Cerca per genere
Attori/registi più presenti

TUTTE LE SERE ALLE NOVE

All'interno del forum, per questo film:
Tutte le sere alle nove
Titolo originale:Our Mother's House
Dati:Anno: 1967Genere: drammatico (colore)
Regia:Jack Clayton
Cast:Dirk Bogarde, Margaret Brooks, Pamela Franklin, Louis Sheldon Williams, John Gugolka, Mark Lester, Phoebe Nicholls, Gustav Henry, Parnum Wallace, Yootha Joyce, Claire Davidson, Anthony Nicholls, Annette Carell, Gerald Sim, Edina Ronay
Note:Soggetto tratto dall'omonimo romanzo di Julian Gloag pubblicato nel 1963.
Visite:828
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/4/09 DAL BENEMERITO UNDYING POI DAVINOTTATO IL GIORNO 4/12/11


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 8/4/09 4:09 - 3875 commenti

Sette figli da crescere sono tanti. Soprattutto se si è rimasti vedovi. Il gruppo di ragazzi, per fuggire all'idea dell'orfanotrofio, recupera il cadavere della madre e, pala alla mano, lo seppellisce nel giardino di casa. Quando poi il padre si lascia andare ad improprie dissacrazioni contro memoria della moglie morta... Malinconica e feroce critica sulla disgregazione della gerarchia familiare, con assunto violento (Pamela Franklin punisce il padre facendo uso d'un attizzatoio!). Il protagonsita è immerso in un clima malsano che sembra anticipare futuri titoli a base di piccoli assassini.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 21/1/11 8:47 - 4214 commenti

L'inizio è tosto, con i numerosi, giovani figli al capezzale della madre, che tutte le sere, alle 9, dal suo letto faceva suonare un campanello per mandarli a dormire. Poi il tutto prosegue un po' alla Dickens, con un risvolto quasi paranormale (l'ora della mamma). La parte centrale è piuttosto lenta, ma la bravura dei giovani protagonisti sopperisce a qualche evidente lacuna di sceneggiatura. Poi, con la comparsa del padre (altro bell'elemento), il tutto si ravviva, fino ad arrivare al finale, che non fa certo concessioni, restando fedele alla linea della pellicola. Riuscito.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Chi lo dirà, all'inferno finirà"; Il padre: "Siete un bel mucchio di patate bollite". .
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 3/1/16 16:53 - 5737 commenti

Dramma con tinte da fiaba nera incentrato sulla morte, l'infanzia e su un cristianesimo cupo ed opprimente su cui si svolge lo scontro tra l'affetto della famiglia di sangue arroccata nel focolare domestico e la mondanità esterna perturbatrice. La tensione si genera da sé, mantenendosi alta e costante; Bogarde entra in scena solo dopo 50' come orco ambiguo, cinico e dissipatore e non oscura i bravissimi bambini e ragazzini protagonisti - tra loro i presto famosi Franklin e Lester e altri purtroppo mai più rivisti - tutti psicologicamente ben diversificati.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le reazioni dei bambini alla morte della madre; le riunioni nel tabernacolo, simili a vere e proprie sedute spiritiche.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 24/11/09 0:22 - 6835 commenti

Discreto thriller diretto da Clayton il quale, pur non raggiungendo le vette di Suspense, riesce a confezionare una buona pellicola dalle atmosfere azzecate e dal crescendo di tensione abbastanza efficace. Ottima prova del sempre bravo Bogarde, spalleggiato degnamente dalla cricca di ragazzini che si riveleranno meno mansueti del previsto. La storia ha qualche cedimento e non si mantiene sempre all'altezza delle aspettative.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 23/12/18 9:29 - 7560 commenti

Quando la mamma malata muore, i suoi sette figli la seppelliscono in giardino e cercano di tirare avanti senza dirlo a nessuno... Fiaba nera che, pur senza raggiungere le vette del capolavoro di Clayton, affascina per il clima di morbosità in cui si mescolano ingenuità infantile, bigottismo religioso, piccole crudeltà, primi sentori sessuali. Bogarde, sempre ambiguo e sfuggente, è perfetto per il ruolo dell'orco seduttivo, ma ancora più bravi sono i ragazzini, con Pamela Franklin in prima fila. Film da recuperare.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le riunioni serali in cui viene evocato lo spirito della mamma morta; Il taglio dei capelli sono punizione.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 15/12/11 18:58 - 2073 commenti

Con Suspense e Qualcosa di sinistro, il trittico di Clayton sulle oscure, insolubili ambiguità dell'infanzia: qui, il lascito delle figure genitoriali incombe sui pargoli come un conflitto titanico (e totemico) che estingue l'innocenza e forgia adepti al mondo adulto. La repressione pulsionale, l'infrazione alle istituzioni, l'autarchia minorile, fanno capo ad uno schema sociale squisitamente inglese che ha il suo epigono in William Golding. Corale e delicatissimo nella direzione degli interpreti, un film scomodo (e per questo dimenticato), particolarissimo, doloroso nella sua programmaticità.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Nicola81 19/11/18 18:01 - 1558 commenti

Dramma familiare dai risvolti alla Dickens (il tema cardine è quello dell'infanzia perduta) in cui Clayton non riesce a ripetersi sui livelli di Suspense. Si conferma la sua bravura nel dirigere i ragazzini (tutti con una loro personalità ben precisa), Bogarde è altrettanto bravo nell'infondere sgradevolezza al suo personaggio, ma sarebbe stato necessario puntare maggiormente sul versante thriller per vivacizzare una storia con poche frecce al proprio arco e anche poco credibile, se vogliamo dirla tutta. Buone musiche di Georges Delerue.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Corinne 23/9/12 17:09 - 381 commenti

Drammone vecchio stampo, quasi dickensiano, che alterna tristezza e tenerezza, regalando anche qualche momento inquietante (le riunioni nel "tabernacolo") e malinconico, accentuato dall'ambientazione tardo autunnale. Bravissimi i sette piccoli interpreti, personaggi ben delineati, bravo Bogarde. L'idea di base (la mamma sepolta in giardino e tutto quel che ne consegue) è ben poco verosimile ma non inficia il risultato finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'ora della mamma; L'attizzatoio.
I gusti di Corinne (Giallo - Horror - Thriller)

Fedeerra 9/10/18 0:49 - 268 commenti

Un film straordinario, che inscena con naturalezza e credibilità una situazione delicata ed estrema. Grande uso della fotografia, dove emergono profondi chiaroscuri e colori dal fascino retrò. La regia di Clayton allinea sequenze drammatiche e di pura atmosfera gotica, traccia un mondo alla deriva e imprime nei volti dei protagonisti una bellezza quasi commovente. Tra il cast spiccano le prove recitative delle giovanissime Margaret Brooks e Pamela Franklin. Chiusa finale da pelle d'oca.
I gusti di Fedeerra (Drammatico - Horror - Thriller)