Cerca per genere
Attori/registi più presenti
Vai a fine pagina
Pagina 3 di 3Altre pagine: 1 2 3  Inizio < Prec.Pross. > Fine 

DISCUSSIONE GENERALE: Se sei vivo spara (1967)

  Zender
Consigliere
Moderatore
42038 interventi
Se sei vivo spara (1967)
24 novembre 2018 ore 10:43 (2 settimane, 1 giorno fa)
Mah lo rivedrò, non ricordo proprio Milian torturato con le iguane, non ricordo cosa si veda. Scalpi stan quasi fuori campo appunto, la storia dei corpi profanati e delle mani che scavano penso sia sempre la stessa del coltello che entra, cavalli sventrati me li rivedrò. Ho preso il bluray, sarò felice di rivederlo. Non so comunque perché associare un bambino nudo alla violenza insostenibile :). che sia uno dei più feroci ci sta perché nel western la violenza non è poi così frequente appunto, ma già Django nella scena dell'orecchio lo ricordavo più impressionante, per dire.
 
Ultima Modifica: 2018/11/24 10:49 Da Zender.
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
 Buiomega71
Vice capo scrivano
19482 interventi
Se sei vivo spara (1967)
24 novembre 2018 ore 10:52 (2 settimane, 1 giorno fa)
Zender ebbe a dire:
Mah lo rivedrò, non ricordo proprio Milian torturato con le iguane, non ricordo cosa si veda. Scalpi stan quasi fuori campo appunto, la storia dei corpi profanati e delle mani che scavano penso sia sempre la stessa del coltello che entra, cavalli sventrati me li rivedrò. Ho preso il bluray, sarò felice di rivederlo. Non so comunque perché associare un bambino nudo alla violenza insostenibile :). che sia uno dei più feroci ci sta perché nel western la violenza non è poi così frequente appunto, ma già Django nella scena dell'orecchio lo ricordavo più impressionante, per dire).

La violenza (come tutte le cose) è spesso soggettiva, quello che impressiona me non impressiona te e viceversa

Personalmente trovo l'incubotico western di Questi uno dei film di (de)genere più efferati mai girati.

E come giustamente sottolinea Bubobubo non è da sottovalutare l'anno di produzione. Nel 1967 un'opera così devastante era già ben avanti con i tempi (e non per nulla ebbe parecchie noie con la censura)
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
  Zender
Consigliere
Moderatore
42038 interventi
Se sei vivo spara (1967)
24 novembre 2018 ore 10:59 (2 settimane, 1 giorno fa)
Certo Buio, non discuto che non possa impressionare (e sicuramente Se sei vivo spara rientra storicamente tra i western più selvaggi), era l'aggettivo "insostenibile" che volevo capire da quale scena in particolare arrivasse, per Bubobubo, visto che non ricordavo nulla di insostenibile. Django comunque è dell'anno prima, voglio dire, e in effetti la citata scena dell'orecchio mi pare già più violenta di queste, a livello di realizzazione (poi sulla soggettività non si discute, ovvio).
 
Ultima Modifica: 2018/11/24 11:00 Da Zender.
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
 Buiomega71
Vice capo scrivano
19482 interventi
Se sei vivo spara (1967)
24 novembre 2018 ore 11:18 (2 settimane, 1 giorno fa)
Zender ebbe a dire:
Certo Buio, non discuto che non possa impressionare (e sicuramente Se sei vivo spara rientra storicamente tra i western più selvaggi), era l'aggettivo "insostenibile" che volevo capire da quale scena in particolare arrivasse, per Bubobubo, visto che non ricordavo nulla di insostenibile. Django comunque è dell'anno prima, voglio dire, e in effetti la citata scena dell'orecchio mi pare già più violenta di queste, a livello di realizzazione (poi sulla soggettività non si discute, ovvio).

