Cerca per genere
Attori/registi più presenti

OLTRE IL GIARDINO

All'interno del forum, per questo film:
Oltre il giardino
Titolo originale:Being there
Dati:Anno: 1979Genere: commedia (colore)
Regia:Hal Ashby
Cast:Peter Sellers, Shirley MacLaine, Melvyn Douglas, Jack Warden, Richard Dysart, Richard Basehart, Ruth Attaway, David Clennon, Fran Brill, Denise DuBarry
Visite:1835
Il film ricorda:Forrest Gump (a Renato)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 26
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

B. Legnani 3/4/07 0:26 - 4201 commenti

Ottimo film, di ineguagliabile finezza (quasi europea, oserei dire), che regala, nella sua ferocissima satira, momenti di umorismo indimenticabile e di gran classe. Si pensi al Presidente degli Stati Uniti che ascolta le “scoperte” fatte sul misterioso Giardiniere o al maggiordomo che in ascensore ride PRIMA che Peter Sellers apra bocca o all’incontro con l’ambasciatore sovietico eccetera eccetera eccetera… Assolutamente imperdibile.
I gusti di B. Legnani (Commedia - Giallo - Thriller)

Galbo 19/9/07 17:20 - 10477 commenti

Film poco americano nel senso classico del termine, Oltre il giardino parte da una raffinatissima opera letteraria ("Presenze" di Kosinski) adattata al meglio per il cinema dallo stesso autore che ne rispetta lo spirito originario e ne fa una amara parabola delle scalate al potere e una raffinata satira della politica americana (tanto attuale adesso all'epoca dell'impero Bush). Il giardiniere analfabeta che diventa fonte di ispirazione per un ancora più idiota presidente americano è il risultato di una geniale interpretazione del grande Peter Sellers.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Pigro 21/4/09 10:06 - 7029 commenti

Maturo giardiniere tonto, insensibile e analfabeta, mai uscito dalla casa in cui è nato dove si imbottisce solo di tv, è preso per saggio dalla classe politica e economica. Geniale favola morale in cui si amplificano allegoricamente i mali di una società incapace di senso e di verità. L'idiozia dell'ebete ma tenero protagonista (magistralmente intepretato da un favoloso Sellers) piomba nel mezzo dell'aridità dei rapporti umani e del pensiero culturale e politico, che mostrano - quelli sì - tutta la loro idiozia. Malinconicamente graffiante.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Homesick 25/4/14 16:38 - 5737 commenti

Sarcastico nella sua satira sul potere dei media per cui anche un povero idiota analfabeta può diventare una star e persino capo di Stato, sa rendersi altresì tenero e intimista, suggerendo come semplicità e franchezza possano infondere serenità allo spirito proprio e altrui; e l’interpretazione di Peter Sellers tiene saldamente questi due capi, disegnando un personaggio irresistibile nel suo olimpico candore. L’accurata fotografia e il décor rievocano scenari da Vecchia Europa, che ben si adattano agli abiti e alla flemma anglosassone dell’enigmatico “Giardiniere”.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il primo impatto con il mondo esterno; l’incontro con il Presidente; l’intervista in tv; le lacrime alla morte dell’amico.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 14/9/09 11:01 - 1495 commenti

Girato decisamente in punta di forchetta, è un film delizioso anche solo per l'interpretazione ammirevolmente misurata del grandissimo Peter Sellers: ho voluto vederlo in inglese proprio per potermela gustare pienamente. Secondo me il ritmo rilassato e qualche momento fuori tono (specie all'inizio, nella scena in cui Sellers esce per la prima volta di casa e la musica rovina decisamente l'effetto) non guastano un ottimo film, elegante fino al sorprendente finale.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Cotola 22/4/09 20:50 - 6634 commenti

