Cerca per genere
Attori/registi più presenti

CARO BABBO NATALE

All'interno del forum, per questo film:
Caro Babbo Natale
Titolo originale:All I Want for Christmas
Dati:Anno: 1991Genere: commedia (colore)
Regia:Robert Lieberman
Cast:Ethan Embry, Thora Birch, Harley Jane Kozak, Jamey Sheridan, Kevin Nealon, Lauren Bacall, Andrea Martin, Amy Oberer, Renée Taylor, Leslie Nielsen
Visite:64
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 1
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/12/19 DAL BENEMERITO RAMBO90 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 28/1/20
Film natalizio per famiglie che punta molto, soprattutto nella prima parte, sulla dolcezza della futura diva Thora Birch, che ha qui nove anni (nel film dicono sette) e un viso tenerissimo, assai espressivo. E' evidente quanta sia la cura nel vestirla sempre con abiti diversi e ricercati e si tenti addirittura di lanciarla come una sorta di moderna Shirley Temple spingendola pure a cantare (in una sola occasione, per fortuna). E' Hallie, secondogenita di una coppia newyorchese separata di fresco che vorrebbe rivedere i genitori tornare insieme. Per questo pensa bene, visto il periodo, di domandare a Babbo Natale (l'unico vero, secondo lei, cioè quello che sta ai Grandi Magazzini) di esaudire il suo singolare desiderio. Il fratello maggiore Ethan (Embry), già adolescente, prova a farle capire che non son quelle le cose da chiedere a Babbo Natale (che ha sotto i baffi il volto sornione di Leslie Nielsen), ma non c'è verso. Decide allora di studiare qualcosa lui, contando su un'inventiva non comune e l'appoggio incondizionato della sorellina, che del fratello ha stima smisurata. Il piano è ingenuo, prevede l'appoggio di un amico fidato e pure della bella Stephanie (Oberer), una coetanea per la quale Ethan ha letteralmente perso la testa e che sembra non insensibile alle sue timide avance. Poi naturalmente ci sono i genitori, tutto sommato ancora in discreti rapporti nonostante lei (Kozak) sia sul punto di sposarsi con un uomo che finalmente, a suo dire, sa apprezzarla (Nealon). Già, perché il marito (Sheridan) era invece uno che badava troppo al proprio ristorante, la trascurava e ha finito così per perderla. Ma qualcosa tra loro esiste ancora, e considerando che come prevedibile il nuovo amico di mamma è un superficiale, stereotipato riccone sempre in giacca e cravatta incapace di relazionarsi coi ragazzini, c'è da scommettere che le cose torneranno al loro posto. Insomma, la tipica commedia per famiglie d'ambientazione natalizia, valorizzata però una volta tanto dagli attori giusti: se della Birch si è detto, non si può non citare la simpatia di Embry, nettamente più spontaneo e brillante dei suoi pari età al cinema. Merito anche di una sceneggiatura e di una regia che pur dovendo muoversi entro ovvi limiti sanno usare un certo gusto e una stimabile misura, cadendo più volte inevitabilmente nella banalità ma mantenendo nel contempo una lodevole dignità formale. Certo, Leslie Nielsen nei panni di Babbo Natale non aggiunge nulla (si vede due volte ai Grandi Magazzini mentre tiene in braccio la Birch e una nel finale in cui parla un po' di più ma senza gran costrutto), Lauren Bacall fa la la nonna mostrando di avere ancora lo sguardo che uccide (ben poco lo utilizza, tuttavia), quindi tocca affidarsi ai brillanti ragazzini e a un cast di protagonisti adulti non eccelso ma che fa il suo. Si è visto decisamente di peggio, nel genere.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Rambo90 26/12/19 17:14 - 6086 commenti

Fratello e sorella cercano di far ricongiungere i genitori divorziati in vista del Natale. Commedia che ha qualcosa del Cowboy con il velo da sposa, ma aggiornato alle marachelle di Mamma, ho perso l'aereo. Non troppo coinvolgente perché sa di già visto ma discretamente recitato (Embry e la Birch sono azzeccati) e dal giusto ritmo. La Bacall appare ogni tanto ed è una curiosa presenza, Nielsen si limita a tre scene senza incidere granché. Per il periodo natalizio.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)