Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MOON

All'interno del forum, per questo film:
Moon
Titolo originale:Moon
Dati:Anno: 2009Genere: fantascienza (colore)
Regia:Duncan Jones
Cast:Sam Rockwell, Matt Berry, Robin Chalk, Dominique McElligott, Kaya Scodelario
Note:La voce di Gerty è in originale di Kevin Spacey.
Visite:2644
Il film ricorda: 2001 Odissea nello spazio (a Caesars), • Spazio 1999 (Stagione 1) (a Samdalmas), 2002 La seconda odissea (a Tarabas), Love (a Gestarsh99), Solaris (a Losciamano)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 55
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/11/09 DAL BENEMERITO BRAINIAC POI DAVINOTTATO IL GIORNO 16/12/10


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 15/12/09 5:50 - 10685 commenti

Brillante esordio cinematografico di Duncan Jones che omaggia il cinema di fantascienza più introspettivo in un film che sebbene sia stato realizzato con un budget contenuto non fa rimpiangere le produzioni più costose grazie ad una intelligente sceneggiatura, un brillante uso della fotografia e un'eccellente interpretazione di uno degli attori più talentuosi del cinema contemporaneo, Sam Rockwell. Da vedere.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Pigro 21/2/12 11:34 - 7124 commenti

È da solo sulla base lunare. No, sono in due, ma entrambi assolutamente identici: una storia che ingrana lentamente, in una prima metà del film insopportabile con tutte le reminescenze dei vari 2001 (il computer), 2002 (la solitudine), Solaris (la s/f psicologica) ecc. Ma dalla metà la narrazione si fa più interessante e inquietante, in un crescendo di tragicità esistenziale e concettualmente claustrofobica che coinvolge il doppio protagonista nei suoi diversi approcci alla realtà. Insomma, parte molto male e arriva abbastanza bene. Discreta regia d’esordio per un unico bravo attore.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Puppigallo 16/11/10 22:45 - 4165 commenti

Fantascienza poco fanta e molto concreta, che fa però capire quanto le grandi scoperte (genetica) possano essere usate nei modi più meschini e disumanizzanti per meri scopi economici. Se si cercano, azione e alieni, meglio girare al largo. Ma se si apprezza una storia fatta di persone reali, che vivono una vita basata sulla menzogna, questo è il film che fa per voi, anche grazie all'ottima interpretazione del protagonista. Nota di merito per il robot, con un'intera gamma espressiva basata sullo smile, che si dimostra il più umano della Compagnia (un errore di programmazione?). Notevole.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Ehi Geppetto, svegliati!".
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Cotola 7/12/09 22:31 - 6795 commenti

Piccola e piacevole sorpresa l'esordio del figlio di David Bowie dietro la macchina da presa. Ispirandosi a varie pellicole di genere (2001 e Blade Runner su tutti) riesce, infatti, a costruire un film interessante che mantiene una buona tensione col passare dei minuti giungendo però ad una conclusione non del tutto riuscita. Buona la prova di Rockwell mentre Spacey, citato nel cast, non appare in carne ed ossa ma si limita a dare la voce al computer dall'animo umano che ricorda molto l'Hal 9000 kubrickiano.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 17/11/10 18:27 - 1539 commenti

This is Ground Control to Major Tom: va tutto bene, stai per tornare a casa, sei un eroe. Un eroe molto solo, sul lato buio della Luna, in compagnia di un automa retrò e delle tue ossessioni. E di molto altro ancora. This is Major Tom to Ground Control: chi sono veramente e perché oggi le stelle sembrano molto diverse? E io più di loro, chiuso in questo spazio minuscolo e bianco, immerso in uno spazio sconfinato e oscuro, indifferente, mentre racconto la mia vita a un ospite inaspettato. Planet Earth is blue and there's nothing I can do.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Goodbye Sam, I hope life on Earth will be as you remember it".
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 10/12/09 6:38 - 7429 commenti

Fantascienza retrò quella di Moon, film che, a parte qualche dettaglio, per ambientazione e decor potrebbe essere girato alla fine degli anni sessanta. Gerty, il robot che si esprime con le emoticons, non è il discendente di Hal 9000, ma il cugino. "Anacronismo" troppo evidente per non essere voluto. Accantonato il glamour tecnologico, resta il nocciolo duro della fantascienza classica, la riflessione sul significato dell'esistenza e sull'unicità dell'uomo, in un universo in cui Dio non c'è oppure è andato altrove. Grande prova di Rockwell.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'ultima telefonata a casa.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 22/12/12 12:59 - 2072 commenti

