Cerca per genere
Attori/registi più presenti

ANIMAL FACTORY

All'interno del forum, per questo film:
Animal factory
Titolo originale:Animal Factory
Dati:Anno: 2000Genere: drammatico (colore)
Regia:Steve Buscemi
Cast:Willem Dafoe, Edward Furlong, Danny Trejo, Mark Boone Junior, Seymour Cassel, Mickey Rourke, Tom Arnold, John Heard, Chris Bauer, Rockets Redglare, Jake La Botz, Mark Engelhardt, Antony Hegarty
Visite:363
Il film ricorda:Bad boys (a Luchi78)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/2/10 DAL BENEMERITO ENZUS79

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 15/4/14 7:13 - 11251 commenti

Steve Buscemi dirige un film di ambientazione carceraria. A differenza di molti altri "prison movies", Animal factory è basato più che sull'azione, abbastanza marginale ai fini del racconto, sulla contrapposizione tra i due personaggi principali e sul rapporto che si instaura tra loro. La sceneggiatura, pur non risparmiandosi alcuni stereotipi, "funziona" abbastanza bene, così come risulta efficace la prova degli attori e la prova del regista. Non un capolavoro ma tutto sommato godibile.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 20/10/11 21:30 - 7656 commenti

La "fabbrica delle bestie" è la prigione: un mondo a parte, una microsocietà attraversata da tensioni razziali e sessuali, nelle quali incappa un giovane che entra nelle simpatie di uno dei boss. Una descrizione asciutta e quasi oggettiva, da prison movie d’una volta, solcato da tensione e violenza, ma soprattutto il racconto pacato dell’amicizia tra un "figlio" e un "padre". Insomma, vero oggetto sotterraneo del film è la linea di confine dell’adolescenza, narrata senza retorica. Notevole Rourke en travesti. Cammeo per Antony, che da carcerato canta uno struggente blues.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Trivex 11/1/11 12:03 - 1462 commenti

Strano, particolare, questo duro e crudo film sul carcere. Molto lento, tratteggia i prigionieri con lucida freddezza, evidenziandone le infamie e cercando qualche luce nel buio della loro condizione. Qui non ci sono rivendicazioni sociali sullo status di prigioniero; il carcere americano è sporco e severo, ma i problemi provengono sostanzialmente dai colleghi reclusi, con le loro manie. La figura del ragazzo è controversa, apparentemente vittima, poi esplicita il suo lato cattivo, in fondo assecondato dal "maestro". Regia di ghiaccio, molto professionale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Meglio sovrani all'inferno che servi in paradiso.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Enzus79 4/7/10 10:59 - 1720 commenti

Uno dei migliori film carcerari che abbia visto fino ad oggi. Preso da un romanzo della "iena" Edward Bunker; la trama si svolge in modo sciolto e non annoia, pur mancando di azione. Willem Dafoe bravissimo, come il giovane Furlong ed infine Rourke. Belle le musiche.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rambo90 4/1/15 16:41 - 6235 commenti

Un buon film carcerario, che evita di scadere nel melodramma attraverso uno stile asciutto e distaccato, che presenta le cose nella maniera più realistica possibile. La storia non presenta grandi svolte ma sa costruire personaggi interessanti (in primis Earl interpretato da un ottimo Dafoe, che oscura più volte l'insipido Furlong). Bravi anche gli interpreti di contorno, da un inaspettato Rourke a un Tom Arnold per una volta serio e sgradevole. Buona prova di Buscemi.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Paulaster 11/1/17 11:12 - 2605 commenti

Le dinamiche carcerarie vengono illustrate nella vita di una gang tra neofita e protettore e con l'idea della classica fuga. Nonostante l'impiego di lame il film risulta meno cruento di quanto accade realmente e la parte amicale prevale. Dafoe ha il piglio del capo ma gli viene lasciata troppa libertà con le guardie e Furlong ha il viso pulito adatto. Come regìa Buscemi se la cava bene per le fasi all'interno del carcere; per le relazioni coi secondini invece doveva essere più crudo per rendere il contesto maggiormente credibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Dafoe ricoperto di sangue.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Mickes2 6/4/20 15:12 - 1650 commenti

La storia di un'amicizia paterna tra un ragazzo di buona famiglia e un galeotto di quelli che contano all'interno di un carcere americano, è diretta da un Buscemi che sceglie un basso profilo che tuttavia funziona solo in pochi e piccoli momenti. La scelta del racconto minimale non riesce a impreziosire il film bensì ne spezza inevitabilmente le ali. Francamente si salvano pochissime cose e una di queste è la prova di Dafoe.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Luchi78 21/1/11 15:56 - 1521 commenti

Non mi ha entusiasmato; pur trattandosi di un jail movie e quindi con trama quasi obbligata, mancano alcuni spunti per portare un po' su la tensione. Ottima la recitazione di Dafoe che diventa il perfetto leader carcerato, un po' meno convincente Furlong. Buono per gli appassionati del genere...
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)