Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL RITORNO

All'interno del forum, per questo film:
Il ritorno
Titolo originale:Vozvrashchenie
Dati:Anno: 2003Genere: drammatico (colore)
Regia:Andrey Zvyagintsev
Cast:Vladimir Garin, Ivan Dobronravov, Konstantin Lavronenko, Nataliya Vdovina, Galina Popova, Aleksey Suknovalov, Lazar Dubovik, Elizaveta Aleksandrova, Lyubov Kazakova, Andrey Sumin
Note:Leone d'oro al miglior film alla 60ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.
Visite:393
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/3/09 DAL BENEMERITO AMMIRAGLIO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 4/4/09 6:50 - 10927 commenti

Film d'esordio del regista russo Andrei Zvyagintsev, premiato con il Leone d'oro alla mostra del cinema di Venezia, Il ritorno parla della crescita dal mondo adolescenziale all'età adulta di due ragazzi che incontrano il padre dopo molti anni di assenza dell'uomo.Il film ha la capacità di mostrare in modo molto efficace le manifestazioni emotive dei protagonisti senza mai cadere nello scontato ed usando un approccio particolarmente sensibile. Scarna ma molto funzionale la fotografia. Ottimo il cast.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 12/5/11 8:29 - 7313 commenti

Il rapporto col padre assolutizzato in senso mitico-simbolico (psicanalitico?); estremizzato in un conflitto serrato che dovrà portare all'emancipazione dei figli "rapiti" in gita dal genitore che compare in una stupefacente visione cristologico-mantegnesca. Eccellente sensibilità visiva, con notevole fotografia su tonalità marine (elemento-chiave l'acqua). Fluida maestosità della narrazione. Ottima interpretazione dei giovanissimi (uno dei quali morto nello stesso luogo e con la stessa dinamica della scena iniziale). Uno straordinario debutto.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cotola 29/1/10 18:51 - 7009 commenti

Bel film russo che si segnala soprattutto per una notevole regia che riesce a riscattare una storia abbastanza usuale che fa perno sul tema del rapporto padre-figlio e su quello del viaggio come metafora del passaggio all'età adulta. Sotto questo punto di vista niente di nuovo sotto il sole ma è lo stile a convincere e ad affascinare lo spettatore e tutto sommato a coinvolgerlo sebbene il ritmo abbia qualche pausa. Meritato Leone d'oro a Venezia.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Paulaster 4/5/17 10:30 - 2304 commenti

Padre ritorna a casa dopo dodici anni e parte per un viaggio in macchina coi due figli. Dopo un inizio che gioca sull'effetto sorpresa il film vira in direzione di un realismo diretto e non scontato (specie per il rapporto col figlio piccolo). Spostamenti on the road per far emergere il lato combattivo nei confronti della vita, fotografati lividi e scuri. Conclusione con immagini in stile religioso (il padre disteso, la barca sull'acqua) che si confanno al carattere russo.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le fotografie finali.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Mickes2 15/7/12 19:55 - 1551 commenti

Nella solennità di un atto puro e misterioso e nel trascorrere lento e ipnotico dei giorni, prende vita una straordinaria parabola allegorica di formazione e crescita immersa nel plumbeo lirismo e nella natura desolata e respingente di un non-luogo rifugio di anime sospese. Quei piccoli-grandi gesti e responsabilità, forza d’animo e coraggio che differenziano il ragazzo dall’uomo, all’interno di una lezione di vita universale imposta da un padre - tornato a casa dopo 12 anni e visto come figura quasi astratta e simbolica – verso i propri figli.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Ammiraglio 10/3/09 10:32 - 150 commenti

Un capolavoro del cinema russo moderno. Vozvrasheniye narra la crescita improvvisa di due giovani ragazzini che dopo 12 anni vedono tornare nella loro vita il loro padre, che conoscevano solo da una singola foto. Il film narra mirabilmente questo ritorno e gli increbili sconvolgimenti emotivi che ne conseguono. Assolutamente indimenticabile.
I gusti di Ammiraglio (Commedia - Drammatico - Fantascienza)

Vetro 21/8/19 11:49 - 2 commenti

Uno dei pochi capolavori del nuovo millennio. Straordinaria parabola teologica sul tema del Deus absconditus. Nel diverso modo di accogliere il padre, il diverso atteggiamento dell'uomo verso un Dio misterioso e imperscrutabile. Fino al sacrificio finale che rimanda al mistero cristologico. "C'è abbastanza luce per chi vuole credere e abbastanza buio per chi non vuole credere" (B. Pascal).
I gusti di Vetro (Drammatico - Gangster - Thriller)