Cerca per genere
Attori/registi più presenti

2 BIGLIETTI DELLA LOTTERIA

All'interno del forum, per questo film:
2 biglietti della lotteria
Titolo originale:Doua lozuri
Dati:Anno: 2016Genere: commedia (colore)
Regia:Paul Negoescu
Cast:Dorian Boguta, Dragos Bucur, Alexandru Papadopol, Andi Vasluianu, Serban Pavlu, Elisa Calin, Mircea Banu, Nora Cupcencu, Ioana Florentina Dimitriu, Elias Ferkin, Ligia Matei, Codin Maticiuc, Alexandru-Victor Nemteanu
Note:Aka "Due biglietti della lotteria". Soggetto ispirato a un racconto dello scrittore rumeno Ion Luca Caragiale.
Visite:102
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/3/18 DAL BENEMERITO DANIELA POI DAVINOTTATO IL GIORNO 25/4/18
Bizzarra commedia rumena che per certe intuizioni e situazioni meriterebbe molto più di quello che risulta poi essere nel suo complesso. Partendo da uno degli spunti più abusati anche in Italia (il famoso biglietto vincente della lotteria, che negli anni abbiamo spesso trasformato in vincita al Totocalcio), il film racconta le vicissitudini di tre amici (Boguta, Bucur, Papadopol) che, dopo aver svogliatamente compilato un biglietto della lotteria rumena, si accorgono di aver vinto e di poter incassare ben sei milioni di euro. Piccolo problema (ma va?): il biglietto non si trova più. Dov'è finito? Chi l'ha perso dice di averlo messo in un marsupio che gli è stato rubato da due tizi di Bucarest di passaggio nell'androne di casa sua. Dopo un'inutile denuncia alla polizia (d'altra parte, dovendo nascondere la verità, che ricerche si possono pretendere per ritrovare un marsupio, per quanto “di grande valore affettivo”?), i tre decidono di bussare alle porte di chi abita nel palazzo del furto per scoprire se qualcuno ha visto i due bulli e se sa dove trovarli. E qui finalmente il film comincia a mostrare le proprie potenzialità comiche, perché il quotidiano poco avventuroso dei tre e i loro discorsi da bar non avevan certo predisposto al meglio: dialoghi convenzionali, riflessioni sulle loro misere condizioni di vita, una descrizione del contesto sociale di scarso interesse (pur se è interessante osservare luoghi così inusuali). Poi però scatta la ricerca e le cose migliorano, i personaggi con cui i nostri entrano in contatto si fanno più eccentrici e spassosi (dalla famiglia di chiaroveggenti al gruppo di amici fumati) e si apprezza la misura in una sceneggiatura che rispetta i canoni delle commedie meno caciarone, magari prive di gag davvero esilaranti (giusto due o tre, come quella dell'auto nera che dovrebbe esser bianca) ma frequenti momenti di strano imbarazzo in cui viene messa in luce la ricercata modestia intellettuale dei protagonisti. E' la parte centrale quella migliore, con il viaggio a Bucarest dove sembra che i due ladri (in realtà solo bulletti da quattro soldi) risiedano. Ci si avvia così divertiti al finale che arriverà piuttosto in fretta (il film non raggiunge l'ora e mezza) lasciandoci l'amaro in bocca per l'assenza di veri colpi di scena o svolte che possano in qualche modo caratterizzare il film. Se infatti non gli può essere rimproverata alcuna artificiosa spettacolarizzazione o sguaiataggine, non si può nemmeno dire che ci si sia sforzati troppo nel cercare una via personale nella messa in scena di un'idea già di per sé non certo nuova. Colpisce la desolazione di molti ambienti (si veda l'hotel lungo la strada dove i nostri sostano), si fa apprezzare la simpatica complicità dei tre in più momenti, ma nel complesso non c'è molto di diverso da quello che certo cinema indipendente produce un po' in tutto il mondo quando approccia commedie dalle ambizioni comiche. Recitato con la semplicità un po' qualunquisitca che i tre amici comunicano, non si farà troppo ricordare ma il suo dovere lo fa.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 28/3/18 21:32 - 7285 commenti

La fortuna è cieca e così può succedere che un poveraccio azzecchi i numeri estratti nella lotteria ma, siccome la sfiga ci vede benissimo, si fa rubare il biglietto vincente da due balordi... On-the-road al rallentatore con tre amici scombinati (l'ansioso, lo spaccone, il complottista) in viaggio verso Bucarest su un'auto bianco/nera: una mini-odissea che offre l'occasione per un affresco del paese in cui si mescolano satira e malinconia, divertimento e tenerezza. Un piccolo gioiello che fa sorridere con intelligenza, confermando il buon momento attraversato dal cinema rumeno.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La discussione sul colore della macchina: bianca o nera? Meglio chiedere al primo passante...
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Capannelle 13/4/18 23:55 - 3423 commenti

Una trama paradossale interpretata con genuinità e tre protagonisti stralunati con le movenze da commedia classica all'italiana. Esagera col parlato, con dialoghi che nella prima parte girano un po' a vuoto (come nel bar e nel caso del passaggio). Quasi tutte le riprese girate sono con camera fissa e campo medio, come certi film orientali. La galleria dei personaggi funziona, dalla famiglia di cartomanti al poliziotto sfigato.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Kinodrop 3/5/18 17:55 - 783 commenti

Commedia minimalissima perseguita con coerenza espressiva sulla base di un soggetto scontato, che poteva mirare più in alto; ma il regista sembra non voler uscire dalla routine di paese con le sue ingenuità e le sue fughe in avanti. Alla ricerca del biglietto perduto, tre amici si imbattono in una varia umanità a volte singolare, a volte grottesca. Se se ne accettano i presupposti, questa commedia ha una sua freschezza e una sua levità, non scade comunque mai nel volgare e fa sorridere. Ben caratterizzati i tre protagonisti e l'ambiente rumeno.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)