Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DIARY OF THE DEAD - LE CRONACHE DEI MORTI VIVENTI

All'interno del forum, per questo film:
Diary of the dead - Le cronache dei morti viventi
Titolo originale:Diary of the dead
Dati:Anno: 2007Genere: horror (colore)
Regia:George A. Romero
Cast:Michelle Morgan, Joshua Close, Shawn Roberts, Amy Ciupak Lalonde, Joe Dinicol, Scott Wentworth, Philip Riccio, Chris Violette, Tatiana Maslany, Todd Schroeder
Note:Quinto capitolo romeriano della saga dei morti viventi.
Visite:2261
Il film ricorda: The Blair Witch Project - Il mistero della strega di Blair (a Undying), [Rec] - La paura in diretta (a Undying), Cannibal holocaust (a Undying)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 38
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/7/08 DAL BENEMERITO SCHRAMM POI DAVINOTTATO IL GIORNO 17/12/09
Con disarmante superficialità Romero affronta il nuovo mondo fallendo l’ambizioso obiettivo (sulla carta l’evoluzione corretta di una saga coerente e “intelligente”) di raccontare la storia di sempre attraverso le nuove tecnologie di comunicazione. Infatti, se anche fanno capolino qua e là “occhi” diversi (le telecamere del circuito chiuso, i video di Youtube, i cellulari...) la matrice è ancora una volta quella di BLAIR WITCH PROJECT (o CANNIBAL HOLOCAUST, fate voi), ovvero il filmato falsamente amatoriale di un gruppo di ragazzetti alle prese col terrore. Non possedendo tuttavia la tecnica di un De Palma (che in REDACTED ha davvero studiato a fondo i diversi stili di ripresa con risultati formalmente ineccepibili), Romero si aggrappa ai soliti rigurgiti splatter e al fascino “immortale” dei suoi amati zombi per confezionare un horror zoppicante, zeppo di ingenuità e scorrettezze che rendono artificioso il risultato (dalla solita ormai ridicola volontà di riprendere fino in fondo accecati dall’idea dello scoop alle telecamere da un quintale e mezzo, raddoppiate spesso per riprendere chissà perché momenti di chiara stasi). Tanto che in fin dei conti è preferibile in questo caso lo stile di chi evidentemente (vedi REC) la tecnica della “linea diretta” la pone come vero motore del film, esasperandone la concitata immediatezza. Qui la tensione praticamente non esiste, il pericolo dato dalla presenza degli zombi non si percepisce e par di stare in un action moderno fatto da chi il mezzo non lo conosce come dovrebbe, in un clima da contemporaneità tecnologica che occhieggia maldestramente coi soliti video dall’immagine instabile o i messaggi “importantissimi” (sparate alla testa, capirai...) da diffondere su Youtube (perché la verità, si sa, sta solo su internet) e tante banalità mascherate da metafora profonda delle gravi condizioni sociali del mondo di oggi. Considerato che la storia praticamente non esiste (ragazzetti in viaggio su percorso disseminato di zombi), che l’effetto verità svanisce quasi subito, che i grandi messaggi romeriani si risolvono in quattro pensieri non distanti dagli stessi che da lui ascoltiamo sempre (finale compreso), che gli scenari sono squallidi, gli attori non brillano e le sciocchezze si sprecano, cos’altro resta se non il bell’effetto di vedere gli zombi doc muoversi agli ordini del loro padre biologicamente riconosciuto? Certo, si apprezza il mestiere (Romero comunque ha ancora qualche colpo mica male), ma se c’è da puntare tutto sull’effetto “reality” allora meglio affidarsi a chi ha più consapevolezza dei mezzi di diffusione di massa attuali e più inventiva nello sfruttarne il loro inserimento in sceneggiatura.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 9/5/10 14:35 - 3875 commenti

