare, ombre che nascondono le verità...
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Lupoprezzo 28/6/11 13:31 - 635 commenti

La superstizione contro lo scetticismo. La scienza contro la magia. Magistrale horror d'atmosfera diretto dallo specialista Jacques Tourneur, con un villain ambiguo e di tutto rispetto, in cui le regole famose di Val Lewton (il papà del cinema dell'orrore "suggerito") riutilizzate per l'occasione vengono inframmezzate da apparizioni demoniache volute dalla produzione. Diverse sequenze riuscite (La fuga di Andrews nel bosco, il finale). C'è anche spazio per una specie di autocitazione. Drag me to hell di Raimi ne è praticamente il remake. Affascinante.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)

Anthonyvm 16/6/18 23:12 - 541 commenti

Bellissimo e sottile film dell'orrore avvolto in un suggestivo bianco e nero, apprezzabile specialmente nella memorabile sequenza in cui Dana Andrews scappa nel bosco inseguito da una forza ignota. Proprio il senso di minaccia derivante da ciò che è sconosciuto e invisibile desta l'inquietudine nel pubblico. Certo, c'è anche l'apparizione del demonio mostruoso e "spettacolare" (datato nella realizzazione ma gustoso nell'aspetto), che un po' tradisce il clima ambiguo che è la forza del film, ma pure così resta un horror di grandissimo valore.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il gigantesco demonio a cavallo della sua palla fumosa; La fuga di Andrews fra gli alberi; La dimostrazione di ipnosi.
I gusti di Anthonyvm (Animazione - Horror - Thriller)

B.wildest 21/10/09 22:49 - 33 commenti

Questo notevole "a parte" di Tourneur dalla celebre trilogia del terrore non è forse molto conosciuto, ma si tratta di un grandissimo film che riesce a inquietare ancora oggi. Dopo le ellissi quasi langhiane a cui ci aveva abituato, il regista ci regala invece delle manifestazioni assolutamente irripetibili (tra cui un ultracriticato satanasso in bici, ma che io ho adorato) e non si abbandona al crescendo fantasy, puntando invece su un finissimo scontro di destrezza. Dana Andrews è un simpatico Clooney ante-celluloideram!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il vento e la festa e quel cigolio...
I gusti di B.wildest (Documentario - Fantastico - Musicale)

Chappaqua 17/6/17 21:04 - 16 commenti

Stupendo film tratto da un romanzo di Montague Rhodes James. Grandi effetti, tenendo conto dell'anno di uscita. Storia intrigante e coinvolgente, che riesce a ricreare in maniera impeccabile le emozioni che si provano leggendo il romanzo. Eccellente Dana Andrews. Va riscoperto assolutamente! Per la serie "tesori nascosti". Consigliatissimo!
I gusti di Chappaqua (Fantastico - Horror - Thriller)