Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DOLLS

All'interno del forum, per questo film:
Dolls
Titolo originale:Dolls
Dati:Anno: 2002Genere: drammatico (colore)
Regia:Takeshi Kitano
Cast:Miho Kanno, Hidetoshi Nishijima, Tatsuya Mihashi, Chieko Matsubara, Kyôko Fukada, Tsutomu Takeshige
Visite:782
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 15
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/5/08 DAL BENEMERITO UNDYING

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Renato 2/7/09 12:12 - 1495 commenti

Kitano era già approdato alla maniera col precedente Brother, ma aveva quantomeno evitato di annoiare il suo pubblico. Cosa che -purtroppo- non gli riesce più con questo film pieno di bei colori, eterni silenzi e lunghissime inquadrature di tristi personaggi che camminano lentamente affiancati. La sua programmaticità diventa irritante già dopo mezz'ora, e le lungaggini nella parte finale raddoppiano. Spiace davvero vedere un regista del suo calibro girare una roba così, ma del resto quando finisce la benzina anche le Bentley si fermano.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Cotola 28/2/10 2:41 - 6746 commenti

Dopo il deludente Brother un altro film non all'altezza di Kitano. Diviso in episodi, nessuno dei quali particolarmente riuscito, ha la colpa principale di non riuscire ad emozionare lo spettatore. Il motivo è, a mio avviso, una mancanza di sincerità che spinge la pellicola sui territori della maniera. Forma ed eleganza non mancano ma non bastano. In ogni caso non un disastro.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Rebis 29/8/13 21:00 - 2072 commenti

Come bambole del Bunraku, mosse da forze maggiori, condotte dall'amore, ferite, accecate, sospese sul baratro dell'esistere... Kitano e il melodramma, come in un teatro di marionette, emulandone l'essenzialità, la purezza del narrato e dei caratteri, l'approccio solenne e contemplativo, lo schematismo del racconto che esplode in un caleidoscopio di corrispondenze incessanti, assonanze atemporali. Dolls è il lato emozionale del regista che si emancipa dal cinema di genere e si dispiega come un origami, dilaga verso un'umanità derelitta, impotente d'innanzi alla struggente bellezza della Natura.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Deepred89 16/5/08 14:35 - 3032 commenti

Probabilmente il capolavoro di Kitano. Una fotografia stupenda, ambientazioni indimenticabili e una regia straordinaria al servizio di tre storie che mescolano i temi dell'amore e della morte con fascino e leggerezza. Limitatissimi i dialoghi e perfetti gli attori. Assolutamente da non perdere.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 25/4/15 0:08 - 3447 commenti

Sfiancante opera di Kitano che, pur mantenendo alcune qualità stilistiche del regista (tipo lirismo, simbolismo e cura dei personaggi), riesce a trascinarsi per interi periodi con immagini ripetitive e poco appassionanti (si pensi ad esempio al lento incedere dei due amanti legati). Meglio qualche tratto tra il boss maturo e la signora e, solo all'inizio, la simpatica goffaggine del fan della rockstar. Ma sono gocce in un mare di noia.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Saintgifts 16/11/10 22:54 - 4099 commenti

Le straordinarie marionette del teatro Bunrako hanno una sola espressione dipinta sul volto, ma sembrano vive quando sono mosse nelle loro rappresentazioni e riflettono sui loro volti di ceramica tutti i sentimenti umani. È un senso di grande angoscia e disperazione che ci fa provare Kitano nel mostrarci una splendida natura, attraverso le sue trasformazioni di nascita e rinascita, una natura che ripete con rispetto i suoi cicli, in contrapposizione agli errori che l'essere umano è libero di compiere e che lo portano a una sconsolata fine.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La splendida immagine finale.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Pinhead80 23/10/10 20:36 - 3085 commenti

Tra i film di Kitano uno dei peggiori in assoluto. A non convincermi (oltre alla struttura degli episodi) sono la lentezza esagerata delle scene e la ricerca di un film troppo patinato. Storie tra l'altro che a loro volta non convincono. Il confronto con altri film del regista risulta impietoso. Delusione.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Paulaster 18/9/18 9:56 - 1916 commenti