Nuovo capitolo di una nuova epopea sugli zombies, diretta da papà Romero: purtroppo, in questo caso, molto male avviato e per certi aspetti impostato sulla stessa concezione "amatoriale" di [REC]. Si stenta a credere che il regista de La notte e seguiti sia responsabile di questa deludente versione "sociologica" che tira, al solito, in ballo con semplice banalità un pò di temi scottanti (gli stessi ovviamente: guerra, ingiustizia sociale ed una incompleta analisi sui nuovi sistemi di comunicazione, tipo internet). Dialoghi volgari e insignificanti e regia anonima e sclerotica. Un brutto film.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 17/12/09 17:32 - 4362 commenti

Ahi ahi, questo è zombifumofilmico negli occhi di noi nostalgici Romeriani, in un vano tentativo di seguire la moda dei reality con videocamera a mano. Romero si accartoccia su se stesso proponendoci una pellicola priva di quell'acre odore di morte che lo contraddistingueva; e la stessa idea di dare peso a ciò che la gente comune documenta e riversa su internet, rispetto ai Media, visti sempre con sospetto, è trattata in modo così superficiale da passare quasi inosservata (non bastano i discorsetti a favore di telecamera). Qualche Romeriano sussulto c'è, ma si perde in un mare di mediocrità.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Gli zombi in piscina; Il vivo che, morsicato, si autoelimina con un colpo di falce alla testa, perforando anche il cranio dello zombi dietro di lui.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 18/9/10 10:27 - 5737 commenti

Lanciato da Deodato nel '80 e astutamente sfruttato dal grande bluff del ‘99, il cinema in presa diretta e i falsi documentari sono diventati negli ultimi anni un vero e proprio trend al quale si è piegato anche Romero per questo nuovo capitolo dell’interminabile saga dei morti viventi. Di nuovo, in verità, c’è ben poco, visto che dietro la critica alla polverizzazione dell’informazione e alla spettacolarizzazione della violenza diffuse dai video amatoriali su internet c’è la solita formula splatter dei superstiti assediati dai famelici revenants. Narcisistico, pur con qualche guizzo d’autore.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Lo zombi colpito alla testa dall’acido; il ritorno a casa di Debra.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Schramm 22/7/08 21:35 - 2368 commenti

Dopo molte reccagate e cloverfieldate, Romero tira le somme, ci dà un taglio con la superficie e restituisce senso onore forza e rispettabilità al metacinema, che qui assume addirittura le forme e le forze di un'interrogazione etica che passa in graticola le leggi del montaggio, del fuoricampo (senza l'ostensione provocatoria di un Haneke), del gore, dell'effetto speciale, dei codici horror tutti (compresi quelli innescati illo tempore dal suo cinema), del chi deve vedere/sapere cosa, e come. Al poker Romero preferisce la teresina, e scopre talmente le carte da rendere il messaggio invisibile e da non peccare nemmeno per un secondo di retorica facilona o moralismo da telepredicatore. I morti viventi, ancora una volta, siamo noi.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 16/7/10 22:51 - 7108 commenti

Spuntato e già visto sotto tanti aspetti. Narrativamente parlando non ci sono idee originali ed anche dal punto di vista "politico" non c'è molto da segnalare. Il peggio però è che latita anche dal punto di vista del divertimento: poco stuzzicante, non coinvolge granché ed anche il gore non è ai livelli che ci si aspetterebbe (ma forse questo è un aspetto "coraggioso" più da lodare che da condannare) e gli effetti speciali digitali sono davvero bruttini.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Daniela 13/8/09 8:02 - 8317 commenti

Dopo la Terra patinata, speravo molto nel ritorno al basso costo, ma Romero, cavalcando l'onda del fimino amatoriale e della parcellizzazione dell'informazione, propina una minestra riscaldata. Quello che era rivoluzionario nel 68, oggi appare superato proprio per il tentativo di tenersi al passo operando sullo stile (peraltro malamente, manca la sensazione della "ripresa in diretta" di Cloverfield o REC). Fra spiegazioni un po' patetiche (perchè gli zombi non possono correre), personaggi stereotipati e autocitazioni (il tiro al bersaglio finale), il fallimento di un (ex?) maestro

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: 72.000 contatti in 8 minuti, ripetuto più volte come fosse un mantra - l'amish sordomuto bombarolo (unico personaggio simpatico).
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 21/8/13 15:22 - 2075 commenti

