Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• LA CASA NELLA PRATERIA (9 STAGIONI)

All'interno del forum, per questo film:
• La casa nella prateria (9 stagioni)
Titolo originale:Little House on the Prairie
Dati:Anno: 1974Genere: fiction (colore)
Regia:Vari
Cast:Melissa Gilbert, Michael Landon, Karen Grassle, Rachel Lindsay Greenbush, Sidney Greenbush, Melissa Sue Anderson, Scottie MacGregor, Richard Bull, Jonathan Gilbert, Kevin Hagen, Alison Arngrim, Matthew Labyorteaux
Visite:2323
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 12
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/7/09 DAL BENEMERITO 124C

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 20/10/09 7:19 - 11098 commenti

La storia della famiglia Ingalls, veri pionieri dell'America del tempo che fu, raccontata in un serial dallo straordinario successo e che rappresenta (sia pure in forma romanzata) un vero "spaccato" di vita vissuta. Di sicuro con molte ingenuità, la serie è comunque godibile grazie alla buona ricostruzione ambientale e alla bravura degli interpreti.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Puppigallo 10/7/09 18:35 - 4405 commenti

Ha un che di vero, di naturale, grazie alla bravura degli interpreti. Si tratta di vita vissuta, rogne continue e gente più o meno ottusa che movimenterà le esistenze dei protagonisti. La piccola (ma crescerà) Laura è simpatica e sa difendersi, soprattutto dalla pestifera figlia del bottegaio. Certo, ai poveri Ingalls ne capiteranno di tutti i colori, ma se così non fosse stato, la noia l'avrebbe fatta da padrona. Bravi anche, la tremenda madre dell'acida ragazzina e il padre. Nota di merito per i tanti temi affrontati (su tutti, i pregiudizi) per Albert e per Charles (uomo giusto e timorato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La realizzazione della campana; L'episodio con Cavallo Zoppo; Mary diventa cieca; Una bambina entra in biblioteca e prende il libro scritto da Laura.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Ciavazzaro 18/10/09 12:47 - 4741 commenti

Serie sicuramente cult, ma che non ho mai apprezzato. La storia della famiglia che vive nella "casa nella prateria" non mi ha mai entusiasmato, anzi. Non riesco a coglierne aspetti positivi, proprio non la gradisco. Da parte mia sconsigliata, ma è mia opinione personalissima.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Markus 9/7/09 19:24 - 3055 commenti

Un bello spaccato (seppur fortemente romanzato) di vita americana del tempo che fu. Episodi intensi, carichi di emozioni, descritti debbo dire molto bene (se vogliamo puntando molto alla moraletta di famiglia sana e cattolica, cosa che lo rese un po’ stucchevole e irritante agli occhi dei ribelli del decennio in cui fu prodotto, ma forse è piaciuto ai conservatori)... Grande consenso per l'allora bambina prodigio Melissa Gilbert nel ruolo principale di Laura Ingalls.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Magnetti 15/1/10 11:23 - 1103 commenti

Film basato sui classici temi cari al cinema americano: drammoni familiari, la vita di frontiera, la famiglia. Una ottima ambientazione datata fine '800 nel Minnesota fa da cornice alla famiglia Ingalls, tutta al femminile, padre escluso naturalmente. Si alternando momenti gioiosi (quasi sempre collegati alla figlia Laura) a momenti drammatici come distruzioni di raccolti, malattie del bestiame e dei familiari. Un vero polpettone (nel senso buono del termine, quasi culinario) di cui non mi stancavo mai (magari mie tendenze masochistiche?) e di cui conservo un buon ricordo.
I gusti di Magnetti (Animali assassini - Avventura - Horror)

Stubby 15/7/09 10:39 - 1147 commenti

Grandissimo serial TV che ho visto e rivisto da bambino ed oggi mi fa una tenerezza incredibile: storie spesso e volentieri tristi che mettevano a dura prova la famiglia Ingalls (parevano usciti da una novella del Verga). Belle le caratterizzazioni dei personaggi, spesso completamente suddivise in buoni e cattivi; in mezzo più o meno troviamo il bottegaio.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

