Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CANE RANDAGIO

All'interno del forum, per questo film:
Cane randagio
Titolo originale:Nora inu
Dati:Anno: 1949Genere: gangster/noir (bianco e nero)
Regia:Akira Kurosawa
Cast:Toshiro Mifune, Takashi Shimura, Yasushi Nagata, Keiko Awaji, Eiko Miyoshi, Noriko Sengoku, Fumiko Honma, Reikichi Kawamura, Eijir˘ Tono
Visite:357
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 5
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/7/08 DAL BENEMERITO FORD

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Un film straordinario, quasi perfetto! a detta di:
    Gi¨an
  • Grande esempio di cinema a detta di:
    Mickes2
  • Davvero notevole! a detta di:
    Cotola, Rufus68, Ford


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 31/7/08 21:12 - 6849 commenti

Bel film di Kurosawa che parte come un noir per poi trasformarsi in un qualcosa di pi¨ drammatico e complesso, incentrato com'Ŕ su una ricerca che non Ŕ pi¨ solo materiale ma anche "etica" e che porta la mdp a ritrarre la vita dei bassifondi del Giappone con piglio quasi documentaristico-neorealista. I ritmi sono lontani da quelli di una pellicola di "genere" occidentale, eppure Ŕ proprio la lunga e dilatata parte centrale a costituire quel quid che rende il film particolare e lo fa distaccare da una semplice opera di genere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'attesa nella stazione in attesa di capire chi possa essere il colpevole. La fuga nel bosco.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Gi¨an 20/7/11 11:05 - 2548 commenti

Nora inu ovvero "Ladri di pistole" Ŕ cronologicamente il primo dei capolavori di Kurosawa. L'Imperatore mescola con magnifica originalitÓ le lezioni del neorealismo italiano e del noir americano regalandoci un film straordinario, incandescente come il sole che avvolge la Tokio apres la guerre, imperlando costantemente le fronti della recluta Mifune e del commissario Shimura. Bildungsroman etico, storia di padri e figli putativi pieno di pietÓ, ma mai di compassionevole piaggeria per i "cattivi". Recitazione calibrata, regia lineare: non teme l'etÓ!
I gusti di Gi¨an (Commedia - Horror - Thriller)

Rufus68 10/12/18 22:35 - 2347 commenti

Kurosawa utilizza un banale pretesto (il furto) per sciogliere i propri doppi cinematografici nelle budella di una civiltÓ devastata nelle sue radici (una protagonista, l'americanina, abbandona il kimono per abiti occidentali) e ansiosa di risalire i gradini sociali senza pi¨ i riferimenti morali del passato. Un viaggio al termine della notte dove chi desiste dall'adattamento ai nuovi tempi non pu˛ che divenire un "cane rabbioso" da eliminare. La scena finale, dove, di fatto, il carnefice si rivela vittima, Ŕ il simbolo di tale visione. Bello.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Mickes2 16/6/14 11:40 - 1550 commenti

Capolavoro etico e morale. Kurosawa filma ad altezza popolo entrando, con tutta l'umanitÓ del suo cinema, nel lerciume soffocante dei bassifondi di un Giappone atterrito dalla guerra. Storie di miserie e miserabili, delinquenti e poliziotti come due facce della stessa medaglia, stessa sorte ma vite, rimorsi, sofferenze diverse. Tutto lĺorgoglio, la virile compassione e gli stenti di un paese che arranca sulle macerie dellĺanimo e del buon senso. Regia asciutta ammantata di realismo. Sofferta testimonianza di una difficilissima risalita.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Ford 16/7/08 19:19 - 582 commenti

Noir a tratti esistenziale ambientato nei bassifondi di Tokio, dove un poliziotto Ŕ alla ricerca della pistola rubatagli sul bus i cui sette colpi in canna non mancheranno di seminare morte per la cittÓ e senso di colpa nella mente del protagonista. la trama procede spedita ma a colpire di pi¨ Ŕ la descrizione della societÓ post-bellica giapponese, con gente che cerca la risalita sociale (il poliziotto) mentre altri s'arrendono allo status quo (l'assassino). Kurosawa dirige con gusto, peccato per un paio di lungaggini.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La lotta finale nel bosco.
I gusti di Ford (Animazione - Commedia - Horror)