Cerca per genere
Attori/registi più presenti

GLI ULTIMI FUOCHI

All'interno del forum, per questo film:
Gli ultimi fuochi
Titolo originale:The Last Tycoon
Dati:Anno: 1976Genere: drammatico (colore)
Regia:Elia Kazan
Cast:Robert De Niro, Tony Curtis, Robert Mitchum, Jeanne Moreau, Jack Nicholson, Donald Pleasence, Ray Milland, Dana Andrews, Ingrid Boulting, Peter Strauss, Theresa Russell, Tige Andrews, Morgan Farley, John Carradine, Jeff Corey
Visite:811
Il film ricorda:Effetto notte (a Tarabas)
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/6/08 DAL BENEMERITO COTOLA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Cotola 6/6/08 14:05 - 7075 commenti

Raffinata, elegante, amarissima ed a tratti bella ed interessante riflessione sul cinema che sconta però un ritmo troppo lento a causa di una sceneggiatura troppo verbosa e sicuramente non all'altezza delle intenzioni, che delude doppiamente soprattutto se si pensa che a scriverla è stato un grande come Pinter e che è tratta da un romanzo di un altro grandissimo (Fitzgerald). Cast di all-star davvero nutrito, con un De Niro una spanna sopra tutti. Riuscito a metà ed è un peccato perché avrebbe potuto essere un grandissimo film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Quando De Niro spiega e Pleasence il senso del cinema attraverso un nichelino. Semplicemente indimenticabile.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Vstringer 14/3/10 14:06 - 349 commenti

Cinema sul cinema: tanto raffinato quanto lento, rarefatto, in fin dei conti piuttosto tedioso. Ultima regia di Kazan, che regala lampi di genio (l'incidente iniziale, la serata con Nicholson) però troppo dispersi in un apparentemente interminabile film dalla scrittura blasonata (Pinter da Fitzgerald, nientemeno), dalle buone interpretazioni (De Niro, lo stesso Nicholson), che richiede allo spettatore molta attenzione e molta pazienza. Non per tutti.
I gusti di Vstringer (Commedia - Drammatico - Musicale)

Matalo! 9/7/11 13:29 - 1360 commenti

Alla sua ultima opera Kazan affronta una riflessione sul cinema prendendo a prestito l'ultimo romanzo di Fitzgerald; volontà di pagare i debiti col passato di collaborazione con McCarthy, denuncia finale di impotenza contro una macchina che stritola anche i più dotati, (auto)accusa di fallimento umano, fuga nel "sogno" che si conosce così bene. Ma il film, pur con momenti eccelsi, sconta una messinscena algida ed è irrisolto nelle sue due "metà". De Niro immenso, comunque, ma stiamo giocando toppo al cinema nel cinema. Parti in bianco e nero malriuscite.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ovviamente la scena del nichelino, spiegazione di cos'è il cinma, anche quello "intellettuale".
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Saintgifts 10/9/09 22:13 - 4099 commenti

Nella vita dobbiamo avere un copione che ci accompagna fino alla fine e ci dice cosa dobbiamo dire e fare, altrimenti siamo perduti, perché la vita è una recita e chi la vive è un attore. Sembra questo l'unico messaggio che ci viene da questo film, fatto e interpretato da grande gente del cinema e che racconta il mondo del cinema stesso. Poi basta una donna che gioca con il corpo e i sentimenti, per stravolgere tutto. Il film è brutto, come il film in bianco nero che Curtis e la Moreau girano dentro il film. Buone un paio di battute di Mitchum.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Giùan 26/10/11 11:48 - 2661 commenti

Stratificato, complesso gioco letterario-cinematografico, sfizioso se pur viziato dall'algido intellettualismo di fondo (Pinter sceneggia l'incompiuto di Fitzgerald). Kazan, al suo ultimo film, conferma d'esser un prodigioso direttore d'attori ma un regista troppo "classico" per un'opera che avrebbe richiesto più dinamismo. La descrizione della vecchia Hollywood è cinica quanto (volutamente) svenevole la storia d'amore tra Monroe e Kathleen. De Niro il meglio del crepuscolarismo lo ha dato con Leone, il resto del cast vale la visione per misura e carisma.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'apparizione della Boulting durante l'allagamento; Il duetto Nicholson-De Niro; Robert Mitchum; La "particina" di Anjelica Huston; L'incantevole Russell.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Buiomega71 19/4/12 21:34 - 2050 commenti

Il sentore da Hollywood Babilonia c'è, il gran cast anche e alcune battute sono memorabili. Ma sembra che Kazan, nel modo di raccontare, sia rimasto agli anni 50, con una lentezza e una staticità da rasentare la noia. Quello che poteva essere un fiammeggiante pamphlet del cinema che racconta il cinema (come fece Schlesinger nel bellissimo Il giorno della locusta) diventa un annacquato melodramma con inutili e fastidiose impennate romantiche da melò sirkiano. Resta l'ottima ricostruzione d'epoca e una certa atmosfera decadente. Un classico mancato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: De Niro, che durante i giornalieri del film, si inalbera perché l'attore di Tony Curtis pronuncia: "Né io te"; La ragazza nascosta nello sgabuzzino.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Minitina80 2/12/17 11:57 - 2016 commenti

Balza immediatamente agli occhi l’eleganza e la raffinatezza stilistica di alcune sequenze in cui si nota una mano non proprio comune a tutti. Non mancano nemmeno i nomi importanti nel rooster degli attori, ma tutto questo perde di significato semplicemente perché il soggetto non è interessante, o almeno non è stato reso minimamente tale. Un’opera, inoltre, che parla del cinema visto dal di dentro è sempre un discorso complesso che spesso si traduce in noiose autocelebrazioni. Futili le incursioni nel sentimentale, che non decollano mai.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Rocchiola 19/10/19 8:28 - 668 commenti

Atmosfere anni 30 per un uggioso omaggio al cinema degli anni ruggenti. Fin dalla scena iniziale con il vecchio Carradine che fa da cicerone a un gruppo di visitatori, questo è un film di fantasmi tenue e malinconico. Il veterano Kazan appare piuttosto spento e De Niro è fin troppo misurato per riuscire a infondere un minimo di emozione alla vicenda. E a mancare è proprio quell’azione che il protagonista descrive come il motore di una pellicola cinematografica. Cast stellare in cui si confrontano almeno tre generazioni di divi hollywoodiani.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: “Che succede poi? Non so, stavo solo facendo cinema”; L’enorme testa di cartapesta felliniana alla deriva; L’incontro tra De Niro e Nicholson.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Skinner 9/2/10 1:26 - 595 commenti

Considerando soggetto, cast e regia ci si aspetterebbe un capolavoro, invece la montagna partorisce un topolino, o meglio un film discreto ma troppo freddo, approssimativo, minimalista se non minimale, a tratti futile. Non mancano brevi lampi di grande cinema, ma aumenta il rimpianto per quello che sarebbe potuto essere il film.
I gusti di Skinner (Commedia - Drammatico - Western)

Rullo 18/8/11 23:38 - 388 commenti

L'ultimo film di Kazan si presenta come una sorta di storia d'amore, che purtroppo non si distingue né per ritmo né per originalità. Scorre tutto molto liscio in questa vecchia California. Nonostante queste piccole debolezze, anche grazie al cast, Kazan riesce in qualche modo a plasmare il film attorno a una semplice storia in modo efficace. Un finale di carriera non troppo soddisfacente ma comunque accettabile.
I gusti di Rullo (Avventura - Commedia - Drammatico)