Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'UOMO DI VETRO

All'interno del forum, per questo film:
L'uomo di vetro
Dati:Anno: 2007Genere: drammatico (colore)
Regia:Stefano Incerti
Cast:David Coco, Tony Sperandeo, Anna Bonaiuto, Antonino Bruschetta, Francesco Scianna, Tony Palazzo, Elaine Bonsangue, Ilenia Maccarrone, Maurizio Nicolosi, Mario Re, Francesco Sciacca
Note:La vicenda di Leonardo Vitale, primo pentito di Cosa Nostra.
Visite:668
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/1/08 DAL BENEMERITO DEEPRED89

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 12/12/12 7:07 - 10961 commenti

Alla storicamente importante figura di Leonardo Vitale è ispirato un bel film di Stefano Incerti, uno dei primi che sia riuscito ad analizzare in profondità e con impronta realistica il fenomeno mafioso, cogliendone le implicazioni sociologiche. Il contesto familiare e sociale nel quale si muove il personaggio è descritto veramente bene e il regista mostra una notevole capacità nella ricostruzione ambientale e nella direzione degli attori. Notevole la performance di David Coco. Da recuperare.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Deepred89 13/1/08 14:12 - 3112 commenti

Film italiano davvero interessante. Recitato alla perfezione e diretto con classe (inquadrature studiate molto bene) riesce ad essere intenso e sgradevole senza troppi compiacimenti. Non manca qualche lentezza, ma la sceneggiatura ha alcuni passaggi sorprendenti (si pensi al colpo di scena nel manicomio). Da vedere sicuramente.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 18/7/17 0:04 - 3575 commenti

Un film significativo, grazie alla prova sentita di Coco e a una regia attenta che senza indulgere alla spettacolarizzazione e alla lacrima facile riesce a raffigurare molti aspetti legati alla mentalità del tempo. La seconda parte perde qualche colpo ma resta comunque un racconto che va oltre i cliché dei mafia movie e mantiene una certa freschezza.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Nando 17/12/10 22:49 - 3323 commenti

Ispirato ad una storia vera, il film è una lucida ed efficace denuncia del mondo mafioso e di tutti i suoi collegamenti. Al tempo stesso si evidenzia quel desiderio di libertà del protagonista che psicolabile o meno si batte per cercare di cambiare le cose. Valide interpretazioni e un opprimente desiderio di giustizia che aleggia sulla narrazione.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Paulaster 10/10/19 9:59 - 2346 commenti

Storia del primo pentito di mafia. Taglio da fiction tv che non fa capire quale possa essere il focus della storia. Le conseguenze penali delle confessioni sono solo accennate, i problemi psichiatrici avvengono repentinamente e l'analisi del ruolo di Vitale nell'organigramma non chiarisce alcunché. Solo i titoli di coda danno un filo di chiarezza. Le musiche, che richiamano il tema finale de La 25a ora, qui servono solo a dare un tono solenne ma restano senza contenuti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I tagli sul petto; Il procuratore che stenta ad accendere l'auto; Lo psicoterapeuta matto anch'esso.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Alex1988 19/6/18 18:31 - 556 commenti

La storia vera del pentito di mafia Leonardo Vitale; in circa un'ora e mezza di durata gli autori, pur modificando alcuni particolari legati alla vicenda per ovvie ragioni, riescono a evitare i classici luoghi comuni sulla mafia realizzando una storia dura, dove non mancano le morti crude. Anche il protagonista David Coco sa rendere ben chiara la presunta follia del personaggio. Buono.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

Blsabbath 21/1/10 14:19 - 46 commenti

Lavoro basato sulla vita di Leonardo Vitale (il primo pentito di cosa nostra), è "quello che si dice un buon film", bestia ormai rara nel panorama italiano. Regia e attori eccellenti, sceneggiatura un po' confusa (volutamente?) nella prima parte. Film guardacaso misconosciuto e poco publicizzato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Sono un democratico, la dittatura toglie la libertà. Ma fra una mediocre democrazia e un'ottima dittatura, lei cosa sceglie? Un'ottima dittatura".
I gusti di Blsabbath (Documentario - Drammatico - Fantascienza)