Cerca per genere
Attori/registi più presenti
LE LOCATION ESATTE DE "LA DECIMA VITTIMA"
lunedý 12 luglio 2010
ImageLa situazione al via delle ricerche: Naturalmente si sapeva che fosse stato girato (almeno in parte) a Roma. Imdb segnala location sparse come Ostia, Fiumicino, Piazza Navona, Piazza Siena (l'unica veramente centrata). Wikipedia non dice invece nulla riguardo alle location, nella bella scheda attualmente esistente.

La decima vittima è un film molto particolare, uno dei rarissimi esempi di fantascienza "mainstream" made in Italy, diretto da un Petri che cerca di mostrarci i lati più futuristi della capitale bazzicando in quartieri come l'Eur, che indubbiamene si prestano, senza rinunciare a classici senza tempo come il Colosseo. A curare lo speciale non poteva che essere chi l'Eur lo conosce come le sue tasche (e che ha comunque faticato nel ritrovare qualche location non facilmente raggiungibile o addirittura scomparsa) e che è in grado di trovare una casa a Roma anche solo sbirciando attraverso minuscoli scorci visibili attraverso le finestre. Stiamo parlando di Andygx! A lui la parola, quindi:


Image 01. LA CACCIA A NEW YORK (Andygx)
Il film si apre con una lunga scena girata oltreoceano. Siamo a New York tra i grattacieli di Manhattan; la protagonista Caroline Meredith (Ursula Andress), detta anche Carol, è inseguita da un uomo di origini cinesi (George Wang) che vuole ucciderla. Si tratta della "Grande Caccia", come fa spiegare Petri al narratore (Jacques Herlin), un'istituzione creata in un ipotetico futuro per legalizzare e controllare la violenza nel mondo. Gli iscritti alla grande caccia si trovano alternativamente nel ruolo di cacciatori o vittime, ma mentre il cacciatore conosce la preda che gli è stata casualmente assegnata, la vittima non sa chi tenterà di ucciderla. Il distretto è quello finanziario di Wall Street, riconoscibile dalla statua all'ingresso della Federal Hall National Memorial ed usata dalla Andress come scudo per le pallottole. Sullo sfondo la Trinity Church.

Image 02. L'OMICIDIO AL CONCORSO IPPICO (Andygx)
Dall'altra parte dell'oceano il secondo protagonista del film, Marcello Poletti (Mastroianni), porta a termine la caccia uccidendo la vittima assegnata: un militare teutonico, il barone Von Aschenberg (Wolfgang Hillinger), cavallerizzo che sta partecipando ad un concorso ippico di salto ad ostacoli. Verrà annientato con dell'esplosivo astutamente nascosto negli stivali. Il concorso ippico si svolge realmente a Roma a Piazza di Siena, all'interno del parco di Villa Borghese.

Image 03. LA CASA DI MARCELLO (Andygx)
L'appartamento in cui vive il protagonista insieme all'amante Olga (Elsa Martinelli) è un attico, modernamente arredato... per poco però, poichè i mobili verranno presto pignorati per debiti cumulati. Malgrado poco si riesca a vedere attraverso le finestre dell'appartamento, si riconoscono tuttavia alcuni scorci che collocano il palazzo al centro di Roma: più precisamente sul Lungotevere dei Mellini. La triangolazione, eseguita considerando la posizione delle cupole delle chiese gemelle di Piazza del Popolo (S. Maria dei Miracoli e S. Maria in Montesanto), restringe l'area ad un paio di palazzi lungo la strada; un ulteriore aiuto lo fornisce la forma del tetto a spiovente (sotto cui si trova presumibilmente l'appartamento visibile nel film) rintracciabile solo nell'edificio che vedete nelle tavole.

Image Image 04. IL MINISTERO DELLA GRANDE CACCIA (Andygx)
L'istituzione della Grande Caccia è regolamentata dall'omonimo ministero. E' qui che Marcello si reca per incassare il premio per l'uccisione della vittima predestinata. I soldi però sono stati già ritirati dall'ex moglie Lidia (Luce Bonifassy), da cui Marcello ha appena divorziato. Il ministero è ospitato in un particolare ed avveniristico edificio, di evidente ispirazione razionalista (marmi bianchi, linee squadrate). Si tratta, o meglio dovrei dire si trattava, del Velodromo Olimpico dell'EUR a Roma [http://it.wikipedia.org/wiki/Velodromo_Olimpico], costruito dagli architetti Ligini, Ortensi e Ricci ed inaugurato nel 1960 in occasione delle Olimpiadi di Roma. Il complesso ha ospitato nel tempo corse ciclistiche e pattinaggio su pista oltre a partite di hockey su prato nel campo centrale. Dopo anni di completo abbandono è stato demolito il 24 luglio 2008 tramite esplosione controllata. Niente foto attuali quindi a parte quelle degli edifici intorno e dell'unica cosa rimasta in piedi oggi: la recinzione esterna dell'area. Per il resto solo immagini d'epoca e qualche vista satellitare d'annata. Anche gli interni del Velodromo vennero utilizzati da Petri per girare alcune scene. Si osservino con attenzione i particolari lampioni esterni "a fungo", che saranno utili per l'identificazione di un'altra location di questo stesso film.

