Cerca per genere
Attori/registi più presenti
Vai a fine pagina

DISCUSSIONE GENERALE: Il primo re (2019)

Il primo re (2019)
07 febbraio 2019 ore 17:29 (2 mesi, 1 settimana fa)
Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
 
 Thedude94
Galoppino
12 interventi
Il primo re (2019)
07 febbraio 2019 ore 17:29 (2 mesi, 1 settimana fa)
Visto che si ascoltano molto spesso lamentele sulla qualità e l'innovazione del cinema italiano, spero con tutto il cuore che un pò di passaparola faccia conoscere a tutti questa opera, che in questa prima settimana non è stata molto considerata dal pubblico
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
 Bubobubo
Pulizia ai piani
83 interventi
Il primo re (2019)
08 febbraio 2019 ore 19:11 (2 mesi, 1 settimana fa)
Non ho dubbi che il film sia molto buono (io, per cause di forza maggiore, dovrò recuperarlo solo in un secondo momento) e mi piace questo tentativo di tornare a certo cinema di genere che da troppo tempo non viene frequentato sulle nostre sponde.

Il mio dubbio, enorme dubbio, è filologico. Che vuol dire "latino arcaico"? Quello delle Dodici tavole e del Lapis niger, o addirittura una sua fase precedente? Se fosse così, non mi sembra che l'operazione abbia molto senso. Tutto quello che sappiamo delle fasi più antiche della lingua, esclusi quei quattro reperti in croce che sono sopravvissuti sino ai giorni nostri e che ci restituiscono sì e no un vocabolario di 40-50 parole (di cui, penso, almeno la metà contestabili), è dovuto alla ricostruzione comparata: che, però, appunto, ricostruzione rimane, e in nessun caso ci può restituire l'idea di un sistema linguistico vero e proprio se non con infinita e ahinoi inevitabile approssimazione.

Sarebbe come dire: recitiamo un film in protoindoeuropeo. L'unico PIE che conosciamo è un oggetto linguistico interamente ricostruito a posteriori: non avrebbe alcun senso.
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
 Thedude94
Galoppino
12 interventi
Il primo re (2019)
08 febbraio 2019 ore 19:29 (2 mesi, 1 settimana fa)
Bubobubo ebbe a dire:
Non ho dubbi che il film sia molto buono (io, per cause di forza maggiore, dovrò recuperarlo solo in un secondo momento) e mi piace questo tentativo di tornare a certo cinema di genere che da troppo tempo non viene frequentato sulle nostre sponde.

Il mio dubbio, enorme dubbio, è filologico. Che vuol dire "latino arcaico"? Quello delle Dodici tavole e del Lapis niger, o addirittura una sua fase precedente? Se fosse così, non mi sembra che l'operazione abbia molto senso. Tutto quello che sappiamo delle fasi più antiche della lingua, esclusi quei quattro reperti in croce che sono sopravvissuti sino ai giorni nostri e che ci restituiscono sì e no un vocabolario di 40-50 parole (di cui, penso, almeno la metà contestabili), è dovuto alla ricostruzione comparata: che, però, appunto, ricostruzione rimane, e in nessun caso ci può restituire l'idea di un sistema linguistico vero e proprio se non con infinita e ahinoi inevitabile approssimazione.

Sarebbe come dire: recitiamo un film in protoindoeuropeo. L'unico PIE che conosciamo è un oggetto linguistico interamente ricostruito a posteriori: non avrebbe alcun senso.


Difatti è un protolatino, una vera e propria ricostruzione linguistica, proprio perchè non ci sono poi tantissime testimonianze d'epoca special modo per la lingua parlata.

Non credo abbia pretese linguistiche, si potrebbe considerare una lingua inventata, come l'elfico, e dunque non un film in latino con sottotitoli.
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
 Raremirko
Call center Davinotti
2903 interventi
Il primo re (2019)
08 febbraio 2019 ore 20:18 (2 mesi, 1 settimana fa)
Di Rovere ho visto tutto, tranne questo; è un regista che stimo, che ha un suo stile.
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
 Bubobubo
Pulizia ai piani
83 interventi
Il primo re (2019)
08 febbraio 2019 ore 20:44 (2 mesi, 1 settimana fa)
Thedude94 ebbe a dire:
Bubobubo ebbe a dire:
Non ho dubbi che il film sia molto buono (io, per cause di forza maggiore, dovrò recuperarlo solo in un secondo momento) e mi piace questo tentativo di tornare a certo cinema di genere che da troppo tempo non viene frequentato sulle nostre sponde.

Il mio dubbio, enorme dubbio, è filologico. Che vuol dire "latino arcaico"? Quello delle Dodici tavole e del Lapis niger, o addirittura una sua fase precedente? Se fosse così, non mi sembra che l'operazione abbia molto senso. Tutto quello che sappiamo delle fasi più antiche della lingua, esclusi quei quattro reperti in croce che sono sopravvissuti sino ai giorni nostri e che ci restituiscono sì e no un vocabolario di 40-50 parole (di cui, penso, almeno la metà contestabili), è dovuto alla ricostruzione comparata: che, però, appunto, ricostruzione rimane, e in nessun caso ci può restituire l'idea di un sistema linguistico vero e proprio se non con infinita e ahinoi inevitabile approssimazione.

Sarebbe come dire: recitiamo un film in protoindoeuropeo. L'unico PIE che conosciamo è un oggetto linguistico interamente ricostruito a posteriori: non avrebbe alcun senso.


Difatti è un protolatino, una vera e propria ricostruzione linguistica, proprio perchè non ci sono poi tantissime testimonianze d'epoca special modo per la lingua parlata.

Non credo abbia pretese linguistiche, si potrebbe considerare una lingua inventata, come l'elfico, e dunque non un film in latino con sottotitoli.


Sì, è quello che intendevo dire: a questo stadio si può parlare a ragione di lingua inventata. Bene che non abbia pretese linguistiche.
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
Nancy
Magazziniere
147 interventi
Il primo re (2019)
20 febbraio 2019 ore 16:57 (1 mese, 4 settimane fa)
Vedendolo comunque è molto più latino di quanto non dovrebbe. Voglio dire, Roma manco esisteva, figuriamoci il latino...e invece tanti dialoghi del film si capiscono anche solo col latino scolastico. In questo senso potevano dare più spazio alla fantasia che non a scervellarsi di ricreare un linguaggio che finisce con l'essere anacronistico rispetto al tempo della storia (non sono una linguista, ma questa è stata la mia impressione).
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
Rebis
Comunicazione esterna
4166 interventi
Il primo re (2019)
21 febbraio 2019 ore 20:52 (1 mese, 3 settimane fa)
Beh, la storia sprofonda nel mito, credo che l'uso del latino sia più che altro una suggestione "acustica"...
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
Vai all'inizio pagina
Sei nella sezione DISCUSSIONE GENERALE di