C'è tutta la miglior fantascienza concettuale vista al cinema negli ultimi cinquant'anni, nel film di Jones: l'intelligenza artificiale di 2001, l'esplorazione delle galassie interiori di Solaris, l'umanesimo cartesiano di Blade Runner. E come nei più insigni esempi, anche qui il paesaggio interstellare - the dark side of the Moon - diventa psichico, mentale. Sci-fi derivativa, certo, ma appassionata e densamente popolata da speculazioni filosofiche, coadiuvata da un meccanismo narrativo perfetto e ben oliato, che perviene a conclusioni coraggiose e inedite. Bravissimo Rockwell. Splendida ost.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Caesars 25/3/10 10:23 - 2366 commenti

Ammetto che avevo grosse aspettative per questo film e come spesso succede si rischia di avere delle delusioni. Delusione che, anche se in forma molto ridotta, è puntualmente arrivata. Intendiamoci: il film è valido e segna il ritorno ad una fantascienza che non si vedeva più da tanti, troppi, anni, però fatica a reggere i novanta e passa minuti di proiezione. Sam Rockwell è bravo, essendo in pratica l'unico interprete del film (l'altra presenza "importante" è il computer a cui, nell'edizione originale, dà voce Kevin Spacey). Va visto.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Capannelle 9/12/09 10:56 - 3469 commenti

Per fare sci-fi occorrono budget e storie sterminate. Eeee... sbagliato! Jones ce lo dimostra e si riappropria di un genere, che sembrava scemare di moda, con pochi mezzi e le idee giuste, idee che si rifanno più a conflitti etici e personali che non a pum pum spaziali. Magari la storia presenterà anche qualche punto debole (tipo il ruolo di Gerty, comunque sorprendente) o incompletezza descrittiva, ma la messa in scena è di livello e non manca di far riflettere.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Brainiac 4/11/09 18:00 - 1081 commenti

Per argomentare di sci-fi usualmente si tirano in ballo: A. L'abusato tema del dualismo uomo-macchina (fuori tempo massimo da Kubrick in poi). B. La tiritera mistica sull'universo-che-è-fuori-ma-allo-stesso-tempo-dentro-di-noi e bla bla bla. Onde evitarvi questa solfa vi dirò solo che, in sostanza, nonostante questi temi in "Moon" ci siano tutti (come non pensare ad Hal 9000 sentendo la voce di Spacey che interpreta l'accondiscendente robot di bordo?), il film mi ha davvero emozionato. Rockwell ha la "luccicanza". Struggenti le musiche. Emo-fi!
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Hackett 20/6/10 12:23 - 1561 commenti

Pur ispirato al capolavoro (letterario prima che cinematografico) Solaris, il film di Jones ha una forza e un'anima tutta sua. Bella e coinvolgente la storia, suggestive le immagini e azzeccato l'intimista commento musicale. Pur nello spazio immenso è una piccola storia di solitudine umana a poter cambiare il corso delle cose. La scintilla umana può forse influenzare anche le fredde macchine? Straordinario Rockwell, uno degli attori migliori in cirsolazione.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Harrys 15/7/10 20:17 - 679 commenti

Pochi spiccioli, un cane (di razza) d'attore, un paio di location, qualche green screen... e guarda cos'hanno tirato fuori. Magistrale summa moderna di mezzo secolo di fantascienza. Palpabili le influenze kubrickiane e scottiane. Gran responsabilità che ricorda la risolutezza di A.I. Arduo disquisirne senza anticiparne goffamente i ferrei risvolti, poderoso perno della pellicola, esaltatasi dall'apporto di una regia sorprendente, sognante, malinconica, tuttavia glaciale, che eleva la fruzione al rango di "esperienza". Questo Jones ha la stoffa.
I gusti di Harrys (Comico - Fantastico - Horror)

Redeyes 19/12/09 21:16 - 1971 commenti

Low budget movie non sempre significa low result movie, ed infatti, nonostante il film ruoti, unicamente, attorno a Rockwell si finisce per apprezzarlo. Certo sono forti i rimandi a capolavori quali 2001 Odissea nello spazio ed anche Blade Runner ma senza rimanerne scottati. Emerge, forte, il senso di solitudine che bagna tutta la pellicola e la rende appetibile. Sam Rockwell ancora una volta dimostra la propria bravura ma, ormai, non è più cosa da stupirci. Consiglio!
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Enzus79 7/6/10 17:02 - 1540 commenti