Partendo da condizioni produttive analoghe a quelle dell'esordio, Romero riavvia la saga con la marcia in più della consapevolezza politica maturata negli anni ma con meno spontaneità e inventiva: ne deriva un film concettualmente denso, stimolante, che enucleando l'incipit di Zombi riflette sul proliferare delle immagini, sul valore dell'informazione orizzontale e verticale, e sull'ottundimento di massa. Ma l'apparato teorico sopravanza gli aspetti filmici che riversano in una narrazione troppo episodica, decentrata e personaggi appena sbozzati. Interessante, comunque. Mediocre il doppiaggio.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Caesars 29/11/08 17:43 - 2501 commenti

Romero torna alla grande con l'ennesimo film basato sui morti viventi. Ancora una volta però questi "mostri" sono solo un mezzo per parlare invece di "noi" e della "nostra" società. Qui si analizzano le forme di comunicazione di massa, quelle ufficiali e quelle più genuine basate sul web, grazie alle quali chiunque può raccontare qualunque cosa. La storia convince ed è girata molto bene, tiene incollati fino alla fine allo schermo e come al solito sono i vivi a dimostrarsi più mostruosi dei morti. Immancabile per i fan del maestro americano.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Mascherato 22/12/08 22:23 - 583 commenti

Ha dell'incredibile (o forse no!) che due tra i cineasti moderni più importanti, entrambi esordienti nella seconda metà degli anni sessanta del secolo scorso, si ritrovino, nel 2008, a riflettere sui new media. Per farlo, sia De Palma (con Redacted, aggiornamento di Vittime di guerra) che Romero (con l'ultimo capitolo della saga dei morti viventi) remakano se stessi nell'era di Youtube, e riflettono sulle nuove forme di comunicazione, giungendo alla stessa conclusione: più "cineocchi", in barba a Vertov, non producono necessariamente più verità. Ambedue danno il meglio con produzioni povere.
I gusti di Mascherato (Fantascienza - Horror - Thriller)

Brainiac 10/7/09 5:48 - 1081 commenti

Gli Zombi di Romero arrancano nei centri commerciali come consumatori svaniti, escono dai bassifondi di quartieri degradati (Zombi), vengono studiati in centri di ricerca (Il giorno degli Zombi), catturati da telecamere amatoriali (Diary). Ogni aspetto della società è stato virato in metafora dal regista che ha fatto della sua (nostra!) ossessione un coerente percorso politico ed uno intrattenimento spietato. Perchè, a parte le prospettive posticcie dalla critica cinematografica, con qualche lungaggine e le sue ingenuità narrative, questo film è un viaggio brutale. Cult la scena dell'impiccato.
I gusti di Brainiac (Commedia - Gangster - Horror)

Stubby 25/8/09 16:46 - 1147 commenti

Girato in stile Rec (o Cloverfield se preferite) non è un granché. Ha qualche sussulto, ma nel complesso rimane una pellicola mediocre. Per contro, invece, è veramente molto bello il messaggio che cerca di trasmettere riguardo i sistemi di informazione attuali.
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Hackett 1/11/10 13:20 - 1619 commenti

Stavolta Romero pontifica sul caos mediatico cui siamo sottoposti dalla crescente tecnologia. Il problema è che lo fà con un film noioso, dai dialoghi banali e mal recitati; se a questo si aggiunge lo stile reality ormai inflazionato la delusione è completa. Il mitico regista della trilogia zombesca sta facendo la fine di Lucas, ancora dotato di talento ma imbrigliato dalle sue stesse creature ed autocondannato a raccontare la stessa storia all'infinito.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

MAOraNza 14/8/08 15:50 - 188 commenti

Finalmente! Dopo lo scivolone pacchiano e buonista del tremendo Land Of The Living Dead, ai morti viventi viene finalmente ridata la loro dignità in tutti i sensi. Al di là della morale etica (alla fin fine, gira che ti rigira, i veri "cattivi" siamo noi), questo nuovo capitolo della saga riesce a essere originale pur arrivando in un ipotetico "fuori tempo massimo" con le sue riprese sghembe, in prima persona e il montaggio quasi casuale delle scene. Ispirato come non succedeva da tempo, Romero regala una perla inaspettata. Da vedere.
I gusti di MAOraNza (Animali assassini - Azione - Horror)

