Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SI GIRA A MANHATTAN

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/2/10 DAL BENEMERITO B. LEGNANI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 14/2/10 0:58 - 4344 commenti

Curiosissimo film in cui si gira sul set di un film a basso costo (ovvia l'ispirazione a Truffaut). Le tensioni di tutti si assommano nei sogni (il regista si chiama, con deliziosa strizzata d'occhi ai francofoni, "Reve"), interrotti dal suono della sveglia. Ben recitato da tutti, ha almeno due momenti magici: Buscemi che dice per davvero il testo di un suo dialogo e la scena, finalmente riuscita, della mela.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 16/10/11 10:00 - 10782 commenti

Sorta di Effetto notte in versione indipendente newyorchese, il secondo film del regista Tom DiCillo è un simpatico collage simpaticamente sospeso tra reale e immaginario (si veda il ben più calzante titolo originale) che ha per oggetto la realizzazione di un film e per protagonisti i componenti di una troupe cinematografica. Sogni e frustrazioni del mestiere sono ben rappresentate da un film che pecca di qualche ingenuità ma appare onesto nell'ispirazione e nella realizzazione.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Daniela 18/2/13 7:41 - 7702 commenti

Una troupe scalcinata impegnata nelle riprese di un film a basso costo e con pretese intellettuali deve far fronte a tutti gli inconvenienti possibili e/o immaginabili... Alternando realtà e sogno, colore e bianco/nero, DiCillo confeziona un film sul "fare cinema" non certo originale nello spunto, ma fresco, divertente, bene interpretato dal cast guidato da un Buscemi lungochiomato e deliziosamente auto-ironico. Come già detto, un Effetto notte del cinema indipendente, ma anche la versione con cinepresa della messa in scena shakesperiana di Branagh nel bel mezzo del gelido inverno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Perché deve essere un nano? Nessuno sogna nani, neppure io sogno nani!".
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Kinodrop 10/2/19 18:11 - 974 commenti

Un simpatico ripercorrere le difficoltà e gli imprevisti al momento del ciak nella tipica ambiguità del film nel film. In più qui c'è l'aspetto onirico che a volte salva e chiarisce, altre confonde ulteriormente facendo restare il tutto in un limbo gradevolmente assurdo. C'è un po' di tutto: divi capricciosi, incidenti tecnici, tresche amorose e sfuriate registiche; niente di nuovo per un tema così rodato, ma la disinvoltura del cast e il mestiere di un Buscemi in piena forma risollevano da qualche ingenuità e dal rischio di cadere nell'ovvio.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)