Mix di molti film di fantascienza degli anni '70. Lo spunto ha portato a questo mezzo capolavoro, che definirei uno dei migliori sci-fi degli ultimi dieci anni (se non di più). Sam Rockwell è perfetto, così come le ambientazioni. Spero che Duncan Jones non deluda, in futuro...
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 7/6/10 12:41 - 635 commenti

Un film girato per bene, con citazioni a capolavori e non. Comincia bene il figlio di David Bowie che, da studente di filosofia, ci riporta ad un cinema più riflessivo ed intelligente. Sam Rockwell è a dir poco grandioso. Una sceneggiatura ben studiata e effetti visivi ben orchestrati. Da vedere.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Saintgifts 29/8/13 10:34 - 4099 commenti

The dark side of the moon and the dark side of the man. Sembra che l'uomo nel costruire macchine sempre più intelligenti e in grado di programmare cloni facilmente sacrificabili segretamente, sfruttando tutto ciò per il proprio tornaconto, non abbia previsto la possibile alleanza tra queste nuove "categorie". Gerty deve prendersi cura di Sam e lo fa fino in fondo, diventando il suo miglior amico, anche se ha solo la possibilità espressiva di poche emoticons. Grande interpretazione di Sam Rockwell. Buona la regia e notevole colonna sonora.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena in cui dal lato nascosto della luna si vede la terra.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 10/4/14 16:59 - 3196 commenti

Una base lunare e le vicende dell'unico astronauta presente. Una narrazione molto dialogata in cui si riflette con attenzione. Ritmo non eccelso ma complessivamente accettabile in cui Rockwell si sdoppia con impegno e mestiere. Finale ottimista dopo un certo turbamento.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Lucius  21/1/10 23:08 - 2654 commenti

Chiaramente ispirato a 2001 Odissea nello spazio, almeno nell'ambientazione e nel rapporto col computer di bordo (che ricorda Hal 9000), un valido film basato su una sceneggiatura brillante e al contempo originale. Gli interpreti sono bravi e la colonna sonora azzeccata e affascinante. Ottimo esordio cinematografico per il figlio di David Bowie.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Giùan 12/2/14 6:41 - 2498 commenti

Come più volte e in diverse occasioni ribadito, il film rinnova i fasti di certo cinema di fantascienza umanistica, che il catastrofismo fracassone degli ultimi anni, coi suoi budget marziani, aveva inutilmente tentato di eclissare. Se va riconosciuta a Jones la rielaborazione creativa di un clima “lunare”, pure è da additare però al film qualche titubanza nel portar l’affondo sul tema polanskiano del doppio, che a un certo punto della trama si spererebbe venga meglio delineato. Resta così un onirico esperimento di genere, con un Rockwell convincente.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Piero68 2/8/12 9:53 - 2491 commenti

È possibile fare un film con un unico attore, in un unico ambiente e con una sceneggiatura tirata all'osso? Per Duncan Jones evidentemente sì! E il bello è che ci riesce pure. Perchè omaggi al cinema di genere a parte, riesce comunque a calare lo spettatore in questa atmosfera solitaria e inquietante che è parte integrante del film come un attore aggiunto. Inizio moscetto destinato però a un crescendo Rossiniano. Rockwell è bravo inoltre a dare fisicità al personaggio e a incarnare tutte le sue inquietudini.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Didda23 22/10/10 15:05 - 1979 commenti

Ottimo esordio alla regia di Duncan Jones, riesce nell'impresa titanica di ottenere un eccellente risultato con pochissimo budget (stimato in 2.5 milioni) e grazie all'utilizzo del digitale. Fotografia notevole. Le citazioni non sono un limite, ma aggiungono un tocco malinconico alla pellicola, rendendola classica e piacevole. Rockwell dimostra di saper scegliere ottimi film regalandoci una performance incredibile. Ciliegina sulla torta la voce di Spacey. Da vedere e rivedere.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Minitina80 15/6/16 7:30 - 1810 commenti