Triplice storia con alla base la sensazione d'impotenza che si può provare in alcuni casi di sentimento profondo. Attenzione all’espiazione della colpa e al senso di responsabilità, che però non riescono a scaturire un effetto emotivo, salvo l'essere catturati da buone immagini simboliche. La coppia legata da una corda rossa ha il maggiore impatto, la donna che aspetta il boss rasenta la follia e la popstar ha un fondo di delicatezza. Stile asciutto al quale manca una poetica alla Kim Ki-Duk. Grande chiusura ma che sembra a sé stante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La corda attaccata al sedile della macchina; I boschi rossi autunnali.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Buiomega71 27/7/11 20:09 - 1828 commenti

Assoluto capolavoro del sommo Kitano. Tre dolorose storie che si intrecciano, due amanti costretti a vagare con una corda legata alla vita, un capo yakuza e un amore di gioventù che dura nel tempo; ma il migliore è il fan di una rockstar, disposto a tutto per incontrare la sua "dea" della musica, ma il destino sarà crudelmente bizzarro. Tra genio e follia, amore, morte e solitudine. Splendidamente fotografato e raccontato da un Kitano estremamente poetico, lontano dalla furia di Brother. Immenso, travolgente e ipnotico, da non perdere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La sparatoria nell'ascensore, così silente e cruda; tutto l'episodio della rockstar e del suo fan; i due amanti legati che camminano all'infinito...
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Ryo 19/2/12 18:00 - 1704 commenti

Un maestoso capolavoro di Kitano. Tre storie drammatiche che si intrecciano dando vita a personaggi interpretati dai bravissimi attori con molti silenzi, ma che possiedono un'enorme comunicazione. La fotografia perfetta crea delle vere e proprie opere d'arte di straordinaria potenza visiva. Estremamente commovente.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Stefania 4/3/09 2:10 - 1600 commenti

Tre storie d'amore la cui tragicità si ricompone nell'orizzonte fisso ed eterno del racconto teatrale Bunraku, personaggi il cui dolore si cristallizza nel loro divenire "bambole", maschere, in una dimensione atemporale. Lento, silenzioso, disperato e gelido, di indimenticabile bellezza.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Mickes2 22/10/12 16:10 - 1550 commenti

Bambole: bianche e graziose; burattinai: amorevoli e pazienti; entrambi capaci di internare il dolore dentro una carcassa dura e fragile, cristallizzandolo nell’anima, frantumata, sola, ricca d’amore non corrisposto o tradito. L’unico modo per cercare di sopportare un’atroce destino e sopravvivere, errando, nell’infinita elaborazione di una perdita. Di struggente lirismo e abbagliante bellezza simbolica, è uno tra i Kitano più sensibili, da accostare a Kikujiro per la delicatezza con cui si affrontano gli errori e gli amori impossibili di una vita.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La pallina rosa schiacciata dalla macchina e la successiva delusione della ragazza che esplode in un pianto tanto infantile quanto doloroso.
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Mdmaster 1/10/10 7:46 - 802 commenti

Tra i migliori di Kitano, per lucida forza emotiva e poesia; sicuramente non adatto a tutti per i suoi tempi morti, la silente drammaticità e il fatto che, dopotutto, gli episodi non raggiungano mai una vera e propria conclusione. Eppure rimane sempre affascinante, un'osservazione e uno studio dei rapporti umani tracciato come fosse una rappresentazione Bunraku. Il dolore, la perdita e la tristezza rimangono onnipresenti nelle tre storie e anche quando si è finito di guardarlo. Impossibile non consigliarne la visione con la persona amata.
I gusti di Mdmaster (Avventura - Drammatico - Horror)

Almicione 9/1/17 2:46 - 765 commenti

Imposizioni della società tradotte in tragedia, narrate dalla sapiente regia che sa infondere in modo placido ma intenso la drammaticità delle situazioni. Il parallelismo delle vicende, sempre complicato, non si armonizza in modo perfetto e talvolta si ha la sensazione di perdersi qualcosa; tuttavia la melanconia trasmessa, le sensazioni mai provate con altri film occidentali non hanno eguali e riescono a superare le eccedenze di un Kitano che osa davvero troppo. Ammirevoli certe sequenze accompagnate dall'ottima colonna sonora.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La figura dei vagabondi legati.
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)

Samuel1979   27/12/15 0:46 - 430 commenti

L'amore è l'asse portante di un film che, nonostante si basi su idee di fondo molto apprezzabili e nobili, ha nell'eccessiva lentezza e nella ripetitività i suoi punti deboli. L'opera divisa in tre parti riserva il meglio di sé solo nel secondo episodio, quello in cui emerge la sensibilità del vecchio boss la cui esistenza oscilla fra peccato e redenzione.
I gusti di Samuel1979 (Avventura - Comico - Commedia)