Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DON'T GO IN THE HOUSE

All'interno del forum, per questo film:
Don't go in the house
Titolo originale:Don't Go In The House
Dati:Anno: 1980Genere: horror (colore)
Regia:Joseph Ellison
Cast:Dan Grimaldi, Robert Osth, Ruth Dardick, Charles Bonet, Bill Ricci, Dennis Hunt, Johanna Brushay, Darcy Shean, Mary Ann Chin, Lois Verkimeps, Ralph D. Bowman, Tom Brumberger, Jean Manning
Note:Inedito in Italia. AKA "Pyromaniac" (Francia), "La casa del terror" (Spagna), "Das Haus der lebenden Leichen" (Germania).
Visite:503
Il film ricorda: Psyco (a Herrkinski), Maniac (a Herrkinski)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/5/09 DAL BENEMERITO HERRKINSKI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Ciavazzaro 24/8/13 14:30 - 4673 commenti

Ottimo slasher debitore di Psyco, che ha dalla sua un'atmosfera davvero inquietante, anche grazie alla bella e paurosa casa dove si compiono i misfatti del protagonista. Ingegnoso il metodo con cui il killer uccide le sue vittime (da citare il primo turpe omicidio). Buona prova dello psicotico protagonista e della madre, così così il resto del cast (ma in questo caso non importa); come piccolo appunto un inutile finalino che francamente risulta evitabile. Merita e molto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La stanza con le tre "amiche"; Il pre-finale.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Herrkinski 8/5/09 22:54 - 3904 commenti

Ragguardevole tardo grindhouse di inizio anni '80. La storia pesca da Psyco, ma anche da Maniac (quest'ultimo uscì però lo stesso anno, quindi può essere una coincidenza). Misoginia e traumi infantili sono i temi portanti del film, che vedono un uomo, reso folle da un'educazione sadica, catturare e bruciare vive donne con un lanciafiamme (!). Buona la prova di Grimaldi nei panni del visionario paranoico, marcia al punto giusto l'atmosfera, bizzarre le musiche '70s. Oscura perla di malessere e follia umana, decisamente da recuperare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il primo omicidio; La scena in discoteca.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Trivex 18/8/14 10:09 - 1360 commenti

Film particolare, caratterizzato da una "buona" atmosfera inquietante e malata e da una colonna sonora inaspettata (disco dance anni 70). Sostanzialmente vi è una sola scena davvero forte e qualche momento pare buttato giù solo per fare metraggio, ma forse si tratta di problematiche legate al budget piuttosto che di sceneggiatura senza idee. Ottima la performance del protagonista, che subisce un maltrattamento agghiacciante da bambino (da far rabbrividire davvero), poi trasmesso alle povere vittime "disponibili".

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le cicatrici sulle braccia; Il lanciafiamme.
I gusti di Trivex (Horror - Poliziesco - Thriller)

Rufus68 8/5/18 12:02 - 2066 commenti

Gradevole variazione dello slasher o sventratrippe, qui declinato come burner. La struttura drammaturgica è risaputissima (il trauma infantile castrante) e il regista percorre i consueti binari psicologici (protagonista misantropo, la casa pullulante di fantasmi della coscienza, pulsioni di morte). A riscattare, in parte, tale banalità soccorre l'atmosfera livida e desolata che ricrea simbolicamente la confusione interiore del protagonista. Discreti gli attori.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Pumpkh75 28/9/17 13:38 - 1101 commenti

Onestamente discreto, ma gli manca troppo una propria identità: i rimandi a Psyco sono lapalissiani, quelli a Maniac forse casuali ma altrettanto vistosi. Bene comunque l’uso del fuoco al posto delle solite asce o accette, così come un certo ricorso alla disco-music sia come colonna sonora che come... location. Grimaldi alterna impazzito momenti di gran realismo recitativo a espressioni stolide quasi da principiante. Forse a breve lo scorderò, ma le vere delusioni son altre.
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)

Digital 1/12/14 13:09 - 831 commenti

Bambino traumatizzato da una madre fin troppo crudele, una volta uomo se la prende con giovani donne che rapisce e successivamente incendia. Horror girato in economia ma decisamente rimarchevole. Il merito va, in prima istanza, all'ottima interpretazione di Dan Grimaldi (pregevole come folle psicopatico) e, in seconda, a una regia che, sebbene saccheggi da pellicole più blasonate (Psyco in primis), riesce a creare un’ottima tensione, favorita da un’atmosfera malata, sporca e decadente. Unico neo la parte centrale, abbastanza moscia.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Lupoprezzo 28/9/11 13:07 - 635 commenti

Le violente educazioni dei genitori ricadono malamente sui figli generando alterazioni, demoni della mente e altra violenza. Joseph Ellison dirige un horror che rubacchia qualche suggestione da Psycho ma se ne distanzia trovando la sua ragion d'essere e la sua originale maturità nel modus operandi del maniaco omicida e nella sua folle degenerazione psichica. Diversi i momenti indovinati (cito l'eccezionale "reminiscenza" che subisce il protagonista nella discoteca). Pre-finale à la Maniac. Convincente la prova di Dan Grimaldi.
I gusti di Lupoprezzo (Horror - Poliziesco - Western)

Bubobubo 17/9/18 15:00 - 238 commenti

Cupo nei toni, nella fotografia e nella realizzazione, morboso e violento anche oltre i parametri del genere. Non siamo certo al cospetto di un capolavoro, ma il lanciafiamme assassino di Dan Grimaldi ha il suo perché. I limiti di budget enfatizzano lo squallore delle situazioni in cui si muovono i personaggi principali (anche se non siamo ai livelli di Maniac, né di Angst, né tantomeno di Henry - Pioggia di sangue). Unica pecca: il finale, telefonato e narrativamente superfluo.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)