Davvero un bell’esempio di fantascienza come ne capitano ormai di rado. È in grado di instillare riflessioni profonde e impegnate sfiorando un tema delicato come la bioetica. Sono presenti, inoltre, citazioni dotte e una colonna sonora efficace a evocare il clima claustrofobico e la crescente inquietudine del protagonista man mano che si avvicina alla verità. Per una volta non ci sono pistole, astronavi e raggi laser, ma quel tanto di sostanza che basta per renderlo interessante e originale.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Ryo 14/3/17 23:55 - 1724 commenti

Splendide scenografie, notevole la trama, intricata e complicata. Un film che rende omaggio a classici della fantascienza ma possiede una propria identità. Anticipa anche, in qualche modo, temi poi trattati dalla serie Black mirror. Peccato per la scelta di far interpretare il clone del protagonista da un altro attore; sarebbe stato interessante vedere lo stesso interprete in più parti.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Taxius 11/11/16 13:17 - 1072 commenti

Piacevole e sorprendente, questo film di fantascienza che potrebbe essere stato girato benissimo negli anni 60/70; non bisogna infatti aspettarsi scene spettacolari di camminate nello spazio, astronavi o cose simili in quanto la storia è ambientata quasi tutta all'interno della base lunare. Un astronauta solo sulla Luna, in compagnia di un robot e di un suo clone: realtà o follia? qual è la soluzione dell'inquietante mistero? Storia davvero intrigante e ben costruita e assolutamente ottima la regia. Promosso.
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Jandileida 25/1/10 12:32 - 1066 commenti

Ritorno alle origni della fantascienza nel il primo film del figlio di David Bowie. Ricorda inevitabilmente Solaris e gira tutto intorno al concetto di conoscere se stessi portato all'estremo nella solitudine infinita e sassosa della luna. Ed è altresì dimostrazione di come si possa fare, con ottimi risultati, fantascienza senza far partire alcun raggio fotonico. Emozionante e a tratti commovente, questo "Moon" ci regala anche la miglior interpretazione di un grande attore come Rockwell.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Gestarsh99 13/1/12 17:05 - 1061 commenti

Avvenirismo "povero" quello di Jones, una sci-fi che rinuncia allo stordimento ottico per mettere al centro l'uomo e i suoi ingranaggi interiori; come ribadirà in Source Code, la sua non è però una fantascienza pessimistica ma sempre illuminata da bagliori di positività e speranza anche nelle condizioni più buie e depresse. Più che sull'isolamento la lente è puntata sulla perdita d'identità, sull'indebolimento della coscienza di se e sull'istinto di fuga da una prigionia mentale ancor prima che materiale, ben enfatizzati dalla sinistra suggestività del mantello acustico di Mansell.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La presenza amichevole del robot GERTY: un mini-HAL 9000 più ragionevole e collaborativo di quanto sperato, persino simpatico.
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Xamini   2/1/10 14:13 - 840 commenti

La Luna vista dal suo lato [retro]spettivo o da una prospettiva retrò. Perché quei colori pallidi su quelle strutture così teneramente tecnologiche richiamano alla mente i modellini di una volta (sì, anche il primo Guerre Stellari, pure se lì i budget erano altri). E mentre questo gusto di sci-fi dei tempi andati rende pregna la pellicola (e lo spettatore dinanzi), scivola via la riflessione sulla favola dell'esistenza. È qui che qualche parte stride, che il tessuto poetico mostra qualche incrinatura (il finale, sì, ma non solo) e che mancano, a mio avviso, quei due o tre tocchi di classe che l'avrebbero reso un pezzo da novanta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La telefonata là fuori.
I gusti di Xamini (Commedia - Drammatico - Fantastico)

Mdmaster 4/10/10 7:27 - 802 commenti

Ottima prova d'esordio di Duncan Jones, figlio di David, con un film di fantscienza controcorrente rispetto alle ultime prove e più sulla scia di Sunshine. Sam Rockwell è davvero bravo, confermandosi di nuovo un attore sottoutilizzato, perso nelle atmosfere claustrofobiche di scenografie che sembrano rubate da un film anni 60. La trama non è proprio indenne da difetti, a volte perdendosi un po' in riferimenti Ballardiani, ma la solitudine dell'uomo e l'empatia del robot (Spacey) sono elementi ben utilizzati. Da vedere.
I gusti di Mdmaster (Avventura - Drammatico - Horror)

