Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'UOMO CHE INGANNò LA MORTE

All'interno del forum, per questo film:
® L'uomo che ingannò la morte
Titolo originale:The Man Who Could Cheat Death
Dati:Anno: 1959Genere: horror (colore)
Regia:Terence Fisher
Cast:Anton Diffring, Hazel Court, Christopher Lee, Arnold Marle, Delphi Lawrence, Francis De Wolff, Michael Ripper, Marie Burke
Note:Remake del film del 1945 "The Man in Half Moon Street", diretto da Ralph Murphy e tratto a sua volta dall'omonimo dramma teatrale di Barré Lyndon.
Visite:887
Il film ricorda:Il dottor Jekyll e mister Hyde (a Undying)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/6/09 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 13/9/14 8:03 - 3875 commenti

Pregioso horror targato Hammer, diretto dal veterano Fisher e interpretato magistralmente da Anton Diffring, propriamente selezionato per questo ruolo derivativo da Jekyll & Hyde ma molto più sottile e ricco di interessanti spunti riflessivi sulla vita come elemento non unico dell'individuo. Christopher Lee (in un ruolo insolitamente positivo) si lascia rubare la scena dal protagonista che riesce a scuotere molteplici stati d'animo, lasciando il predominio a quello della tristezza nel tragico, inevitabile e straziante finale. Ottimo!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli occhi del protagonista, circondati da rughe pochi istanti prima di bere il siero.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 16/12/09 9:59 - 5737 commenti

Le origini teatrali - una pièce di Barrè Lyndon, già portata sul grande schermo da Ralph Murphy nel 1944 - imbrigliano questa produzione Hammer in una struttura statica e rallentata dalla sovrabbondanza di dialoghi, i cui unici spiragli si aprono in qualche riuscito effetto (gli occhi di Diffring) e nel consueto, rutilante technicolor. Lee è signorile e defilato come lo sarà in The Gorgon, mentre la Court prorompe nel suo florido décolleté; Diffring, spiritato ed avvizzente mad doctor, fa del suo meglio per rimpiazzare il dimissionario Peter Cushing.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I raptus omicidi di Diffring; la Hazel in posa statuaria.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 13/1/11 23:29 - 6690 commenti

Discreto horror dallo stile hammeriano in cui a colpire non è certamente la storia (la solita variente del mad doctor che qui cerca la vita eterna) ma il comparto visivo ed in particolare quello cromatico che, esaltato dal technicolor, risulta riuscito. Per il resto la regia di Fisher e la professionalità dell'insieme, garantiscono un risultato più che dignitoso ed una pellicola abbastanza piacevole.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 30/5/18 2:15 - 7284 commenti

Un medico con la passione della scultura nasconde un terribile segreto: insieme ad un collega ha trovato il modo per mantenersi giovane ed immune da malattie, ma a prezzo di doversi sottoporre ogni dieci anni ad un particolare trattamento... Horror di stampo gotico che può contare sulla confezione pregiata tipica dei migliori prodotti targati Hammer, a cominciare dalla fotografia calda e pastosa. Particolarmente azzeccata la scelta di Diffring nel ruolo del protagonista, mentre Lee appare più defilato. Peccato per l'epilogo, frettoloso nonché compromesso dai modesti effetti speciali.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ciavazzaro 18/6/09 12:37 - 4660 commenti

Buon horror prodotto dalla Hammer. Il dr Bonnet è riuscito a trovare il segreto dell'immortalità tramite interventi che devono ripetersi ogni 10 anni; l'unico problema è che necessità di una cavia umana... Diffring è un ottimo villian che per mantenere la sua immortalità non esita a uccidere, radiosa la Court, sottotono Lee. Ottima la regia (l'inquadratura della faccia di Diffring prima di ogni delitto...), confezione ben curata. Consigliato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli occhi di Diffring prima di ogni delitto.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Saintgifts 11/9/15 9:32 - 4099 commenti