Flazich 1/8/08 21:29 - 658 commenti

Gli zombie diventano un mero mezzo per raccontare qualcosa di importante: la mutazione dell'informazione e di fare informazione al giorno d'oggi. Tutte le immagini del film sono filtrate attraverso telefonini, telecamere a circuito chiuso, telecamere portatili, youtube. L'informazione ufficiale non è più necessaria perché non veritiera, l'informazione "alternativa" diventa quella più credibile. Ma fino a che punto? E inoltre se qualcosa non viene filmato al giorno d'oggi è come se non fosse accaduto. Stupendo.
I gusti di Flazich (Fantascienza - Poliziesco - Thriller)

Supercruel 28/7/08 1:06 - 498 commenti

Programmatico. Dove finisce il diritto di cronaca e inizia il voyeurismo perverso e sensazionalista? Quali sono (se ci sono) le fonti attendibili? Esistono immagini che non siano manipolate per uno scopo? I nuovi media sono "democratici" o solo un caotico brusio di sottofondo? Romero mette talmente tanta carne al fuoco che quest'opera merita plurime visioni. Tralasciando ogni commento estetico, "Diary Of The Dead" è un film IMPORTANTE e NECESSARIO. Da vedere e rivedere.
I gusti di Supercruel (Azione - Fantascienza - Horror)

Enzus79 6/6/10 12:01 - 1596 commenti

Fa un certo effetto vedere un maestro come Romero prendere spunto dai vari BWP, Cloverfield e [Rec], o addirittura Cannibal Holocaust. L'idea è buonissima: colpire Internet ed i suoi seguaci. Pur mancando dei ritmi che i film precedenti sugli zombi avevano, il film non mi ha deluso del tutto.
I gusti di Enzus79 (Fantascienza - Gangster - Poliziesco)

Rickblaine 6/6/10 15:35 - 635 commenti

Questo è uno dei migliori horror movie degli ultimi tempi, non solo per lo splatter e magari la ripetitività dei "morti vivi", ma anche per lo sfondo "satiro politico" che accompagna l'intera pellicola. È un vero e proprio assalto ai media che usano il proprio potere comunicativo in un modo distorsivo e dannoso. Inoltre ci sono riflessioni e riflessioni sui comportamenti umani in certe situazione. Non banale e quindi intelligente. Romero conferma di essere un maestro del genere.
I gusti di Rickblaine (Fantascienza - Horror - Thriller)

Giapo 30/7/09 11:34 - 230 commenti

Il meccanismo adottato da Romero è confermato anche nel suo quinto film: oddio i morti si risvegliano, chissà poi perché, questi ce se magnano, chissà come finirà. Il tutto condito da considerazioni sociali indubbiamente interessanti (questa volta tocca all'inquietante rapporto uomo-media), ma l'idea ormai è abusata e per quanto la realizzazione sia efficace io mi sono annoiato un po'.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Se non è ripreso dalla videocamera è come se non fosse mai accaduto.
I gusti di Giapo (Gangster - Horror - Thriller)

Rambo90 12/9/17 22:45 - 5967 commenti

Romero cerca di aggiornarsi ai tempi e trasporta i suoi zombi nel found footage che tanto va di moda nel post Blair Witch. Il risultato è deludente, perché se lo stile della ripresa in effetti è ben fatto, a mancare stavolta sono coinvolgimento e paura, per colpa di una telecamera in movimento perenne che fatica a creare tensione. Il ritmo è svelto e qualche bell'effetto splatter ancora regge, ma la sorte dei protagonisti non fa breccia nello spettatore e per un horror di sopravvivenza è la cosa peggiore che possa succedere. Mediocre.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Belfagor 21/8/10 10:28 - 2601 commenti