Nancy 27/4/13 21:50 - 744 commenti

Un film che è quasi un totale omaggio al 2001: Odissea nello spazio di Kubrick (con alcuni echi del recente The island), dalle ambientazioni (gli interni, ma anche lo stesso "lato oscuro della Luna") alla presenza di quel Gerty che somiglia moltissimo al vecchio Hal9000, ma in versione alleata e non nemica. Ben scritta la sceneggiatura, anche se nella prima parte la storia stenta un po' a ingranare; lentamente invece ci si accorge che il film merita attenzione poiché capace di ripagarla. Bravissimo Rockwell.
I gusti di Nancy (Commedia - Drammatico - Thriller)

Jdelarge 11/8/13 1:45 - 665 commenti

Ottimo esordio cinematografico per Duncan Jones, che realizza un intelligentissimo film fantascientifico, privo di effetti speciali ma ricco di tematiche interessanti. L'aspetto più riuscito è rappresentato dalla psicologia di Sam Bell, in tutto e per tutto umano ma con la funzionalità di una macchina; è curioso anche il ruolo di Gerty, robot che una volta tanto risulta essere buono, ovvero una sorta di Hal 9000 benigno, tanto per citare 2001: Odissea nello spazio, film al quale Jones ammicca più volte. Eccellente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sam Bell che tiene in braccio Sam Bell.
I gusti di Jdelarge (Drammatico - Giallo - Horror)

Lupoprezzo 12/2/11 15:37 - 635 commenti

Bell'esordio per il figlio di David Bowie, che con pochi mezzi gira un film in pieno stile sci-fi anni settanta. Un'indagine introspettiva che riflette sull'animo umano e sulla solitudine a distanze indicibili (in questo caso siderali). Non manca neanche la critica nei confronti di un sistema disonesto e sfruttatore. Tutto o quasi è sulle spalle di (dei) Sam Rockwell, che dà prova di essere un attore vero. Kevin Spacey presta la voce al robot dai sentimenti umani Gerty, parente stretto di Hal 9000. Decisamente azzeccate le musiche.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)

Jurgen77 16/6/16 11:31 - 572 commenti

Grande esempio di film fantascientifico passato quasi inosservato. Clima claustrofobico, dialoghi e interpreti ridotti all'osso per una sceneggiatura che tiene incollati senza annoiare sino alla fine. Finale spiazzante e ben congegnato. Buone anche le scenografie e gli effetti speciali. Ottimamente diretto e psicologicamente coinvolgente.
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)

Cloack 77 26/7/12 22:42 - 547 commenti

Un piccolo film con un'idea straordinaria: portare nel futuro l'idiozia sparagnina delle multinazionali e la cialtronaggine del credo: spendere poco per guadagnare parecchio. Basterebbe solo questa idea a fare di Moon un grande film, ma le sue qualità vanno anche oltre. Le riflessioni sulla solitudine non sono mai banali; la scoperta di un futuro e un passato falsi, fini a loro stessi, sono la morte dell'individuo, che però, nonostante l'annullamento del proprio essere, continua a lottare per la vita.
I gusti di Cloack 77 (Drammatico - Horror - Western)

Enricottta 9/1/10 15:12 - 507 commenti

La carta del film sulle basi lunari, suona come quel comico che per far ridere si veste da donna, ovvero siamo alla frutta. Nel caso di "Moon" gli elementi inseriti sono giusti, il tutto scorre bene e alcuni spunti narrativi fanno ben sperare nel futuro di questo giovane regista. Sam Rockwell è un grande attore, lo sappiamo tutti, la voce narrante di Kevin Spacey è un valore aggiunto irrinunciabile. Il mio lato "oscuro" (luna a parte) mi fa chiedere: ma con attori "normali" questo film chi l'avrebbe guardato?

