Cerca per genere
Attori/registi più presenti
VILLA PARISI A FRASCATI
venerdý 09 ottobre 2009
Nota: LA VILLA PARISI FA PARTE DEI LUOGHI COMUNI DEL CINEMA ITALIANO (vedi Approfondimento relativo), ovvero di quelle location pluriutilizzate dal nostro cinema (di genere e non).

ImagePotremmo chiamarla la villa degli Z-movies, visto che in due pezzi da 90 del nostro trash italico la ritroviamo come set principale e praticamente unico. Stiamo parlando di Patrick vive ancora (seguito apocrifissimo del film di Franklyn con un Gianni Dei che la faccia del persecutore telepata proprio non ce l’ha) e di Le notti del terrore (o Zombi horror che dir si voglia), in cui zombi etruschi dalle fattezze particolarmente spaventose e decadenti (merito di Rosario Prestopino) si aggirano per il giardino della villa in questione. In entrambi i film (risalenti al 1980) compare Mariangela Giordano, che quindi potremmo anche scegliere come madrina ideale della bella villa di Frascati. Una villa celebre e, si dice, pure infestata dai fantasmi. Precisamente dal fantasma di un cardinale che dice messa in latino (!). ImageLa villa nasce con monsignor Ferdinando Taverna (un milanese) attorno ai primissimi anni del 1600. Pochi anni dopo l’acquistò il cardinale Scipione Borghese, che già possedendo Villa Vecchia e Villa Mondragone ottenne così un gigantesco possedimento nella zona che molti chiamano dei Castelli Romani. Ampliò la costruzione costruendo le ali laterali e il giardino segreto all’italiana, tuttora esistente, con una fontana ottagonale al centro (ben visibile in quasi tutti i film) e chiuso da un ninfeo. Per un po’ la villa rimase così, finché Camillo Borghese, nel 1796, vi aggiunse decorazioni interne arricchendo ulteriormente la facciata con delle arcate. Durante tutto il secolo vi si dipinse molto, dentro (gli autori erano i fratelli Valeriani, Taddeo Kuntze, Ignazio Heldman detto “il bavarese”...), tanto che nei film che analizzeremo troveremo ampie tracce di questi splendidi affreschi. La villa cambiò proprietario nel 1896, quando un ricco imprenditore (Saverio Parisi) l’acquistò dedicandosi al restauro dei tesori contenuti. Durante la Seconda Guerra Mondiale, purtroppo, venne bombardata: era diventata un deposito tedesco e una prigione per gli italiani presi dopo l’8 settembre.

Image LA POSIZIONE
In Le notti del terrore la macchina dei protagonisti sale verso la collina: è questo indizio che mi ha portato a cercare nella zona dei Castelli Romani. Quando l’auto giunge davanti al gigantesco giardino della villa finalmente ne distinguiamo i contorni. E non è così comune rintracciarli in un film, visto che il più delle volte le si dedicano solo primi piani e inquadrature strette. La villa è a Frascati, e la villa fa parte delle cosiddette “ville tuscolane” (di cui fa parte ad esempio anche la più celebre Villa Aldobrandini, altra location molto utilizzata dal cinema).

Image Image LA VILLA
Questa villa seicentesca ci mostra una facciata non troppo singolare, caratterizzata da due corpi che si estendono ai lati del corpo centrale. Al piano terra l’ampio portone davanti al quale troviamo il terrazzo. Qui ci si arriva anche con l’auto (vedi la Giordano in Patrick vive ancora). Il terrazzo è circondato da una lunga balaustrata su cui sono posti vasi in pietra in corrispondenza delle colonnine di divisione. Le finestre della facciata al piano terra sono coperte da sbarre fitte che permettono solitamente la facile identificazione della villa. Il retro comprende un’altra balaustra, questa volta semicircolare, che cinge un piccolo cortiletto con arcata da cui accedere.

Image Image IL GIARDINO
Il grande giardino che circonda la villa venne progettato in tempi diversi, come detto, e ospita innanzitutto una piccola piscina rettangolare, al termine della quale è stato costruito un grazioso edificio tuttora esistente. E’ soprattutto nei pressi della piscina che si trovano punti spesso inquadrati. E’ lì a pochi metri ad esempio la bella fontana ottagonale cinta da alte siepi mirabilmente tagliate, e sempre lì a pochi passi c’è anche una seconda entrata alla villa, inquadrata sporadicamente e che a prima vista non sembrerebbe nemmeno appartenervi. Si capisce che è lì quando si vede in Le notti del terrore la fontana: dietro le siepi spunta l'entrata con timpano.

Image Image GLI INTERNI
Punto di forza della villa sono anche gli interni naturalmente (tanto che capita anche che s’inquadrino solo quelli, in taluni film come nella recente fiction Mal’aria), arricchiti da un numero sorprendente di affreschi che mostrano i colli albani o scene religiose. Ogni stanza è affrescata (persino il bagno, come vedrete nella tavola), mentre facilmente identificabile è stavolta la scala interna coperta da un panno rosso.

FICTION
A quanto pare la villa viene oggi frequentemente usata nelle fiction, se è vero che si legge in giro su internet che lì sono state girate una miriade di fiction, a partire dalla celebre Elisa di Rivombrosa per continuare conIl mistero del lago, Luisa Sanfelice dei Taviani, Orgoglio, Piccolo mondo antico, Francesca e Nunziata con la Loren, la succitata Mal’aria, Donna d'onore...