Anche Romero ha imbracciato la videocamera, ma è stata davvero una buona idea? Certo, alternare riprese di varie fonti non è male e conferisce maggiore fluidità al tutto evitando una staticità piuttosto noiosa, ma la storia è poco curata, i personaggi sono degli stereotipi viventi e sorge il sospetto che si tratti solo di una scappatella modaiola. L'atmosfera di Zombi si è dissipata e così anche i messaggi romeriani suonano pedanti e didascalici, specialmente nel (dispensabile) monologo finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La famiglia nella piscina.
I gusti di Belfagor (Commedia - Giallo - Thriller)

Myvincent 17/6/11 14:10 - 2351 commenti

Quindo capitolo della saga degli Zombi di George A. Romero, il film, pur essendo concepito con una tecnica classica, viene alla fine realizzato con lo stile di uno pseudo-reality, per la gioia dei nostri occhi, continuamente infastiditi da questo falso caos di riprese. A questo si aggiunge totale la mancanza di tensione, con morti da "supermarket" dell'orrore, all'interno di un progetto realizzato comunque con la consueta navigata esperienza.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Minitina80 9/12/17 21:27 - 2072 commenti

Romero questa volta si focalizza sulla società dell’informazione e della comunicazione lasciando intuire come l’abuso della tecnologia abbia portato l’essere umano a smarrirsi ancora una volta. La tecnica per catturare le immagini è una scelta precisa e non va sminuita perché è soltanto un tassello di un mosaico più ampio in cui l’ossessione per i video e internet ci rende ancora una volta cadaveri ambulanti. Siamo, infatti, sicuri che anche questa volta i cattivi siano i morti viventi? Con Romero la risposta non è mai scontata.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Meritiamo di salvarci?
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Ryo 26/6/11 20:14 - 1926 commenti

George... cosa hai combinato? Il tuo punto di forza nei film di questo genere erano le sceneggiature originali e credibili con forte impatto emotivo e coinvolgimento totale! Non solo gli effetti speciali e lo splatter, che qui tornano perfetti, ma... Si rimane sconcertati davanti alla valanga di nonsense sparsi dapertutto nella trama! La tecnica della ripresa amatoriale DEVE sembrare un filmato amatoriale: c'è troppo taglio cinematografico nelle riprese! E la storia non sta in piedi per nulla! Perchè c'era un pagliaccio zombi alla festa di compleanno? Perchè uno dovrebbe preferire un arco ad una pistola come arma? Perchè...?
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Mickes2 19/4/12 11:49 - 1551 commenti

È ufficiale: Romero non è più lo stesso. Posso capire i discorsi teorici, gli intenti e le critiche socio-burocratiche nei confronti dei media e della rete, l'informazione forsennata che diviene disinformazione, tutto sempre meritevole di attenzione... ma questa pellicola manca totalmente nella forma: sorta di mockumentary appiattito e impoverito fino all'osso, nessun guizzo, nessuna intuizione, nessuna scossa: tutto, o quasi, si perde in snodi narrativamente impalpabili con retorica invadente. Logorroico. **
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Greymouser 9/6/10 0:18 - 1441 commenti

Non sempre "repetita juvant"; anzi, nel caso di Romero, la sua ossessiva riscrittura dello stesso tema (qui, per la verità, ridotto a compitino modaiolo) non giova affatto. Almeno, non alla nostra sopportazione. Sì, perchè, se abbiamo ancora dato credito al regista per la Terra dei morti viventi, qui la pazienza volge al termine. I più sfegatati fans di zombi-movie potranno ancora trovare qualche motivo di giubilo, ma per il resto c'è da sperare che Romero rinsavisca.
I gusti di Greymouser (Fantastico - Horror - Thriller)

Gestarsh99 4/5/11 7:35 - 1243 commenti

O Romero Romero perché non sei più tu Romero!? Il presupposto è che il demiurgo dei morti antropofagi fosse tornato in carreggiata nel 2005 solo dopo aver tastato la consistenza della zombie-mania rinfocolata da 28 giorni dopo. Con questo secondo capitoletto il nostro si riduce invece a cannibalizzare, senza un briciolo di orgoglio autoriale, l'horror mockumentaristico filo-deodatiano dei tanti Oren Peli e Balaguerò. Le stilettate contro l'eccesso globale di fonti d'informazione e l'invadenza della rete si perdono pertanto nell'impersonalità di un prodotto modaiolo e derivativo.
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Pumpkh75 28/7/15 22:46 - 1223 commenti