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il ricorso ad un incerottamento di una mano, per la "distinzione".
I gusti di Enricottta (Erotico - Giallo - Musicale)

Bubobubo 4/12/18 18:12 - 415 commenti

L'impressione generale, a quasi dieci anni dalla sua uscita, è che la sua introspettiva gentilezza d'approccio lo abbia penalizzato sulla lunga distanza, aprendo autostrade per produzioni di genere più appariscenti e sfarzose, ma assai meno stimolanti e narrativamente intelligenti. La prima di Jones dimostra grande equilibrio e ottimo controllo dei tempi drammatici, con un labor limae certosino su un soggetto che - senza alcuna retorica - apre grandi, insoluti interrogrativi etici. Chi l'avesse mancato all'epoca dovrebbe recuperarlo.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)

Mutaforme 8/4/12 12:29 - 383 commenti

Buon film che riprende il filone della fantascienza "riflessiva". Non c'è azione, non ci sono nemici agguerriti o scene epocali in stile Guerre stellari. Solo lo spazio e un uomo avvolto dalla solitudine e dai ricordi, fino a quando entrambi i sentimenti in qualche modo svaniranno. Da vedere.
I gusti di Mutaforme (Avventura - Fantascienza - Fantastico)

Siregon 7/8/10 0:18 - 342 commenti

Splendido. Le musiche di Clint Mansell, gli effetti visivi, la recitazione di Rockwell, la regia sicura ed incalzante di Jones incollano lo spettatore ad una storia originale e sorprendente i cui temi principali sono la crisi d'identità e la paura dell'abbandono. Non c'è violenza, tutto è secco ed asciutto, il montaggio è sublime ed i rimandi a Kubrick sono inevitabili. Un'opera prima di grande spessore ad un passo dal capolavoro.
I gusti di Siregon (Avventura - Gangster - Giallo)

Thedude94 20/2/18 0:03 - 296 commenti

Classico esempio di opera a budget minimo, che con un cast ridotto all'osso, in cui spiccano un Rockwell magnifico e una scenografia semplice ma molto realistica, riesce a tenere alta la tensione e la concentrazione. Jones è molto bravo ed è aiutato da una sceneggiatura (scritta assieme a Parker) davvero eccezionale; la riflessione filosofica sull'essere umano e sul rapporto con le macchine (in questo caso buona) è al centro dell'intera trama, che si intreccia con momenti di vita reale (dall'alto della luna sembrano così lontani...).
I gusti di Thedude94 (Drammatico - Gangster - Sentimentale)

Samdalmas 14/10/13 16:31 - 264 commenti

Primo film diretto dal figlio di David Bowie, Duncan Jones si rivela un ottimo regista con "Moon", fantascienza d'autore fatta con pochi mezzi ma molte idee; un solo attore nella base lunare (Sam Rockwell strepitoso). Più che 2001 mi ha ricordato alcune puntate di Spazio 1999. Destinato a diventare un cult nel suo genere.
I gusti di Samdalmas (Musicale - Poliziesco - Thriller)

Aal 13/4/15 17:30 - 244 commenti

Solida fantascienza con più di un legame al passato. Bello il soggetto, un po' meno la sceneggiatura, anche se Sam Rockwell offre un'ottima prova. Più che a 2001 (a cui richiamano il robot Gerty e l'ambientazione) giurerei che Duncan Jones si sia ispirato alla leggendaria serie degli anni '70 dei coniugi Anderson (britannici come lui) Spazio 1999. Gli esterni, gli interni, i mezzi volanti e i mezzi lunari ricordano molto le ambientazioni di quella serie così come le atmosfere cupe, il senso di minaccia dell'ignoto, la solitudine. Riuscito.
I gusti di Aal (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Ducaspezzi 31/7/12 2:32 - 222 commenti

Fantascienza classica oggi, coi toni estetici e ritmici di vari indimenticabili film del genere, sparsi negli anni 70 e 80, al servizio di una storia di malinconico esistenzialismo, non priva di inquietanti barlumi ma anche di barlumi speranzosi. Il tutto si svolge sul lato pinkfloydiano della luna, ma qui "Money" non è tanto la canzone quanto la solita musica del dio denaro che calpesta l'umanità delle persone che, si badi, rimane intatta anche nella virtualmente infinita ripetibilità esatta di queste. Soporifero? Chi dorme non pesca. Avvisati!
I gusti di Ducaspezzi (Drammatico - Fantastico - Thriller)

Bizzu 8/1/14 23:40 - 210 commenti

Da come era partito pensavo il peggio: sembrava quasi che il computer volesse prendere il sopravvento e per un po' ho temuto di trovarmi davanti al remake di 2001. Il film infatti inizia a ingranare bene dalla metà, quando vengono messe le carte in tavola e come da miglior tradizione fantascientifica abbiamo anche un piccolo spunto di riflessione (magari non del tutto inedito ma presentato bene). Apprezzabile l'idea della tuta sporca e consumata, attrezzature malfunzionanti ecc... un vero posto di lavoro!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La telefonata alla figlia.
I gusti di Bizzu (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Tomslick 1/7/14 23:28 - 205 commenti

