Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL TUNNEL SOTTO IL MONDO

All'interno del forum, per questo film:
Il tunnel sotto il mondo
Dati:Anno: 1969Genere: corto/mediometraggio (colore)
Regia:Luigi Cozzi
Cast:Alberto Moro, Bruno Salviero, Anna Mantovani, Lello Maraniello, Gretel Fehr, Isabel Karalson, Pietro Rosati, Ivana Monti, Luigi Cozzi
Note:E non "Il tunnell sotto il mondo".
Visite:1881
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 17/3/08


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 24/12/12 8:08 - 7250 commenti

Film sperimentale di fantascienza e critica sociale, lontanamente ispirato all’omonimo racconto di Pohl: obiettivo alto, nettamente mancato. Qua e là buoni sprazzi filmici avanguardistici farebbero intuire ben altro esito se ci si fosse limitati a uno o più corti. Ma il tempo lungo (peraltro solo 1 ora) e l’ambizione di voler macinare dentro mille cose (tra Matrix e Groundhog day, 2001 e Truman, per intenderci, senza dimenticare interminabili tirate filosofico-politiche) sortisce un effetto di gigantesco caos in cui è impossibile raccapezzarsi.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Cotola 11/7/19 0:08 - 6928 commenti

Bizzarria italica il cui difetto maggiore è quello di prendersi troppo sul serio e volare troppo in alto, col chiaro risultato di schiantarsi al suolo. Libero e anarchico, come il cinema di oggi non si sognerebbe mai nemmeno nei suoi sogni più bizzarri, non è però sorretto da una sceneggiatura all'altezza delle smodate ambizioni: tra l'altro all'epoca Cozzi aveva appena 22 anni. E così nonostante la breve durata (nemmeno un'ora), non mancano tanti momenti di noia, mentre sono pochi, direi pochissimi i segmenti stuzzicanti ed intriganti.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

124c 5/8/18 12:35 - 2661 commenti

Il primo film di Luigi Cozzi, filmato quando aveva solo ventidue anni, si fregia della sceneggiatura di Alfredo Castelli, il creatore di Martin Mystère, ma sembra destinato solo a chi mastica ogni giorno pane e fantascienza, perché per gli altri spettatori risulta un prodotto sì psichedelico, ma anche poco commerciale. Girata con pochi soldi e un gruppo d'amici attori, la pellicola vorrebbe essere, a detta di Cozzi, una satira contro la pubblicità moderna e un Truman show ante-litteram; peccato che qui la vera protagonista risulti la noia.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La discussione del protagonista con il misterioso uomo di Marte in una spiaggia fuori Milano e l'incontro con il computer che vorrebbe studiare Dio.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Rufus68 17/4/18 21:03 - 2562 commenti

Lodevole nelle intenzioni (una polemica contro la propaganda capitalistica, già in altro romanzo di Pohl, "I mercanti dello spazio"), ma disastroso negli esiti. L'ambizione decostruttiva si stempera in un gioco velleitario d'avanguardia sessantottina che, complici i mezzi risicatissimi, sfocia in un pamphlet citazionista senza capo né coda, privo di fascino underground e gonfio d'una supponenza poeticista non infrequente ai tempi. Un guazzabuglio inservibile.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Panza   17/10/13 18:05 - 1402 commenti

Avete presente quei film noiosi e ampollosi che molti si immaginano quando pensano a un film d'autore? Eccolo! Sembra quasi una parodia del film d'autore con duecentomila storielline diverse molto pretestuose. Bisogna citare assolutamente il protagonista (o almeno così ho capito) che viene rincorso da due Babbo Natale o lo strambo nazista del finale. Belle le musiche e la regia, alla ricerca di inquadrature, funziona. Peccato che questi fattori davvero positivi siano sommersi da un mare magnum di retorica fuori da cui è impossibile emergere.
I gusti di Panza (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Kanon 12/8/11 21:57 - 581 commenti

C'è un tunnel sotto il mondo di quasi ognuno di noi. Un lungo cunicolo stretto ed oscuro che espande le sue incalcolabili ramificazioni sino a giungere nelle nostre case, nel nostro privato e cibarsi del nostro corpo. Un tunnel che instilla dentro il nostro animo terrore e raccapriccio; come quello di trovarsi in fronte ad un Maelström vorticosamente avido di risucchiarci dentro le sue viscere quanto l'affrontare le temibili fauci gorgoglianti di Cariddi. C'è questo tunnel, ed è il tubo di scarico: tale film ci va giù che è un piacere.
I gusti di Kanon (Commedia - Fantascienza - Thriller)

G.enriquez 8/11/08 18:47 - 121 commenti

Lento, pretenzioso, privo di una narrazione lineare, con un montaggio sì ardito ma anche assai ingenuo, è un film che non ha davvero né capo né coda e che mette in difficoltà anche il più motivato degli spettatori. Il sorrisino che gli attori non riescono a trattenere mentre Luigi Cozzi (credo sia lui) interpreta, nella scena più trash della pellicola, un improbabile Davide, la dice lunga sull'operazione. Consigliato solo ai masochisti.
I gusti di G.enriquez (Comico - Poliziesco - Thriller)