Cerca per genere
Attori/registi più presenti

LE JENE DEL QUARTO POTERE

All'interno del forum, per questo film:
Le jene del quarto potere
Titolo originale:Deux hommes dans Manhattan
Dati:Anno: 1959Genere: gangster/noir (bianco e nero)
Regia:Jean-Pierre Melville
Cast:Jean-Pierre Melville, Pierre Grasset, Christiane Eudes, Ginger Hall, Colette Fleury, Monique Hennessy, Glenda Leigh, Jean Darcante, Michèle Bailly, Paula Dehelly, Nancy Delorme, Carole Sands
Note:Aka "Le iene del quarto potere". Unica apparizione del regista come attore in un suo film.
Visite:424
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/1/09 DAL BENEMERITO MATALO! POI DAVINOTTATO IL GIORNO 16/4/11


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 18/8/13 12:37 - 6642 commenti

Noir abbastanza atipico (sembra più un drammatico nonostante qualche elemento, specie le ambientazioni, rimandi al genere) in cui Melville cerca di omaggiare il modello a stelle e strisce. Ne viene fuori un ibrido dai risultati non esaltanti a causa di ritmi poco elevati ma soprattutto di situazioni che si ripetono (nonostante duri appena ottanta minuti) e nulla aggiungono alla storia. La repentina evoluzione finale del personaggio del fotografo è poi poco credibile. Non male, ma non certo un Melville essenziale.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 25/3/11 12:04 - 1508 commenti

Un diplomatico scomparso, due giornalisti a caccia di uno scoop, una metropoli notturna e ostile. Parte come un cinegiornale (e per problemi di produzione i footages compaiono spesso) questa divagazione newyorkese di Melville, anche attore, sulle strade dei suoi modelli americani: strade buie illuminate dai neon che riconducono a una vita artificiosa di night club e locali di spettacolo. Formalmente ineccepibile, ha una storia non molto interessante e JP è decisamente meglio dietro la MDP. Comunque gli appassionati lo dovrebbero vedere.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Matalo! 6/1/09 20:04 - 1333 commenti

Un giornalista della redazione americana di france-soir viene informato della scomparsa del rappresentante francese dell'O.N.U. Assieme ad un fotografo bevitore e senza scrupoli si mettono alla ricerca. Uno dei primissimi Melville e il meno ricordato; eppure è interessante, nonostante certe ingenuità e qualche momento ridicolo. Ambientato sempre di notte, è un omaggio al noir americano e anche un divertito "cinema al lavoro" che anticipa la nouvelle vague (estemporaneità di certe riprese in esterna). Melville lo considerava un fallimento.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Fauno 18/1/14 12:32 - 1677 commenti

Ambientazioni, inquadrature, musiche e la New York black & white rendono l'assieme nostalgico e romantico finché si vuole, ed è più che giusto che registi di oltre mezzo secolo fa abbiano i loro cultori. Personalmente però ritengo che come potenza sia pari a un telefilm di una serie... Sia la storia che la conclusione sull'inopportunità di diffondere immagini compromettenti saranno in seguito sviluppate migliaia di volte meglio. Che questo film come altri possa fungere da base per altri generi va bene, ma è una base del Pleistocene, un vero fossile!
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Lythops 13/4/18 20:10 - 935 commenti

Da vedere per capire il percorso di un grande regista che qui omaggia John Huston e il suo Giungla d'asfalto, ma bisognerà aspettare undici anni per la maturità e la perfezione de I senza nome. È un film girato in una New York livida e notturna, stilizzato, con una colonna musicale che rimanda a Ascensore per il patibolo in cui si intravedono quelle figure in bilico tra cinismo e levatura morale che poi emergeranno prepotentemente, eppur con naturalezza disarmante, nelle opere successive. Buono, ma non entusiasma.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)