Ripeto, son cose soggettive

Io, per esempio, ho trovato insostenibile la scena (per di più fuori campo) in cui il bulletto spezza il braccio alla bambina in Cuori in Atlantide. Ed è Cuori in Atlantide, non Cannibal Holocaust, per dire.

Ognuno ha la propria, personale, sensibilità.

E Se sei vivo spara non è certamente Vacanze romane
 
Ultima Modifica: 2018/11/24 11:22 Da Buiomega71.
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
  Zender
Consigliere
Moderatore
42038 interventi
Se sei vivo spara (1967)
24 novembre 2018 ore 12:14 (2 settimane, 1 giorno fa)
Sì, ma che son cose soggettive l'avevo già scritto io nella frase che hai quotato. Proprio perché son cose soggettive l'avevo chiesto a lui per capire a cosa si riferisse. Poi sei voluto intervenire tu e va benissimo naturalmente, siamo in un forum e mi fa sempre piacere leggere anche i pareri di altri, quando sono inerenti come in questo caso. Nessuno ha mai detto che sia Vacanze romane credo, né nessuno ha mai detto che ognuno non debba avere la propria sensibilità, anzi, è sacrosanto, c'è chi si impressiona per uno schiaffo in faccia e non mi sogno di dire che sbagli. Peraltro non mi ero nemmeno accorto che aveva risposto Bubo, perché è scomparso tra i tuoi post e in fondo pagina :) Volevo capire se c'era una scena in particolare che l'avesse impressionato e che l'avesse portato a usare quell'aggettivo, tutto qui.
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
 Bubobubo
Galoppino
27 interventi
Se sei vivo spara (1967)
24 novembre 2018 ore 15:42 (2 settimane, 1 giorno fa)
Zender ebbe a dire:
Sì, ma che son cose soggettive l'avevo già scritto io nella frase che hai quotato. Proprio perché son cose soggettive l'avevo chiesto a lui per capire a cosa si riferisse. Poi sei voluto intervenire tu e va benissimo naturalmente, siamo in un forum e mi fa sempre piacere leggere anche i pareri di altri, quando sono inerenti come in questo caso. Nessuno ha mai detto che sia Vacanze romane credo, né nessuno ha mai detto che ognuno non debba avere la propria sensibilità, anzi, è sacrosanto, c'è chi si impressiona per uno schiaffo in faccia e non mi sogno di dire che sbagli. Peraltro non mi ero nemmeno accorto che aveva risposto Bubo, perché è scomparso tra i tuoi post e in fondo pagina :) Volevo capire se c'era una scena in particolare che l'avesse impressionato e che l'avesse portato a usare quell'aggettivo, tutto qui.

Due in particolare: le mani nelle interiora e la colata d'oro fuso del finale. Non tanto per l'esasperazione della violenza grafica, quanto per la posizione che assumono nell'economia narrativa complessiva. "Insostenibile" è chiaramente un'iperbole, che si riferisce principalmente, come ho scritto poco sopra, al genere e all'anno di produzione. Poi, scavando si trova sempre qualcosa di più efferato, girato anche prima di questo, ma l'impatto su di me è magari stato minore. Solo per dire

OT

già negli slaves di primi anni '60 si trovano violenze crudissime e graficamente esplicite, ma inserite in un contesto che - almeno a me - dice poco o niente, e che ne depotenzia il messaggio.

FINE OT
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
  Zender
Consigliere
Moderatore
42038 interventi
Se sei vivo spara (1967)
24 novembre 2018 ore 17:51 (2 settimane, 1 giorno fa)
Ok, grazie Bubobubo. Io le mani nelle interiora proprio non riesco a ricordarmele. Meglio così, me lo rivedrò con più guusto :)
 Per contribuire alla discussione effettua il login in alto a destra.
Vai all'inizio pagina
Pagina 3 di 3Altre pagine: 1 2 3  Inizio < Prec.Pross. > Fine 
Sei nella sezione DISCUSSIONE GENERALE di