Il film si regge, oltre che su una storia bella ma non originalissima, soprattutto sulla fenomenale intepretazione di Peter Sellers, che costruisce un personaggio che non si dimentica. Umorismo in pieno stile inglese e quindi non proprio per tutti i gusti. Da riscoprire e rivalutare.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 21/3/13 14:07 - 7224 commenti

Beati i poveri di spirito perché loro è il regno dei cieli... o almeno un posto alla Casa Bianca, come suggerisce questa bella parabola, ideale addio al cinema e alla vita di un genio comico suo malgrado. Chance è l'uomo senza passato che può essere chiunque, si esprime con frasi elementari interpretabili come raffinate metafore, si comporta fra i potenti con una semplicità che induce a considerarlo potente a sua volta, insomma è un schermo bianco su cui proiettare ciò che si desidera, in una società basata sulle apparenze in cui la forma è sostanza.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 5/11/07 21:51 - 2068 commenti

Di una noia perfetta, pura, insopprimibile, il film di Ashby si estingue sotto una regia calligrafica, interpretazioni impeccabili e una fotografia impaginatissima. Umorismo misurato al grammo, pragmaticamente inglese, troppo spesso autistico. Micidiale. Il finale sconsideratamente poetico traduce una satira politica lessa nella beatificazione della demenza. Quando non c’è limite al peggio.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Caesars 17/9/07 15:51 - 2321 commenti

Peter Sellers ci regala una delle sue migliori interpretazioni: il suo giardiniere Chance è un personaggio difficilmente dimenticabile; ma anche il resto del cast è sicuramente notevole: a cominciare da Shirley McLaine passando per Jack Warden e finendo con Melvin Douglas. A tenere le fila del racconto è un regista, purtroppo prematuramente scomparso, che già in passato aveva sfornato opere degne d'interesse (Harold e Maude e L'ultima corvè su tutte). Da vedere assolutamente.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Vstringer 15/3/10 2:53 - 349 commenti

Tanto Forrest Gump era tenera e ingenua favola, tanto questo film è corrosiva satira della società americana, teledipendente e ossessionata dal sogno/miraggio della purezza e della naturalità, al punto di scambiare le buone regole del giardinaggio con un superiore acume politico. Allo scopo sono perfetti sia l'eccentrico Ashby alla regia, sia l'inglesissimo Sellers, davvero grande nel ruolo del giardiniere stupidotto e impreparato ad affrontare la vita reale. Buono l'apporto dei comprimari, l'incedere non è frenetico e lo humour è apprezzabile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Chance che punta invano il telecomando contro la gang di neri per "cambiare canale".
I gusti di Vstringer (Commedia - Drammatico - Musicale)

Lovejoy 12/11/08 14:41 - 1825 commenti

Ultimo vero film interpretato dal grande Peter Sellers (Il successivo film della Pantera Rosa fu rimontato con spezzoni presi da film precedenti). Scritto e diretto splendidamente, con un ritmo esemplare e alcuni momenti memorabili. Cast di lusso, con un Peter Sellers assolutamente strabiliante. Avrebbe meritato almeno la Nomination. Classico.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Saintgifts 4/6/11 22:43 - 4099 commenti

Anche guardando al significato, fuori metafora, che il film vuole evidenziare (potere, affari, stampa, TV, servizi segreti, tutti spiazzati e rimbambiti davanti a un personagio fuori norma), non riesco a farmi piacere questo lavoro. Troppo paradossale, imbarazzante e quel che più conta, fastidioso, una visione fastidiosa che si porta avanti a fatica. Fastidiosa perché non è stata data al film quell'impronta da vera commedia che, allora, avrebbe strappato risate e divertimento, rendendosi accettabile. Fuori discussione le interpretazioni.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Finale assolutamente creato per stupire, ma senza un significato di una certa coerenza.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 11/12/13 0:06 - 3167 commenti

