Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'ULTIMA DONNA SULLA TERRA

All'interno del forum, per questo film:
L'ultima donna sulla Terra
Titolo originale:The Last Woman on Earth
Dati:Anno: 1960Genere: fantascienza (colore)
Regia:Roger Corman
Cast:Anthony Carbone, Evelyn Gern, Robert Towne
Note:Visibile in lingua originale su http://www.youtube.com/watch?v=K5JItGENtmo
Visite:394
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/7/10 DAL BENEMERITO CAPANNELLE

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Puppigallo 5/4/11 15:18 - 4329 commenti

Con la scusa del tutti morti sulla Terra (non si sa per quale motivo), si è costretti a sorbirsi le beghe sentimentali dei tre sopravvissuti che, tornati da un'immersione, trovano il patatrac. Il trio, lui marito, lei moglie e l'altro, terzo incomodo molto interessato a lei, fa venire il latte alle ginocchia. Ma è soprattutto la pressochè totale mancanza di idee a lasciare perplessi. Corman ha sicuramente risparmiato sugli attori (solo 3 stipendi da pagare), ma il risultato è un filmaccio decisamente evitabile. Se non altro, c'è una pagliaccesca scazzottata, che inizia a pesci morti in faccia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "I miei occhi non vedono; sono come spezzati dentro e mi fanno male".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 8/4/11 8:32 - 5737 commenti

Ingannevole e deludente. Ingannevole, perché dietro le suggestioni fantascientifiche e apocalittiche del titolo si cela nulla più di un dramma esotico ove la crisi di coppia si esaspera in un pericoloso ménage à trois; deludente, in quanto Corman – per disinteresse, pigrizia o svogliatezza - non adopera il tocco alchemico con cui è solito convertire l’inopia di mezzi in qualcosa di fruttuoso. La Gern non adempie la promessa sexploitation della locandina, ma il suo sensuale erotismo si rifrange in ogni inquadratura. *!/**
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Schramm 17/8/19 16:44 - 2316 commenti

Il nucleare più indettato che esplicitato, manifestativo benché invisibile, come quelle radiazioni che ne sono effetto, come già fu negli scorsi anni perduti, e come altrettanto sarà nell'imporre le ultime volontà. Ma qui REM non sta per röntgen equivalent man, ma per sopraggiunto approdo senza uscita nella reggia di Morfeo, e di perduto c'è il tempo del fruitore: 20' prima di entrare nel "vivo", e altri 52 per fare ronda nel vano, alla velocità d'una tartaruga con le sole zampe anteriori (il Mostro a confronto è Tetsuo). Ottimo implemento disciplinare se si aspira a diventare monaci tibetani.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Rebis 2/5/11 18:57 - 2075 commenti

Riemersi da un'esplorazione subacquea i coniugi Gern e il di lui avvocato scoprono di essere sopravvissuti a un'apnea di proporzioni planetarie... Scabro post-apocalittico la cui dichiarata mancanza di mezzi tecnici commuta il girato in una sorta di astrazione allegorica prossima al dramma da camera, con i personaggi che si fanno pure rappresentazioni dell'archetipo. Ambizioso nella caratura dei dialoghi, cauto nel ritmo, ma equilibrato nella messa in scena, conferma le virtù dell'autore qui scopertamente sedotto dal corpo e dalle labbra di Jones Moreland fonte di un infiammato erotismo.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Capannelle 19/7/10 9:49 - 3570 commenti

B-movie con un minimo di fascino ma debole nel complesso. Una coppia in crisi e un loro amico riemergono da una immersione subacquea e scoprono di essere gli unici sopravvissuti ad una misteriosa (e tale rimarrà) interruzione dell'ossigeno. Lo sviluppo, che punta più sul noir che sulla sci-fi, più sulle intenzioni che sull'azione, non è banale ma poco curato nei dettagli e, riflettendo a posteriori, poco consistente. Ragona rimane un confronto improbo ma qualche motivo di interesse nello studio dei caratteri ce l'ha comunque.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)