124c 9/7/09 16:04 - 2738 commenti

Cult tv anni 70 e anni 80, oggi "La casa nella prateria" può apparire ai più come una saga di una famiglia di sfigati. Eppure la storia degli Ingalls, pionieri del west, che vivono in una tipica cittadina, con simpatici droghieri, pastori protestati e maestre in anticipo sui tempi, avvinceva. Dai racconti di Laura Ingalls-Wilder, nella serie interpretata da Melissa Gilbert, prodotta e diretta da Micheal London di "Bonanza", che si riservò anche il ruolo del patriarca, Charles Ingalls.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La cittadina tipica di fine ottocento, il figlio del droghiere che ruba i biscotti dal vaso, le tre Ingalls, le frustate del supplente severo.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Trivex 2/10/15 10:24 - 1436 commenti

Bellissimo, non lo ricordavo così: emozionante, avvincente e a volte molto triste. Lo spirito pionieristico americano emerge prepotente, seppur attraverso un filtro di buonismo familiare che però appare assolutamente giustificato per l'indirizzo del prodotto. Fiction per la famiglia, ma dai "grandi" contenuti; sempre diversi, a volte ancora attuali, spesso davvero intensi. Nota di merito per tutti i partecipanti, per la regia e per la sceneggiatura, senza pecche. Un colosso nel suo genere, che pone la famiglia al suo posto come cellula sociale fondamentale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Tra i tantissimi momenti speciali: il ragazzo gravemente ammalato che giunge al mare, dopo tanta fatica, alza le braccia in segno di vittoria!
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Gabrius79 9/12/13 12:26 - 1137 commenti

Appassionante telefilm americano con un ottimo cast variegato: spiccano Melissa Gilbert nei panni di Laura e Micheal Landon nei panni di suo padre. Gli espisodi delle prime serie sono decisamente interessanti e ricchi di momenti convolgenti e a tratti anche divertenti. Poi, nelle ultime serie, "il giocattolo" inizia inevitabilmente a rovinarsi.
I gusti di Gabrius79 (Comico - Commedia - Drammatico)

Darkknight 10/3/18 11:11 - 348 commenti

Il West senza sceriffi, indiani e banditi: solo la vita quotidiana della gente comune. Encomiabile per l'affresco d'epoca e i messaggi cristiani di fondo (banditi dalla tv politically-correct ma cinica d'oggi), ma esecrabile per il modo in cui Michael Landon e gli altri autori (in assenza di duelli e sparatorie) catalizzano l'emozione del pubblico infliggendo sadicamente ai protagonisti una tragedia dietro l'altra, dando un'impressione di inverosimile e stucchevole. Sufficienza e non se ne parli più.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La sig.ra Harriet Oleson, probabilmente il personaggio più odioso mai concepito da mente umana e quel martire del suo simpatico marito Nels.
I gusti di Darkknight (Animazione - Horror - Western)

Claudius 25/2/18 19:39 - 345 commenti

Da bambino (e nella pre-adolescenza) lo adoravo, negli ultimi anni l'ho rivisto puntata per puntata apprezzando sia i protagonisti (soprattutto Landon e la Gilbert, ma anche Bull) sia l'ambientazione western di fine 800 (mi sarebbe piaciuto vivere in quell'epoca, con i primi pionieri). La media è data dai cinque pallini delle prime tre stagioni e dai quattro delle altre (troppo drammatiche alcune svolte), ma risente anche dell'effetto nostalgia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le tre bambine Ingalls; L'episodio con il vecchio della casa (alla fine piangevo); La svolta drammatica nelle ultime stagioni).
I gusti di Claudius (Avventura - Horror - Sentimentale)

Siska80 27/1/20 16:18 - 86 commenti

Uno dei migliori telefilm di ambientazione western, si avvale di ottimi attori. Sebbene edulcorate, propone tematiche attuali quali la violenza sui minori, gli handicap, la discriminazione, le epidemie, le malattie mortali, la tossicodipendenza. Nove stagioni sono tante, inevitabile che molti episodi si somiglino: l'uscita di scena della famiglia Ingalls (nell'ultima rimane solo Laura), decretò un netto calo dell'audience, che portò a una chiusura brusca e forzosa della serie. Peccato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le vicissitudini di Mary Ingalls, dall'improvvisa cecità in poi.
I gusti di Siska80 (Comico - Drammatico - Horror)