Sorprendente pellicola che mette alla berlina il potere e lo snobismo di certi figuri utilizzando il semplice candore di un maturo giardiniere analfabeta che cavalca con leggerezza il mondo dei potenti. Sellers è intenso e credibile, ma anche il resto degli interpreti non demeritano (anzi, illuminano la scena). Piacevolissimo.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Belfagor 21/7/12 12:04 - 2544 commenti

Giardiniere analfabeta e teledipendente, considerato da tutti un fine intellettuale, raggiunge le vette della società americana. Dietro l'apparenza di una commedia dal ritmo pacato e dall'atmosfera rarefatta, una brillante e mordace satira della politica statunitense (ma non solo) incensata di snobismo, sempre pronta a prendere una nuova cantonata. Lo stralunato Sellers è l'interprete ideale dell'ingenuo protagonista. Peccato solo per il finale campato per aria, che stona decisamente con il resto del film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena nell'ascensore.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Myvincent 15/10/16 7:57 - 2053 commenti

Il film si regge sulla impareggiabile interpretazione di Peter Sellers (la penultima prima della sua prematura morte) nei panni di un candido e infantile giardiniere privo di malizia che non ha mai conosciuto il mondo al di là di quel suo giardino. Metafora surreale sul classismo d'ogni tempo, insegna quanto ciascuno sia "nudo" di fronte alla morte e quanto la semplicità sia un valore sempre più desueto. Candidatura all'oscar per il protagonista e statuetta per Melvyn Douglas.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Paulaster 21/7/16 9:54 - 1819 commenti

L'apparizione di un alieno (con musiche da 2001 non casuali) in un mondo stereotipato che vive di apparenze. Sceneggiatura che prende in giro la classe dirigente e accattiva il ruolo del diverso come una necessità. Sellers monumentale come oracolo, una recitazione in sottrazione, a suo agio in un'ambientazione in stile inglese (basta vedere la cura dei giardini). Toccante l'ingenuità da ebete ma che sottolinea la mancanza di purezza altrui.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La ginnastica di Sellers mentre la MacLaine si masturba; Il telecomando che muove il letto.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Luchi78 16/11/11 18:16 - 1521 commenti

Garbatissima commedia dalla feroce satira che solo un grande Peter Sellers poteva interpretare così in punta di piedi. Divertente e sarcastico l'epilogo, ma in generale tutto il film si regge su un clima surreale, quasi a voler dissacrare la classe dirigente americana fino al picco più alto (il presidente e le eminenze grigie alle sue spalle). L'umorismo è quello tipico di Sellers, molto all'inglese, non esilarante ma sottile e spietato. Notevole.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Disorder 6/2/13 22:03 - 1372 commenti

Eminenza grigia del potere americano, imprenditore di successo, emissario della Cia o agente russo infiltrato? No, solo un giardiniere di mezza età, teledipendente e con evidente ritardo mentale. Davvero un bel film, uno show personale per Peter Sellers, che risulta simpatico e credibile nei panni dell'ingenuo "bambinone" all'involontaria conquista di Washington. Forse il ritmo è un po' troppo lento, ma il film alla fine diverte e non stanca. Buono...
I gusti di Disorder (Avventura - Commedia - Drammatico)

Il Dandi 11/1/18 0:15 - 1292 commenti

Fortemente voluto da Peter Sellers (che offre un'interpretazione magistrale e per lui insolita), il vertice poetico di Ashby è rappresentato da questo uomo senza tempo, il giardiniere semi-ritardato che tutti scambiano per saggio: una raffinata commedia degli equivoci (sempre credibili e scanditi da un ritmo flemmatico) che osa (e merita) l'unica vera concessione al surreale definitivo nella celeberrima sequenza finale. Perfino i ciak sbagliati montati sui titoli di coda sono commoventi, oltre che divertenti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'intercalare "Mi rendo conto" che Chance/Sellers usa di continuo, che ogni volta che viene pronunciato diventa via via sempre più ironico.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Bruce 6/6/16 16:51 - 878 commenti