Non ci fosse il mediocre Survival of the dead, sarebbe il perfetto epitaffio cinematografico di Romero: la narrazione ha perso il suo senso, la priorità diventa la rete e non la realtà, il sopravvivere è primario solo se veicolato dall’apparire. E così non c’è un vero tessuto cinematografico, solo una fredda e cinica sequenza di video, cronache di quel che è diventato il genere umano. Due momenti s’imprimono nell’immaginario: la piscina e il finale, tomba della speranza e nostra agghiacciante presa di coscienza. Formidabile.
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)

Anthonyvm 17/8/19 23:19 - 1157 commenti

Romero, con qualche difficoltà produttiva, prova a dire qualcosa di nuovo sul tema zombi e ci riesce in parte. Il messaggio di fondo, circa l'informazione, è adeguato e oggi (fra video virali, fake news e crisi dei media tradizionali) più che mai attuale, ma il mezzo - o meglio, la forma - con cui è espresso rende il film impersonale e banalotto (troppi i richiami ai vari Rec e Cloverfield). Azzeccato il finale pessimista con monologo che richiama il "Mi chiedo chi siano i veri cannibali" di deodatiana memoria. Un Romero minore, ma godibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'amish sordomuto non così pacifico; Problemi a casa della ragazza; Gli zombi in piscina; La mummia-zombi; Il video virale dei sadici ammazza-zombi.
I gusti di Anthonyvm (Animazione - Horror - Thriller)

Jena 4/12/10 15:16 - 1058 commenti

Qualcuno ha detto che un Romero minore è sempre meglio delle cavolate che invadono il mercato ogiggiorno e gli do ragione. Certo i capolavori degli anni passati sono lontani eppure... eppure si respira un po' l'atmosfera de La notte dei morti viventi con una produzione sotto costo. Le pulsioni del gruppo, questa volta in movimento più che sotto assedio, le notizie della tv... E non manca certo la ferocia (pensiamo solo al bambinozombie fratello della protagonista...). Tutto sommato i romeriani potrebbero anche apprezzare...
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Vito 22/3/17 2:33 - 616 commenti

Romero azzera la sua saga degli zombi e ricomincia dal principio, dall'inizio dell'apocalisse dei morti viventi. Il mockumentary è l'evoluzione perfetta dei telegiornali della prima, mitica Notte dei morti viventi, ma anche i blog, i cellulari e perfino le telecamere di sicurezza segnano la moltiplicazione dei punti di vista e delle prospettive nella società moderna. Siamo a livelli molto, molto superiori rispetto ai mediocri Paranormal activity o Rec. Questo è metacinema allo stato puro, oltre a essere uno dei migliori film di zombi degli ultimi anni.
I gusti di Vito (Fantastico - Horror - Western)

Skinner 27/6/10 0:47 - 595 commenti

Una boiata. Girato con mano sinistra, scritto in maniera quantomeno maldestra, con le metafore spiegate a parole una per una (con lo stesso effetto di quando si spiega una barzelletta) e per il resto con le stesse situazioni di sempre (la novità dovrebbe essere nel ripetere un centinaio di volte la parola magica youtube). Ma la cosa peggiore sono i protagonisti, a dir poco ridicoli a partire dal reduce del Vietnam armato di arco e frecce. Tensione assente, ma in compenso tante le scene involontariamente comiche. Romero irriconoscibile, ai minimi.
I gusti di Skinner (Commedia - Drammatico - Western)

Ford 27/1/12 0:01 - 582 commenti

Grazie a questo film ho riflettuto sull'influenza dei media nelle nostre vite? No, per niente. Ho passato una divertente ora e mezza guardando un film ben girato anche se non originalissimo, intrigante nonostante sia l'ennesimo film di zombi dalla sceneggiatura telefonata? Sì. George mi spiace, questa volta non ho capito cosa volevi dirci ma sono sicuro sia colpa mia; continua a far rinascere i morti e ti seguirò ovunque. Sempre tuo, Ford.
I gusti di Ford (Animazione - Commedia - Horror)

