Cerca per genere
Attori/registi più presenti

I SETTE FRATELLI CERVI

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/1/11 DAL BENEMERITO ENZUS79

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 29/12/12 17:30 - 5737 commenti

La commemorazione di uno degli episodi più crudi della guerra civile avviene scaricando l’ingombrante fardello ideologico – solo pochi cenni al credo comunista dei Cervi - per adottare piuttosto un tono nazional-popolare nel ricordo dei valori del mondo contadino e di uomini di grande umanità e forza d’animo. Per il suo ultimo film Puccini dispone dell’agile sceneggiatura di Zavattini – corroborata visivamente da flashbacks in bianco e nero - e di un gruppo di attori di prima categoria, tutti molto impegnati e partecipi. Piccole parti per gli “avatiani” Matteuzzi e Pizzirani.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: «Io ho fatto solo la terza elementare e la galera è stata la mia università» (Aldo Cervi); «Dopo un raccolto ne viene un altro» (Alcide Cervi).
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Enzus79 26/3/11 16:37 - 1540 commenti

Storia dei fratelli Cervi di Reggio Emilia, che si vollero ribellare ai nazi-fascisti. Volontè è (come sempre) il migliore del cast anche se non sottovaluto l'interpretazione della Gravina e dei "fratelli" Backy e Montagnani. Forse la storia si dilunga troppo nella parte iniziale.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Saintgifts 7/6/13 15:52 - 4099 commenti

Nella prima parte sono approfondite abbastanza bene l'indole della famiglia Cervi, gli ideali trasmessi dal padre e dalla madre ai figli, la loro capacità di imparare tecniche nuove per lavorare la terra (l'arrivo del trattore ricorda La Terra di Dovzhenko), la volontà di acculturarsi leggendo. Le figure dei fratelli sono caratterizzate bene, ognuno con il proprio carattere ma uniti nell'ideale di libertà e di lotta al nazifascismo. Non c'è enfasi nel descrivere la lotta partigiana, iniziata da loro, si sceglie di descivere i rapporti di questi con il CNL.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incontro di Aldo Cervi (Gian Maria Volonté) con Verina (Carla Gravina) sul ponte di barche.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nicola81 18/11/16 12:50 - 1514 commenti

Sincero e doveroso omaggio a una famiglia di martiri della Resistenza. Puccini opta per un approccio sobrio che relega in secondo piano la propaganda ideologica, soffermandosi sui valori della vita contadina. Cast eccellente: ben delineati i sette fratelli (spiccano Volontè, Cucciolla e Montagnani) e i genitori (Zhakov e la Albani), intense Gastoni e Gravina, buoni anche Reggiani e Checchi. Apprezzabile il rifiuto della retorica, ma la prima parte è piuttosto lenta e, in generale, manca quel pathos che da un film del genere ci si aspetterebbe.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Jurgen77 29/2/16 9:03 - 572 commenti

Bella e coomovente ricostruzione del martirio dei sette fratelli Cervi durante l'ultimo conflitto mondiale. Ottima la prova di Gian Maria Volonté e di Carla Gravina. Il film ricostruisce senza eccessiva enfasi politica i drammatici avvenimenti del 1943. In un cameo anche un giovanissimo Renzo Montagnani che dava già prova di essere un ottimo attore (in questo caso dramamtico e non da commedia pecoreccia...). Struggente il finale.
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)

Samuel1979   10/12/15 17:41 - 434 commenti

Commosso ricordo di Puccini ai fratelli Cervi, cioè a coloro che per la giusta causa sacrificarono la loro stessa vita. Il film che ha i suoi momenti più intensi nelle scene dell’incontro fra Aldo Cervi e Lucia Sarzi e, nelle sequenze girate in prigione, forse viene appesantito dai continui flashback che probabilmente ne spezzano la linea narrativa. Fra i bravi attori Volonté fa la sua solita gran figura, ma non dimenticherei le presenze di Serge Reggiani e Ruggero Foschi.
I gusti di Samuel1979 (Avventura - Comico - Commedia)

Gmriccard 4/12/18 21:10 - 59 commenti

I soli primi quattro attori accreditati darebbero adito al pensiero di essere davanti a un capolavoro, la trama era oltremodo "semplice" da imbastire (bastava ripercorrere nient'altro che la storia). E invece Puccini stecca: troppa retorica e poco approfondimento delle vicende cospirative e di guerriglia, che avrebbero poi portato alla cattura dei sette fratelli. L'ultima parte poi è troppo didascalica. Lapalisse citerebbe l'interpretazione di Volontè, io quella di Montagnani, la cui arte non è mai stata troppo riconosciuta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La commovente accoglienza della Gravina in casa Cervi.
I gusti di Gmriccard (Commedia - Drammatico - Poliziesco)