Commedia satirica riuscita e attualissima contro la società americana e moderna in generale, sempre più dominata dai mass media e da poteri forti capaci di imporre chiunque al governo del paese, anche il più idiota purché controllabile. Peter Sellers è bravissimo nel ruolo di Chance il giardiniere, quasi un precursore di Forrest Gump, icona dell'uomo semplice che attraversa ogni situazione con la stessa naturalezza e disincanto finendo per conquistare tutti. Notevole.
I gusti di Bruce (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Almicione 2/11/13 1:26 - 765 commenti

Non amo affatto le pellicole alla Forrest Gump, in cui il protagonista presenta un ritardo mentale e diventa inconsapevolmente una persona nota e famosa incontrando personaggi importanti che hanno speso una vita impegnandosi per raggiungere alti risultati mentre a lui, invece, di punto in bianco tutto va benissimo. L'umorismo ravviva solo a tratti un film perlopiù piatto, privo di un qualcosa di notevole. Buon cast, comunque. A tratti stucchevole, in generale mediocre.
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)

Lou 18/10/16 23:56 - 682 commenti

Una potente provocazione riferita al mondo della comunicazione, in grado di imporre alla pubblica opinione, incapace di riconoscere la verità, un personaggio creato dal nulla e sul nulla. Il film è costruito sul paradosso di un giardiniere analfabeta (un ottimo Sellers), che diventa suo malgrado un opinionista stimato grazie alle sue semplici parole mutuate dal giardinaggio che vengono interpretate come messaggi metaforici di indirizzo politico. Una bella idea, che però alla lunga diventa pesante, ai limiti dell'imbarazzo.
I gusti di Lou (Avventura - Azione - Drammatico)

Alex75 15/9/15 9:35 - 511 commenti

Sottile satira di una certa classe politica e di un’opinione pubblica superficiali e sempre pronte ad affidarsi a “Uomini della Provvidenza”, scambiando la povertà di spirito di un giardiniere illetterato per acume. L’umorismo prettamente verbale del film, con dialoghi basati su equivoci e doppi sensi, dà modo a Sellers di caratterizzare con efficacia il suo personaggio, con un’interpretazione asciutta che corona la sua carriera. Ottimo anche il resto del cast, soprattutto Douglas e la Mc Laine.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Chance nei quartieri malfamati di Washington; L’incontro col presidente; Il sorriso di Chance; “Mi rendo conto...”; “L’unica chance è Chance”.
I gusti di Alex75 (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Enricottta 14/9/09 19:06 - 507 commenti

La più bella emozione che questo film mi ha regalato la devo alle mie pratiche "voyeristiche" nei confronti dei miei vicini di poltrona, i quali malcapitati, inconsapevoli cavie, mi regalano espressioni più o meno interessanti e segni di gradimento o disgusto della pellicola che stiamo vedendo. Con "Oltre il giardino" ho raggiunto il climax del mio divertimento guardando le facce imbarazzate di alcuni di loro. Il film è ostico quanto bello, non è scritto per piacere a tutti, ma raggiunge comunque l' attenzione minima. Sellers da oscar, andato invece a Douglas.
I gusti di Enricottta (Erotico - Giallo - Musicale)

Yamagong 1/11/13 1:25 - 274 commenti

Piccolo gioiellino cinematografico e palcoscenico d'eccezione per un incommensurabile Sellers, Oltre il giardino è un Forrest Gump decisamente più agrodolce e satirico: è infatti tramite la figura dell'inebetito e telemaniaco giardiniere Chance che viene celebrato l'insulso rituale moderno alla stupidità, a quel vuoto pneumatico così necessario perché chiunque lo possa riempire a proprio piacimento. Spiazza il poetico quanto provocatorio finale. Si sorride amaramente e il film, seppur lento, può contare su un grande cast di comprimari.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "La vita è uno stato mentale".
I gusti di Yamagong (Animazione - Commedia - Drammatico)