Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IN CORSA CON IL DIAVOLO

All'interno del forum, per questo film:
In corsa con il diavolo
Titolo originale:Race with the devil
Dati:Anno: 1975Genere: thriller (colore)
Regia:Jack Starrett
Cast:Peter Fonda, Warren Oates, Loretta Swit, Lara Parker, R.G. Armstrong, Clay Tanner, Carol Blodgett, Phil Hoover, Ricci Ware, Paul A. Partain, James N. Harrell, Karen Miller, Arkey Blue, Jack Starrett
Visite:1136
Il film ricorda:La notte dei demoni (a Buiomega71)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 13
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Homesick 28/11/14 17:05 - 5737 commenti

Come nei satanici complotti di Polanski, le insidie stradali di Spielberg e in quelle bifolche di Boorman, la paura non scaturisce dal sangue, ma dal senso di claustrofobico accerchiamento che si stringe intorno al malcapitato quartetto - complici i volti degli abitanti del villaggio, la cui ambiguità e colpevolezza si palesa fin dall'inizio - e da una tensione in continua ascesa, nutrita altresì di attanaglianti scene di inseguimento e speronamento. Un simile contesto è l'ideale per Peter Fonda, attore-principe del road movie anni Settanta, ancora una volta alla guida di macchine e moto.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I serpenti nascosti nel camper; il camper inseguito.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Daniela 20/12/08 6:43 - 7287 commenti

Pur con i suoi evidenti limiti di regia presenta una indubbia spettacolarità legata all'intrecciarsi di vari riferimenti: da quello demoniaco con annessa sindrome da complotto al confronto cittadini/campagnoli (inevitabile il rinvio a Un tranquillo week end di paura), il tutto condito con un pizzico di Duel (i guai iniziano perché i protagonisti scelgono una strada secondaria) e Ombre Rosse (l'assalto al camper come assalto alla diligenza). Visione consigliata ai campeggiatori, che saranno in grado di gustarlo maggiormente di altri.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 29/8/14 17:16 - 2068 commenti

Cultissimo dei Seventies che impianta il complottismo satanico-polanskiano negli scenari del far west, scatena una carambola di car-crash e impatta in un finale nerissimo che mette addosso una pelle d'oca alta così. Tecnico e professionale, riserva qualche ingenuità nel plot demoniaco (i culti aztechi!) e nella definizione sommaria dei personaggi, ma narrativamente carbura fino all'ultimo minuto, oltre a testimoniare dell'attenzione riservata dalle major per l'horror selvaggio che ha spalancato il decennio (Romero, Hooper, Craven & co.). Edulcorato il doppiaggio italiano.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 27/8/15 17:28 - 3011 commenti

Un crossover curiosissimo, di per sé intrigante per il voler sbattere due ex ribelli in pieno doposbornia e già mezzi imborghesiti (oltre alle moto in vacanza portano pure le mogli) in un contesto tra Hooper, Polanski e l'uomo di vimini, buttandoci dentro pure una lunghissima sequenza action che traduce in immagini il titolo, con effetti speciali che promuovono il film in serie A. Alcune soluzioni non convincono (il ralenti finale) e il crescendo ogni tanto si ingolfa, ma alcuni sprazzi sinistri (il sabba, l'autubus) lasciano il segno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Oates e Fonda, dopo la cenetta in campagna, si accorgono che qualche metro più in là si sta svolgendo un rito satanico; L'autobus del dì di festa.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Brainiac 22/4/09 10:13 - 1081 commenti

Niente di nuovo sotto il cielo della retriva provincia americana. Sembra proprio, infatti, che il minimo che possa capitare a quanti si avventurino (questa volta su un camper extralusso) per queste lande selvagge sia di essere braccati da una minaccia mortale. Che sia un camionista proveniente dall'inferno (Duel), un gruppo di sadici (Weekend di paura), minatori cannibali (Le colline hanno gli occhi) o un vermone sotteraneo (Tremors), non fa differenza alcuna. Questo film ha però un pregio, quello di precedere il 90 per cento delle suddette pellicole. Buono.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Patrick78 24/3/09 19:03 - 357 commenti

Pura exploitation. Un ibrido tra horror e inseguimenti d'auto diretto con carisma da Jack Starrett che grazie ad un cast di prim'ordine riesce a confezionare un godibile B-movie. Grandissimo Warren Oates che ruba la scena al pur bravo Peter Fonda, inquietante la prova di R.G. Armstrong nei panni dello sceriffo con qualche segreto nascosto. Ottimo uso delle location e l'atmosfera di persecuzione a cui sono sottoposti i protagonisti in fuga dalla setta di streghe. Avvincente l'inseguimento tra il camper e le auto, inquietante il finale di puro terrore.
I gusti di Patrick78 (Animali assassini - Azione - Horror)

