Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LA DOMENICA DELLA BUONA GENTE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/5/10 DAL BENEMERITO STEFANIA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Nando 3/10/14 17:15 - 3168 commenti

Una domenica qualunque con una partita di calcio della Roma per raccontare semplici vicende di gente comune. Situazioni veritiere e leggere con qualche sorriso e una punta di melodramma (nell'episodio della Loren, che sfoggia una bellezza disarmante). Cast ricchissimo di caratteristi dell'epoca che rendono piacevole la narrazione.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Stefania 21/11/10 2:46 - 1600 commenti

Regia abbastanza incolore e direzione degli attori non certo sapiente in questa commedia drammatica, tratta da un radiodramma di Pratolini. Un pensionato che ha giocato la schedina, un giovane sfaccendato e la sua ragazza, una vedova sedotta e abbandonata, un ex calciatore in crisi: una domenica qualunque, eppure a fine giornata per tutti loro sarà cambiato qualcosa. La storia più riuscita è quella che vede protagonisti Salvatori e la Loren, dove il registro melodrammatico è sorvegliato, e si acquieta in sfumature delicate e malinconiche.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'allegra gazzarra degli amici di Giulio (Salvatori) per convincerlo a seguirli alla partita. Ave Ninchi mamma di polso e di cuore!
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Furetto60 17/3/14 9:20 - 1129 commenti

Commedia che offre spunti buoni e altri meno, vite diverse che si incrociano sullo sfondo di un incontro di calcio che monopolizza l’attenzione di maschietti beoti e per lo più sfaccendati e femmine che li rincorrono; altri tempi... Simpatico per le scene della Roma primi anni 50 e per alcune “stranezze”: Manfredi (doppiato e doppiatore!) ridotto a comparsa, la Loren spaesata, la Fiore in... fiore. Alla fine la figura migliore la fa Salvatori. Neorealismo povero e bello, ma non molto...
I gusti di Furetto60 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Graf 8/11/13 22:07 - 598 commenti

L’ingenua fiducia che vuole gli italiani come brava gente viene appena scalfita da questo modesto film a episodi intrecciati dove si narra, in una Domenica qualsiasi e durante la partita di calcio Roma-Napoli, di una famiglia in crisi, di un pensionato che crede di aver fatto tredici, di una donna incinta sedotta e abbandonata in cerca dell’amante e di un giovane disoccupato che invece di incontrare a pranzo lo zio disposto a dargli un lavoro se ne va allegramente allo stadio. La visione rosea della vita alla fine trionfa ma quanti drammi prima...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Nino Manfredi nel ruolo di Lello è doppiato da Corrado mentre lui, a sua volta, doppia Renato Salvatori che interpreta il disoccupato... È il cinema!
I gusti di Graf (Commedia - Poliziesco - Thriller)

Alex75 20/3/18 13:30 - 513 commenti

Si avverte il tocco di Pratolini in questa girandola di vicende collegate da una partita di calcio e, più in generale, dalla domenica, vista come un’occasione di svago, di pausa dai problemi quotidiani e di speranza in un avvenire migliore. Non a caso il segmento più riuscito è quello dello spiantato Giulio, grazie al genuino Salvatori e a una Loren già matura, pur non ancora ventenne. Piccolo affresco di un tempo andato che fa tenerezza (soprattutto nelle manifestazioni di tifo calcistico).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: “La partita alla domenica è anche un modo di non pensare ai guai nostri”; Lo striscione con la lupa che azzanna il ciuccio napoletano.
I gusti di Alex75 (Drammatico - Poliziesco - Thriller)