Fantascienza solitaria e minimalista di lodevole fattura in questo esordio da parte del rampollo di casa Bowie. Ci mette molto del suo pure il protagonista Sam Rockwell, che si sobbarca tutta la fatica del one (two) man show riuscendovi alla grande. C'era davvero bisogno di una bella ripulita dalla ridondanza dei polpettoni ipertecnologici che la sci-fi c'ha propinato nell'ultimo periodo. Non è certo esente da difetti, sia chiaro; le ingenuità da opera prima ci sono eccome, ma è una buona idea, sviluppata in modo convinto e già un ottimo inizio.
I gusti di Tomslick (Azione - Drammatico - Fantascienza)

Coyote 1/9/11 18:46 - 183 commenti

Complimenti all'esordiente Jones, che riesce a tenere in piedi un film con un unico attore attraverso un'idea da fantascienza anni Cinquanta sviluppata artigianalmente con pochi mezzi e tanta passione. Certo, la povertà delle scenografie appare evidente, tuttavia passa in secondo piano in quanto lo spettatore è portato a concentrarsi esclusivamente sui pensieri e sulle mosse del protagonista. Imperfetto ma ugualmente convincente.
I gusti di Coyote (Drammatico - Giallo - Poliziesco)

Jofielias 20/12/11 9:02 - 170 commenti

Moon cita la fantascienza di rottura degli anni Settanta, dove la tecnologia pareva sporca e vissuta, un oggetto consunto dall'uso e dalla noia degli esseri umani. Il soggetto di Jones era molto intrigante ed era in grado di produrre grandi sviluppi anche a livello simbolico: purtroppo però la vicenda non decolla mai e in alcuni passaggi ristagna nella prevedibilità, cosicché l'appassionato di sci-fi riuscirà con largo anticipo a prevederne gli esiti narrativi. Ottima la messa in scena, specie la fotografia.
I gusti di Jofielias (Fantascienza - Horror - Thriller)

Neapolis  20/11/16 0:00 - 169 commenti

Per fare un bel film a mio avviso non occorrono grandi budget e sopratutto bisogna avere il coraggio di osare e percorrere strade nuove. La scienza della genetica nel film è riuscita a creare robot e cloni per agevolare il progresso scientifico ma come nel film successivo di Duncan non si fanno mai i conti con le emozioni che anche in questo film la scienza non riesce a dominare e controllare. Recitazione e musiche perfette.
I gusti di Neapolis (Drammatico - Horror - Thriller)

Luckyboy65 17/11/10 0:10 - 144 commenti

Piccolo grande film che americano non è e si vede se non altro perché il prodotto è eccellente pnonostante il budget risicato. Jones cita i grandi della fantascienza (come Tarantino con i B-movies) ma lo fa con rispetto e amore. Se una pecca c'è in questo film è quella di svelare l'inganno troppo presto; un po' più di suspence non avrebbe guastato, anche se l'obiettivo del film era quello di concentrarsi sugli aspetti amletici dell'essere o non essere. Rockwell a livello del giovane De Niro.
I gusti di Luckyboy65 (Animazione - Fantascienza - Thriller)

Black hole 14/3/13 15:58 - 136 commenti

Un gran bel film che ho visto quasi per caso, che mi ha stupito per la sua "classicità" e che mi ha catturato per la storia. C'é molta devozione, nello stile, nei modelli usati, la presenza costante di Garty che pare il fratello semovente del ben più noto HAL; anche Sam (Sam Rockwell bravissimo!) ha qualcosa di David Bowman e di O'Neil/Connery di Atmosfera zero, ma si tratta solo di omaggi perché Moon di luce propria ne ha da vendere e la storia, anche se ovvia, ti coinvolge emotivamente fino alla fine. Da vedere assolutamente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Sam "vecchio" che insegna a Sam "nuovo" come intagliare la balsa per il diorama della sua città natale.
I gusti di Black hole (Drammatico - Fantascienza - Western)