Blutarsky 14/7/09 18:45 - 351 commenti

Il film parte bene: il prologo televisivo, i primi incontri con gli zombi... poi la storia si perde, anche per colpa di personaggi stereotipati e poco credibili. Romero si mostra più interessato a imbastire una critica ai media piuttosto che a raccontare una storia; un vero peccato perché il potenziale c'era e il film non manca di certo di momenti riusciti (l'incipit o la scena della piscina); gli manca però la compattezza degli altri capitoli. Troppo pulita e programmata la regia per sembrare amatoriale e il gioco mostra subito la corda.
I gusti di Blutarsky (Giallo - Poliziesco - Western)

Onion1973 6/8/09 22:45 - 154 commenti

Un gruppo di cinefili si ritrova nel bel mezzo di una catastrofe dal nome Zombie. Vivranno il dramma riprendendo tutto ciò che accade per uploadare tutto su internet e raccontare una realtà alternativa a quella dei media. Romero usa i suoi giocattoli di carne per dare lezioni di sociologia della comunicazione. Dieci anni fa avrei gridato al capolavoro, ma ora giunge fuori tempo massimo. Molte cose (non tutte) sono straviste e mentre in molti lavori precedenti regnava la satira e il grottesco, qui il film pare una noiosa ed inverosimile didascalia.
I gusti di Onion1973 (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Sunchaser 1/9/08 18:02 - 127 commenti

Tornano alla grande i morti viventi di Romero, dopo la leggera flessione dell’episodio precedente. L’espediente mockumentary introduce una ventata di novità nel genere (vedi anche Rec), ma Romero non si limita ad utilizzarlo come semplice espediente orrofico. Oltre a qualche giochino metacinematografico, i bersagli del film sono 1) critica all’inefficienza del governo Americano (Uragano Katrina) 2) Svelare il ruolo manipolatore o mentitore dei media 3) Il ruolo di Internet nella vita moderna e la conseguente frammentazione dell'informazione.
I gusti di Sunchaser (Fantascienza - Musicale - Thriller)

Ilfigo 12/7/09 10:47 - 75 commenti

L'ho visto in lingua originale e devo dire che l'ho apprezzato molto, anzi moltissimo. George Romero non si smentisce e chi si aspettava che si ripetesse o risultasse scontato è rimasto sicuramente deluso. Romero ha un'inventiva illimitata, ed è questo che fa dei suoi film veri e propri capolavori. Cult.
I gusti di Ilfigo (Erotico - Horror - Sentimentale)

Silenzio 7/1/11 1:50 - 59 commenti

Anòdino e superficiale. Quattro blande frecciatine contro i mass media (però evviva la Rete, quella non è di massa!) e moraletta in cauda (tutta da ridere: i veri mostri siamo noi) son bastate a far gridare al miracolo schiere di critici e fan: siam messi male. Non funziona punto - ed è questo il suo più macroscopico difetto - nemmeno sul piano puramente orrifico: la suspense è assente ingiustificata e i sanguinolenti effetti speciali sono di pessima fattura. Romero non ha più niente da dire e dovrebbe rendersene conto.
I gusti di Silenzio (Gangster - Horror - Western)

Deadmarcio 21/2/10 10:40 - 27 commenti

Romero è tornato con i suoi zombie! Ottimo uso delle nuove tecniche e buona scelta per le locatione sfruttate. Riscrivendo la storia tutta da capo modernizza notevolmente la pellicola mostrandoci sapientemente come sarebbero i zombi ai nostri tempi, oltretutto usa sapientemente l'espediente del falso amatoriale per analizzare la società mediatica e analizzare come sempre l'uomo nel suo intero. Alla fin fine, come sempre risulta nei vari capitoli della serie, il mostro siamo noi.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'amish bombarolo. I goldfish zombies.
I gusti di Deadmarcio (Avventura - Fantascienza - Horror)