Testi e tavole: Zender

• Film in cui si vede la villa e inseriti nelle tavole:
Niente rose per OSS 117 (1968) - Il bacio di una morta (1974) - Le notti del terrore (1980) - Patrick vive ancora (1980)

• Altri film in cui si vede la villa e di cui trovate le foto qui sotto:
Amanti d'oltretomba (1965) - Il terzo occhio (1966) - Upperseven - L'uomo da uccidere (1966) - Amore all'italiana (1966) - La lama nel corpo (1966) - Da Berlino l'Apocalisse (1967) - L'uomo, l'orgoglio, la vendetta (1967) - Arriva Dorellik (1967) - Il marito è mio e l'ammazzo quando mi pare (1967) - Tuttototò: il latitante (1967) - Io non protesto, io amo (1967) - Troppo per vivere... poco per morire (1967) - Come imparai ad amare le donne (1967) - Il lungo, il corto, il gatto (1967) - Il fischio al naso (1967) - Il sesso degli angeli (1968) - Il circolo Pickwick (1968) - Rose rosse per il Führer (1968) - Buonasera, signor Campbell (1968) - Peggio per me... meglio per te (1968) - 5 per l'inferno (1969) - Scacco alla regina (1969) - Un detective (1969) - La donna a una dimensione (1969) - Zorro marchese di Navarra (1969) - Zorro alla corte d'Inghilterra (1969) - Il rosso segno della follia (1970) - I giovedì della signora Giulia (1970) -  Nel giorno del Signore (1970) - Reazione a catena (1971) - Le calde notti di Don Giovanni (1971) - Roma bene (1971) - Riuscirà l'avvocato Franco Benenato a sconfiggere il suo acerrimo nemico il pretore Ciccio De Ingras? (1971) - Cose di cosa nostra (1971) - Homo eroticus (1971) - L'udienza (1972) - Ettore Lo Fusto (1972) - Quando l'amore è sensualità (1972) - Questa specie d'amore (1972) - La violenza: quinto potere (1972) - La morte ha sorriso all'assassino (1973) - Senza ragione (1973) - Rappresaglia (1973) - Studio legale per una rapina (1973) - Bisturi, la mafia bianca (1973) - Paolo il caldo (1973) - La vedova inconsolabile ringrazia quanti la conosolarono (1973) - Dracula cerca sangue di vergine... e morì di sete!!! (1974) - La signora gioca bene a scopa? (1974) - 4 marmittoni alle grandi manovre (1974) - Il testimone deve tacere (1974) - Nucleo centrale investigativo (1974) - Paolo il freddo (solo interni) (1974) - Lezioni private (1975) - Il medaglione insanguinato (1975) - L'amaro caso della Baronessa di Carini (1975) - La bella e la bestia (1976) - Le avventure e gli amori di Scaramouche (1976) - Il deserto dei Tartari (1976) - Taxi girl (1977) - Il fauno di marmo (1977) - La dama dei veleni (1978) - Il giocattolo (1979) - Fermate il colpevole (1979) - Il malato immaginario (1979) - Giallo a Venezia (1979) - Masoch (1980) - La gatta da pelare (1981) - Il paramedico (1982) - Un povero ricco (1983) - Uno scandalo perbene (1984) - Il mistero di Bellavista (1985) - Mamma Ebe (1985) - Io e il duce (1985) - Lussuria (1986) - L'assassino è ancora tra noi (1986) - La monaca nel peccato (1986) - La dolce pelle di Angela (1986) - Scuola di ladri - Parte seconda (1987) - Oci ciornie (1987) - 'O re (1989) - Paganini (1989) - Etoile (1989) - Piccoli delitti veneziani (1989) - Il sole anche di notte (1990) - Donna d'onore (1990) - Hudson Hawk - Il mago del furto (1991) - Pacco, doppio pacco e contropaccotto (1993) - Marianna Ucrìa (1997) - Fratelli coltelli (1997) - La balia (1999) - Un tè con Mussolini (1999) - Rosa e Cornelia (2000) - Francesca e Nunziata (2001) - Ustica: una spina nel cuore (2001) - Senso '45 (2002) - Elisa di Rivombrosa (2003) - Vaniglia e cioccolato (2004) - La figlia di Elisa - Ritorno a Rivombrosa (2007) - Artemisia Sanchez (2008) - Parlami d'amore (2008) - Il figlio più piccolo (2010) - Scusa ma ti voglio sposare (2010) - Atelier Fontana - Le sorelle della moda (2011) - Il tredicesimo apostolo (2012) - Né con te né senza di te (2012) - Rodolfo Valentino - La leggenda (2014) - Il bosco (2014) - Pasolini (2014)

ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
ImageImageImage
Image




































































































































































• Film in cui la villa dovrebbe comparire ma di cui non esistono ancora immagini:
Partirono preti, tornarono... curati (1973) - L'importante è non farsi notare (1979) • Piccolo mondo antico (2001) - Luisa Sanfelice (2004) - Orgoglio (2004) - Il mistero del lago (2007) - Mal'aria (solo interni) (2009)

APPROFONDIMENTO INSERITO DAL BENEMERITO ZENDER
Vedi commenti allo speciale

3.26 Copyright (C) 2008 Compojoom.com / Copyright (C) 2007 Alain Georgette / Copyright (C) 2006 Frantisek Hliva. All rights reserved."

 
< Successivo   Precedente >