Un dottore dalla vena artistica ha scoperto come rimanere sempre giovani ed eterni, ma attua questa scoperta solo su se stesso, consapevole che la Terra collasserebbe se nessuno più morisse (e non solo per questo). Quale spunto migliore per un lavoro teatrale e un film. Tutto deve sfociare nel dramma, naturalmente, con il marchio horror impresso, anzi battuto, dalla nota casa produttrice Hammer. Lee fa il moralista furbo, con una fava prende due piccioni e Diffring ha la faccia giusta per il mad doctor. Regia collaudata e buone interpretazioni.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La pozione fumante tenuta in cassaforte.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Lucius  20/9/10 1:49 - 2623 commenti

Inizia in un attico che richiama alla mente Nodo alla gola di Hitchcock, per quanto somigliante a questo e presenta numerose ed interessanti disquisizioni sulla morte. Di impianto teatrale, in stile dr Jekyll e Mr Hyde, la pellicola ci presenta inquietanti e maledetti personaggi che intrecciano le loro esistenze in un turbinio di malsane operazioni. Si sfida la natura e si sfida Dio. Interessante l'impianto narrativo e scenografico. Solo per cultori.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Rufus68 19/5/18 20:51 - 1952 commenti

Come spesso accade la produzione Hammer vanta una propria dignità nelle ambientazioni e nel cast e delude pesantemente nella sceneggiatura. Anche qui sono di pregio la ricostruzione e il lavoro di Diffring, ma tediosissimo l'incedere, fra lungaggini (le barbose e moraleggianti diatribe su vita e morte fra Weiss e il protagonista) e sviluppi ciechi (l'inchiesta poliziesca: a che serve?). Una versione fantascientifica del Dorian Gray che rimane allo stato larvale.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Stefania 27/8/10 2:09 - 1600 commenti

Un po' di Dorian Gray, un po' di Jekyll, un po' di Hyde e un po' di Dracula in questo (mad) doctor Bonnet, scultore e scienziato, autocondannato ad assumere una pozione estratta da cadaveri per conservare l'eterna giovinezza. Film acceso da focolai di puro orrore: la sinistra luce verde che rischiara il nascondiglio segreto, la giovane impazzita chiusa in gabbia, la spaventosa ultima trasformazione... e soprattutto lo sguardo sempre più smarrito del bravissimo Driffing, impaurito dal suo destino di essere cenere, di essere polvere, nonostante la sua arte, nonostante la sua scienza.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'inquietante collezione di statue di donna. La "polverizzazione" di Bonnet.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Von Leppe 3/3/12 14:01 - 869 commenti

Alcuni passaggi sono risolti in modo un po' sbrigativo, come l'ottima trovata della ragazza infettata chiusa in cantina; ma è un film del 1959 e tratta un argomento interessante, che affligge l'umanità dalla notte dei tempi: vincere la morte. Tema presente in molti horror, ma qui è affrontato in modo più diretto, tra il ritratto di Dorian Gray e il Dottor Jekyll. Protagonista Anton Driffin nel ruolo dello scienziato-scultore (anche l'arte riesce in parte a vincere la morte). Scenografie e costumi molto ricchi ed eleganti con una buona fotografia.
I gusti di Von Leppe (Giallo - Horror - Thriller)

Max renn 22/3/12 19:26 - 80 commenti

Un film tutto sommato piacevole nel quale il mad doctor di turno armeggia per sconfiggere il trapasso. Da segnalare alcune debolezze nella trama, qualche discorso fin troppo didattico e un paio di scelte figurative un tantino stereotipate (il liquido fumante alla dottor Jekyll chiuso in cassaforte era forse bene evitarlo) o comunque ingenue (il procedimento per "ingannare la morte" pare un'appendicectomia). Vedere Lee alle prese con l'interpretazione di un personaggio positivo non è roba da tutti i giorni.
I gusti di Max renn (Fantascienza - Horror - Western)