Losciamano 7/6/10 16:46 - 112 commenti

Il film ha molto a che fare con 2001: odissea nello spazio di Kubrick, non ci possiamo nascondere dietro a un dito; ma in una certa maniera Duncan Jones se la cava con una sceneggiatura interessante. La sua più grande impresa è stata quella di far ritornare nel grande schermo la fantascienza degli anni settanta/ottanta senza cadere troppo nella retorica e coinvolgendo efficientemente il pubblico senza scene d'azione o cosa. Grande Sam Rockwell. Duncan Jones, comunque, è da tener d'occhio...
I gusti di Losciamano (Drammatico - Horror - Teatro)

Burattino 1/10/10 1:00 - 101 commenti

Fantascienza molto intelligente quella messa in scena da Jones, anche se il tutto in 90 minuti appare un po' troppo compresso. A mio parere un film del genere avrebbe avuto bisogno di più respiro. Ottima l'atmosfera e grande prestazione di Rockwell, unico personaggio in scena per tutta la durata. Per una volta la macchina è sinistra ma non minacciosa e non costituisce una minaccia, anzi sembra quasi voler costruire un rapporto empatico col nostro Sam.
I gusti di Burattino (Animazione - Erotico - Horror)

Zutnas 2/10/10 16:24 - 78 commenti

Ambienti bianchi e asettici, lunghi momenti di silenzio, ritmi lenti e un computer parlante... no, non è 2001: Odissea nello spazio, ma è quanto di più simile io abbia mai visto e Moon riesce nell'impresa di non uscire schiacciato dal confronto. Innumerevoli i temi che questo film propone, mostrando, più che raccontando, la solitudine di un uomo sulla Luna nell'attesa del ritorno e alla ricerca di se stesso (letteralmente). Ottimo esempio di fantascienza non computer-grafica dipendente, forse anche per questo snobbato dal grande pubblico.
I gusti di Zutnas (Avventura - Fantascienza - Gangster)

Noncha17 5/12/18 18:00 - 56 commenti

A metà strada tra l'onirico e il sovversivo, anche noi abbiamo bisogno di capire - come il Sam "ridotto male" - quale strada intraprendere: se affidarci a quella più inconscia oppure a quella che già sa/pensa di sapere. Perché, se nel primo caso si ha voglia di scoprire il motivo per cui qualcosa non va, nel secondo ci si scoccia, sapendo/pensando che l'esito non porti a nulla. Anzi, si vuole che tutto si concluda per il meglio e basta, dato che si va avanti a furia di reset persi nell'isolamento e nella monotonia più completa.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I titoli di testa applicati obliquamente; La macchina che va a emoticon; Il volo del plastico; Le musiche di "pink floydiana" memoria; La scoperta.
I gusti di Noncha17 (Azione - Fantascienza - Giallo)

Monzaparco 29/4/12 20:07 - 41 commenti

Film che parte piano e rasenta la noia fino alla mezzora per poi diventare coinvolgente e quasi palpitante (la cosa sembra assurda considerando che vi è un'unico attore ma è così). La storia è un déjà vu (sia per quanto riguarda il rapporto dell'uomo con la solitudine sia quello con macchine senzienti), ma le atmosfere sono cariche di forza e poesia e il finale per nulla scontato. Prima prova del regista Duncan Jones (figlio di David Bowie) superata a pieni voti. Assolutamente da vedere per gli amanti del genere ma consigliato a tutti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La telefonata a casa e i due minuti seguenti.
I gusti di Monzaparco (Fantascienza - Guerra - Western)

Federico 30/12/09 10:13 - 37 commenti

"Moon" sta alla fantascienza come Le iene sta ai gangster movie. L'opera prima del regista Duncan Jones è il classico esempio di quei film che dopo averli visti esclami: ma guarda cosa hanno messo in piedi con pochi mezzi e una grande sceneggiatura magistralmente recitata! Nonostante ci sia un solo attore e due sole location, il film scorre che è una bellezza. Entra di diritto nei grandi classici della fantascienza. Chissà cosa avrebbe detto Kubrick se l'avesse visto...
I gusti di Federico (Commedia - Thriller - Western)

Tompess 7/12/09 10:14 - 10 commenti

Solitudine + identità = spazio + futuro. La fantascienza nella sua coniugazione "hard" torna a riflettere su di noi e sul nostro futuro con semplicità e profondità. Senza paura di confrontarsi coi capisaldi (2001 et Solaris). E il tutto è diretto da un esordiente di lusso, figlio di Ziggy Stardust (no, dai, non sto scherzando).
I gusti di Tompess (Azione - Fantascienza - Horror)