Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• TRE DONNE: 03. L'AUTOMOBILE

All'interno del forum, per questo film:
• Tre donne: 03. L'automobile
Dati:Anno: 1972Genere: fiction (colore)
Regia:Alfredo Giannetti
Cast:Anna Magnani, Vittorio Caprioli, Christian Hay, Donato Castellaneta, Renato Malavasi, Pupo De Luca, Ettore Geri
Visite:558
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/3/11 DAL BENEMERITO GURU

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Lucius  5/4/13 19:22 - 2655 commenti

Una pellicola che se non fosse stato per la Magnani sarebbe passata inosservata. L'attrice italiana per eccellenza riesce ad ipnotizzare lo spettatore, catalizzandone l'attenzione già dall'entrata in scena. Un ruolo difficile, quello di una ex prostituta alle prese col proprio passato e una ricerca personale di "redenzione"; un soggetto che si concatena con quella che si potrebbe definire la filosofia dell'automobile. Un sogno che si trasformerà in realtà non modificando però le aspettative della realtà stessa. Regia discreta.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Rufus68 16/8/18 10:06 - 2172 commenti

Sottovalutato, forse perché televisivo. Il finale è parecchio sbrigativo; la prima parte, invece, oltre a registrare un'Italia impazzita nel caos del consumismo (un bersaglio facile), ritrae con forza la solitudine di una donna ossessionata dal desiderio piccolo borghese e dalla voglia di evasione (la gita in Spagna) cui fa da contraltare Giggetto, altro perdente senza radici. I soliloqui della Magnani e i duetti con Caprioli, apparentemente svagati, svelano tale fondo amaro. Inutile dire che i due sono attori eccezionali.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Stefania 1/4/11 16:01 - 1600 commenti

L'infatuazione per la motorizzazione (leggi: modernità, progresso, emancipazione...), contamina la prostituta Anna, come contamina la sua Roma, fino a ieri provincia, che ora vuole sentirsi metropoli, ma che della dimensione metropolitana non fa che scimmiottare gli aspetti più estrinseci e deteriori. Così come Anna vuole, disperatamente, sentirsi una donna libera, una "signora", non una vecchia lupa... La disillusione è di Anna, ed è di Roma, ma solo Anna ne sente l'amarezza, sola sul ciglio di quella strada rimbombante di clacson. Una donna e una città, due vecchie lupe allo sbando... Bello.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Guru 30/3/11 20:56 - 348 commenti

Gli anni 70', il boom dell'automobile... per una donna (dopo anni di duro lavoro con il sesso maschile) possederla rappresenta un grande senso di libertà e la rivincita contro la solitudine. La malinconica interpretazione della "Anna" nazionale, proiettata in una realtà che sfugge al suo controllo, non è adeguata al suo carisma e non è tagliata sulle sue potenzialità. Questo terzo film per la televisione chiude il ciclo dedicato alle donne e disegna (senza approfondire) la personalità di un'esistenza come tante.
I gusti di Guru (Fantascienza - Giallo - Sentimentale)