Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SPEED DRIVER

All'interno del forum, per questo film:
Speed driver
Dati:Anno: 1980Genere: action (colore)
Regia:Stelvio Massi
Cast:Fabio Testi, Senta Berger, Orazio Orlando, Francisco Rabal, Romano Puppo, Manuel Zarzo, Luis Rivera, Benito Pacifico, Ennio Antonelli, Riccardo Petrazzi
Visite:533
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/12/08 DAL BENEMERITO RENATO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 7/10/18
Di nuovo Fabio Testi talento della velocità dopo il buon successo di SPEED CROSS. Se la partenza è ancora con le moto da cross (dalle corse sugli sterrati alle imprese in bilico sui parapetti dei ponti di Roma), il prosieguo porta il campione Rudi Ruffo (Testi) sulle quattro ruote. E' il boss della mala Lucky Esposito (Rabal) a convincerlo di passare alle auto, offrendogli un posto per correre la 6 ore di Vallelunga. Visti i buoni risultati (arriva terzo dietro Lella Lombardi, storica ex pilota che gareggiò fino al 1976 in F1, e Jack Hart, l'avversario predestinato) viene ingaggiato per correre l'ultima prova del campionato di Norimberga, ma qui scopre come il suo finanziatore sia anche un fior di criminale, dal momento che lo costringe a consegnare un carico di eroina prima della gara! Disgustato, pure dal fatto di dover spalleggiare un traffico di droga proprio dopo che il suo fratello tossicodipendente è morto in seguito a una fuga dalla clinica dove'era ricoverato, Rudi pianta malamente in asso Esposito e sembra rassegnato ad abbandonare la carriera da pilota professionista. Ma il destino ha deciso diversamente, perché una importante giornalista sportiva (Berger), che lo seguiva da tempo, gli propone di gareggiare nientemeno che in F1, per un team senza grandi speranze ma con la possibilità di dimostrare il proprio talento. Comincia quindi l'avventura nella massima serie, con tutti i problemi logistici e di budget che comporta introdursi nel circus da parte di una produzione modesta come questa. Il ricorso alle immagini di repertorio è comunque frequente e non spiacevole (suggestive le riprese dalle gare del 1980): si possono vedere ad esempio il via e alcune fasi del Gran Premio “fantasma” di Spagna corso il 1° giugno 1980 a Jarama, gara inizialmente valida per il Mondiale ma successivamente cancellata e dichiarata illegittima a causa di contrasti tra la FISA di Balestre e la FOCA di Ecclestone. Una vera rarità! L'avventura del pilota interpretato da Testi è condotta seguendo i canoni classici, compresa la relazione sentimentale con la bella giornalista inizialmente fredda e sarcastica. Seguito come un'ombra fin da principio dal suo “manager” napoletano (Orlando, un po' invadente), Testi ostenta la sicumera degli eroi e concede alle fan il fisico statuario, oltre a un'interpretazione degna, mentre Massi si conferma ottimo regista d'azione con notevoli riprese nelle sfide in moto e in auto sulle strade prima di cedere il passo alle gare. Senza entusiasmare, il film segue il percorso completo del suo protagonista non dimenticandone gli aspetti privati (ma la vicenda del fratello eroinomane è interposta davvero malamente) e tutto sommato la partecipazione al Campionato di F1 appare meglio integrata alle riprese reali rispetto ad altri film analoghi, pur rimanendo per ovvie ragioni scarsamente credibile. Comparsate per Reutemann, Andretti e citazioni a profusione di celebri piloti di quegli anni. La nemesi di Rudi, ovvero l'avversario Jack Hart, ha un ruolo decisamente minore: la lotta del nostro è soprattutto contro Esposito e i suoi traffici, nonostante le molte scene sulle piste. Finale drammatico e piuttosto posticcio. Valida la colonna sonora di Cipriani, modesto l'apporto dei comprimari.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Renato 23/12/08 20:02 - 1495 commenti

Interminabile filmetto d'azione con Fabio Testi asso del volante che cerca di sfondare nel mondo della Formula Uno (?) e che se la dovrà vedere con un losco boss del narcotraffico. Nonostante il titolo, tutto è tremendamente lento, oppure approssimativo (vedere le pessime scenette di pochi secondi l'una col fratello tossico di Testi) e la love story tra il protagonista e la Berger lascia il tempo che trova. Molto il materiale di repertorio insertato alla carlona, ovviamente.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Daidae 26/10/09 13:39 - 2499 commenti

Bruttissimo. Salvo solo la splendida fotografia, per il resto è penoso e deludente fin dall'inizio. Tutta da ridere la trama e la recitazione: Rabal sembra più un rappresentante che un trafficante di eroina, incommentabile il fratello eroinomane di Testi. Lontano anni luce da quel gioellino di Speed cross.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Pessoa 9/1/19 17:16 - 867 commenti

La premiata ditta Testi-Massi torna in pista dopo il successo del film precedente passando dal motocross alla Formula 1. Nonostante la trama lacunosa e la sceneggiatura improbabile il film non è male, anche grazie agli innesti di attori di razza come Rabal e la Berger, che nobilitano il cast. Punto di forza del regista marchigiano si confermano le numerose scene d'azione in auto e moto che portano il film alla sufficienza, assieme a un ottimo lavoro di montaggio nell'insertare scene di repertorio al girato in modo credibile. Per appassionati.
I gusti di Pessoa (Gangster - Poliziesco - Western)