Rambo90 6/10/13 23:03 - 5218 commenti

Serie B di alto livello: inquietante e carico di tensione, il film incrocia bene il road movie con il genere demoniaco. Oates e Fonda sono una gran bella coppia, ma a rubare la scena è Armstrong nei panni del subdolo sceriffo. I venti minuti finali sono da antologia. Notevole.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Rufus68 16/1/18 9:26 - 1956 commenti

La provincia americana vista (ancora!) quale incubatrice di nequizie. Starrett è pochissimo interessato ai risvolti horror anche se un'atmosfera di plumbea paranoia aleggia su tutta la pellicola: siamo più dalle parti del catastrofico-autostradale (sempre godibile). Fonda si prende la (temporanea) rivincita sui redneck in uno storico contrappasso (vedi finale di Easy rider). Per i cultori: c'é la macchina che non parte quando dovrebbe (un camper stavolta). Non malaccio.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Buiomega71 17/12/10 12:22 - 1801 commenti

Quintessenza del satanismo pandemico, dove le paranoie complottistiche polanskiane si sposano con il road movie. Parente stretto delle notti in casa Coogan, con una larvata linea degli ultracorpi siegeliani, dove un'intera comunità e preda degli influssi stile Il messia del diavolo. Tutta l'angoscia sotto la luce del sole in un bizzarro cross over che brilla di ingegno e tensione sparsa a piene a mani. Uno scuolabus domenicale e un rito satanico tra i più terrifici mai girati restano nella memoria. Piccola gemma da custodire tra i cult movie.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La messa nera a cui assistono i protagonisti; il finale che rimanda a Quella notte in casa Coogan.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Fauno 31/7/13 9:54 - 1686 commenti

C'è ben poco da contemplare o su cui meditare: l'azione è sfrenata per 90 minuti e solo all'overtime c'è il fatidico e apocalittico ralenti. Suggestivo e unico per colori ed emozioni il rituale azteco col sacrificio; se inseguimenti e speronamenti ricordano il primo Spielberg, modi ed espressioni dei personaggi coinvolti in qualcosa di losco verranno ripresi alla grande in opere quali Arlington Road - L'inganno. Tallone d'Achille l'ingenuità di loro quattro che parlano ad alta voce dei loro spostamenti. Nell'insieme più che buono.
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Jena 19/12/16 17:34 - 859 commenti

Buon demoniaco di epoca settantiana, un periodo in cui il genere "diabolico" tirava parecchio. Qui i bolsi Fonda/Oates (quest'ultimo sempre più o meno stordito) se la devono vedere nella campagna texana con una setta di adoratori del Demonio ben capeggiati dal "satanico" R. G. Armstrong (un habituè del genere dal Cane infernale in poi). Starrett lavora bene sulla tensione, non indulgendo in affettaci ma concentrandosi sulla minaccia oscura e pervadente che avvolge i "cittadini" (si veda la splendida scena della piscina). Riuscito.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I bellissimi titoli di testa; Il rito attorno all'albero in fiamme e relativo sacrificio umano; L'anello di fuoco attorno al camper.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Anthonyvm 13/3/18 9:41 - 568 commenti

Bellissimo horror on the road, una sorta di incubo polanskiano non confinato tra le mura di un condominio ma libero di muoversi per le assolate strade americane, con più azione e assedi furiosi di ispirazione romeriana. Peter Fonda guida un cast convincente di "buoni" al quale fa da contraltare un manipolo di antagonisti affabili e sorridenti, davvero inquietanti e memorabili. Ottimi inseguimenti automobilistici occupano la parte conclusiva, che sfocia in un finale estremamente pessimista, forse un po' sbrigativo ma indimenticabile. Un cult!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il rito satanico cui assistono i protagonisti; La scena del cagnolino; Il finale nerissimo.
I gusti di Anthonyvm (Animazione - Horror - Thriller)

Aborym 19/11/16 23:39 - 27 commenti

Atipico road movie a sfondo horror, con diverse scene d'azione piuttosto riuscite. Nella prima parte la storia pare proprio non decollare e sembra di assistere a un telefilm mentre nella seconda il ritmo e la tensione salgono notevolmente, riscattando un po' tutto il film. Sempre bravo e credibile Warren Oates. Discreto il finale.
I gusti di Aborym (Drammatico - Giallo - Thriller)