Image 05. LO SNACK BAR CON TERRAZZA (Andygx)
Il bar dietetico dove Marcello si reca ogni giorno è dotato di un'ampia terrazza. E' qui che avverrà il primo contatto con Caroline: questa volta la ragazza è nel ruolo di cacciatrice avendo come obiettivo proprio Marcello. Ancora una volta ambientazione razionalista; questa volta però i marmi bianchi sono quelli del Palazzo dei Congressi dell'EUR a Roma. Siamo sul tetto del mastodontico edificio dove, già per l'Esposizione Universale di Roma del 1942, l'architetto Adalberto Libera aveva costruito un teatro all'aperto.

Image Image 06. LA RELAXING SERVICE STATION (Andygx)
Nello scenario futuribile in cui Petri ambienta la pellicola esiste persino una stazione di servizio del piacere, una sorta di avveniristico bordello dove il nostro protagonista si reca per "riflettere". Alle calcagna c'è sempre Caroline, che lo vuole attirare nel luogo prestabilito per la sua esecuzione in diretta video. La costruzione usata per la Relaxing Station faceva sempre parte del Velodromo Olimpico dell'EUR: era un fabbricato basso sul lato sud-ovest del complesso sportivo per molto tempo adibito ad uffici della Federazione Ciclistica Italiana. Analogamente al resto dell'area, anche queste costruzioni sono state abbattute: gli unici riscontri possono venire da qualche vecchia foto o da piccoli dettagli come i lampioni a fungo che già avevamo osservato nel Ministero della Grande Caccia.

Image Image 07. AL CIRCOLO DEL CANOTTAGGIO (Andygx)
Marcello, momentaneamente sfuggito ai pedinamenti e alle trappole di Carol, va a trovare il suo avvocato (Massimo Serato) che si allena in canoa sul Tevere allo Scalo De Pinedo (...ricordate "Da Sergio e Bruno gli incivili", il ristorante volgarissimo di Fracchia la belva umana che Ellerre trovò tempo fa non senza fatica?). Inconfondibili lo scalone e la chiatta sul fiume. Più o meno l'identico barcone ospitò come detto la celeberrima scena di Fracchia la belva umana (almeno per quanto riguarda gli esterni).

Image Image 08. LA SPIAGGIA DEI TRAMONTISTI (Andygx)
Marcello è il leader carismatico dei "tramontisti", una setta che si riunisce ogni sera sulla spiaggia per osservare gli ultimi raggi di sole ed ascoltare meditazioni sul tramonto; la liturgia si conclude sempre con un pianto liberatorio per la quotidiana morte del sole. Osannato da fratelli e sorelle tramontisti, il protagonista si ritira nel suo buffo igloo da spiaggia sopraelevato. Siamo sul litorale tra Fiumicino e Focene. Si notino in lontananza le casupole di Focene, la torre di controllo dell'aeroporto di Fiumicino, il molo della darsena di Fiumicino e la piccola costruzione a torre (probabilmente una cabina elettrica) ancora oggi identificabili.
 
Image Image 09. PISCINA CON COCCODRILLO E IL CLUB DELLA CACCIA (Andygx)
Con la complicità del produttore della bibita “Coca 80”, Marcello organizza un agguato per uccidere la sua cacciatrice. Il tranello prevede un tuffo di Carol nella piscina della lussuosa villa dell’industriale nel quale è stato preventivamente gettato un affamato coccodrillo; in cambio Marcello riceverà i proventi per l’omicidio “con spot” dell’effervescente bevanda. La scena si svolge a Villa Sara-Gabrielli sulla Via dei Laghi presso Marino (RM) che all’epoca del film era di proprietà di Carlo Ponti, produttore di questo film. L’adescamento di Carol però non riesce e l’azione si sposta presso il “Club della Caccia”, il luogo di ritrovo degli iscritti alla Grande Caccia. Carol, certa della presenza di Marcello, vi si reca in compagnia dell'avvenente Rudi (Milo Quesada) al solo scopo di far ingelosire Marcello e attirarlo nella trappola. Il club è in pieno centro, davanti alla chiesa di San Giorgio al Velabro a Roma, proprio a due passi da quella che era la casa di una delle vittime di Sei donne per l'assassino. L'ingresso però è fasullo: si tratta di una scenografia piazzata a chiusura di uno slargo cieco della piazzetta.

Image 10. L'ESECUZIONE IN DIRETTA CON SPOT (Andygx)
Siamo agli sgoccioli: Caroline è riuscita ad attirare Marcello nel luogo in cui dovrà svolgersi in diretta televisiva l'esecuzione. Tutto (balletto, sponsor e spot conclusivo) è predisposto e la scena si svolge al Tempio di Venere, nei pressi dell'Arco di Tito con tanto di Colosseo sullo sfondo. Ma Marcello ha subodorato tutto e riesce a farla franca anche questa volta, trasformandosi da preda a cacciatore.

Image 11. SPARATORIA FINALE FRA LE ROVINE (Andygx)
Siamo al finale (deboluccio direi!); fra le rovine romane, Marcello e la rediviva Caroline (salva grazie a un corpetto antiproiettile) si incontrano nuovamente, questa volta entrambi nel mirino della ex moglie e dell'amante Olga, sedotta e abbandonata. Rocambolesca fuga dei protagonisti del film verso l'aeroporto dove, imbarcati su un Jet "matrimoniale", verranno sposati in volo. Le rovine a cui si riferiscono le ultime inquadrature sono quelle del Capitolium di Ostia Antica (Roma).

Testi: Andygx - Tavole: Zender

APPROFONDIMENTO INSERITO DAI BENEMERITI ANDYGX E ZENDER
Vedi commenti allo speciale

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 
< Successivo   Precedente >