Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SMILE - LA MORTE HA UN OBIETTIVO

All'interno del forum, per questo film:
Smile - La morte ha un obiettivo
Dati:Anno: 2009Genere: horror (colore)
Regia:Francesco Gasperoni
Cast:Harriet MacMasters-Green, Robert Capelli Jr., Antonio Cupo, Manuela Zanier, Mourad Zaoui, Giorgia Massetti, Tara Haggiag, Armand Assante, Rabie Kati
Visite:1068
Il film ricorda:Shutter (a Undying)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/8/09 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 18/12/09 18:18 - 3875 commenti

Marocco: polaroid degli Anni Sessanta ha fotografato più volte la morte, sino a quando l'utilizzatore scopre (dopo averlo immortalato) il cadavere della figlia uscendo di senno. Un gruppo di turisti compra in un vecchio negozio la macchina fotografica... L'idea non è nuova, ma Gasperoni riesce comunque a creare un clima di claustrofobia e di tensione in questo sorretto da una discreta fotografia e dall'interpretazione del veterano Assante. Cast giovane, ma non mediocre, che brilla per le belle presenze (la matura e affascinante Tara Haggiag su tutte). Corto (80 minuti) e senza estremismi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La spiegazione conclusiva.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 29/8/09 0:36 - 4145 commenti

La polaroid assassina mi mancava proprio... assieme a un'accozzaglia di attorucoli da teatro dei pupi, a una sceneggiatura scritta da un poveretto (il regista) e a dialoghi da immediata autolobotomizzazione per non soffrire più. Una scemenza che lascia sbalorditi. Ci si domanda come questo "fenomeno" di regista italiano sia riuscito a far scucire soldi per una tale boiata, ambientata in un bosco marocchino! Io il Marocco lo ricordavo un po' più arido e non pieno di pioppi, querce e baite... mah. Alla larga da questa indecente porcata, la cui spiegazione finale non riesce a salvare la baracca.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Rashid caramellato nel bosco; La bambina con cervello in vista.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Herrkinski 16/1/10 14:24 - 3941 commenti

Già Imago Mortis non m'aveva per niente entusiasmato, ma non va meglio con questo nuovo tentativo di rinverdire i fasti del cinema horror italico. Gasperoni, come Bessoni, dimostra di conoscere il mestiere, offrendo qualche inquadratura degna di nota e una confezione generale abbastanza laccata, dalla fotografia elegante; ma a parte questo il film è poca cosa e finisce presto per perdersi nel marasma degli horror moderni. Attori di bella presenza, soggetto ridicolo, Assante poco più che una comparsa. Belle location desertiche, ma non ci siamo.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Brainiac 12/12/09 17:18 - 1081 commenti

Altro che Smile, se questo è il nuovo cinema di genere italiano c'è poco da sorridere. Però un punto in più rispetto a Padiglione 22, Imago mortis e Visions, gli ultimi obbrobri italici in ordine d'apparizione, mi sento di darglielo. Gasperoni sembra aduso più all'italica arte del carpire finanziamenti pubblici (si scorra la lista) che non a sceneggiare, ma dietro la macchina da presa è sveglio. Bellina qualche inquadratura, non proprio melmosa la recitazione (non di tutti però, un paio di attori sfigurerebbero financo nel cast di Agrodolce).
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Harrys 1/9/09 1:14 - 679 commenti

Ma come si può concepire uno (pseudo) slasher con tutti gli omicidi fuori campo e/o creativamente nulli? Come si fa, per ambientare il film in una location boschiva, ad utilizzare il Marocco? Come si può riuscire a dar adito a una spasmodica attesa per poi, raggiunto il climax, far accartocciare il tutto su se stesso? Incredibile. Scritto coi piedi, grosse lacune narrative. Troppi primi piani, per ottemperare al budget ristretto. Eppure la recitazione non m'è sembrata malaccio; bravino l'attore che interpreta Tommy, anche se somiglia a Corona.
I gusti di Harrys (Comico - Fantastico - Horror)

Nando 25/8/10 7:44 - 3188 commenti

Horror di non eccelsa qualità con un cast, Assante a parte, di bassa lega. L'idea non è malvagia con l'inserimento del fotografo forense ed un apparecchio fotografico del 66, ma le ambientazioni e i dialoghi lasciano a desiderare e le morti che si susseguono appaiono surreali. Come abbia potuto esser stato riconosciuto film d'interesse nazionale rimane un mistero...
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Rufus68 19/11/17 20:01 - 2122 commenti

Il gruppo stavolta viene falcidiato da un'ominosa Polaroid in un bosco umbro-marocchino. Tanto basti. A quando il frisbee assassino? Solita carrellata di sciocchezze e scene isteriche condita da una volgarità diffusa che fa tanto spontaneità (il regista non ci risparmia dei rutti). Il filo logico della trama sarebbe impossibile da raddrizzare anche per Cartesio.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Buiomega71 16/6/18 0:40 - 1845 commenti

Umidiccio e scarno slasher tra Final destination e i meccanismi alla Bottega che vendeva la morte, che brilla di qualche scheggia notevole (la zingara con la scimmia che scende dal bus, la bambina con il cranio aperto come nel Sesto senso, la risoluzione finale con Armand Assante folle occhio indiscreto della morte, la foto riflessa sui vetri dell'auto in corsa, la chiusa mortifera madmaxiana sulla strada) e con Gasperoni che regala qualche bel pezzo di regia. Un po' stantia la parte nella spelonca della Casa e terribile la presentazione iniziale tramite foto. Non malaccio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Impalata, col badile, alla porta; Le lapidi "rivelatrici"; La scoperta del corpo martoriato della figlioletta; Gli scatti visionari "zombeschi".
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Jofielias 1/12/11 13:56 - 170 commenti

Smile dovrebbe essere proiettato in tutte le scuole di cinema come paradigma di come NON si scrive una sceneggiatura. Sapendo di non poter contare sulla trama, Gasperoni tenta di solleticare la platea con sette personaggi intelligenti e simpatici come gli scarti di un provino del Grande Fratello, ripresi in ambientazioni esotiche tra il Marocco e la pineta dietro casa. Inguardabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le battute messe in bocca al Sandokan dell'oasi, un capolavoro di nonsense.
I gusti di Jofielias (Fantascienza - Horror - Thriller)

Buck ii 22/5/10 10:46 - 55 commenti

Ritengo che Il nascondiglio di Avati e Il bosco fuori di Albanesi siano per il momento le uniche pellicole rappresentative dell'horror made in Italy contemporaneo; in particolare il film di Albanesi sembrava essere il perno portante della rinascita del genere ma purtroppo sembra non essere così. Vedere questo Smile è a mio giudizio vedere quello che l'horror americano produce ultimamente ovvero pellicole in cui telefoni, videocamere, registratori vari diventano moderni serial killer in storie che risultano indigeste. Non ci siamo.
I gusti di Buck ii (Erotico - Musicale - Western)